Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3519 - giovedì 20 dicembre 2018

Sommario
- Sviluppo sostenibile: Giovannini (Asvis) incontra le Regioni
- Alessia Grillo, nuovo Segretario Generale della Conferenza delle Regioni
- Energie rinnovabili: Regioni bocciano decreto su incentivi
- Bonaccini: proposto Saitta alla presidenza dell'Aifa
- Bonaccini su autonomia: soddisfazione se CdM approvasse subito
- Sanità: protocollo Conferenza Regioni - Fnopi
- Report Conferenza Unificata del 20 dicembre
- Report Conferenza Stato-Regioni del 20 dicembre

+T -T
Sanità: protocollo Conferenza Regioni - Fnopi

(Regioni.it 3519 - 20/12/2018) “La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha approvato oggi il testo di un protocollo d’intesa con la Federazione nazionale delle Professioni Infermieristiche, Fnopi. Dopo il protocollo sottoscritto con la federazione nazionale degli ordini dei medici, FnomCeo – ha dichiarato il presidente Stefano Bonaccini - le Regioni aggiungono così un altro tassello importante nel processo di collaborazione con le professioni del mondo della sanità. Solo lavorando assieme ed ascoltando le esigenze di chi tutti i giorni è impegnato per assicurare il diritto alla salute possiamo contribuire al miglioramento degli standard e della qualità del nostro servizio sanitario nazionale”.
Rispetto alle nuove sfide nel settore sanitario e all’esigenza di tutelare il diritto alla salute attraverso il sistema sanitario pubblico e universalistico in questa fase di transizione demografica, epidemiologica, sociale ed economica. Il protocollo focalizza ambiti d’intervento comuni e vista l’opportunità, dal 2019, di procedere a una revisione delle disposizioni nazionali delle professioni infermieristiche per garantire al Sistema Sanitario Nazionale un adeguato numero adeguato di professionisti mediante la programmazione di un conforme percorso formativo e professionale degli stessi.
Conferenza e FNOPI costituiscono un Tavolo di confronto permanente per affrontare congiuntamente le seguenti tematiche:
- sviluppo di nuovi modelli organizzativo-assistenziali e delle competenze esperte e specialistiche anche alla luce del nuovo CCNL del personale del comparto Sanità e delle responsabilità definite dalla legge 24/2017;
- standard del personale infermieristico del SSR anche in considerazione della riduzione degli organici per il blocco del turn over;
- sviluppo professionale e di carriera, formazione ed aggiornamento del personale infermieristico del SSR - formazione manageriale;
- definizione del fabbisogno formativo degli infermieri e infermieri pediatrici;
- avvio di percorsi per lo sviluppo del corpo docente universitario afferente ai settori scientifico-disciplinari dei corsi di laurea delle professioni sanitarie.
Il Tavolo di lavoro permanente che presidierà l’attuazione del protocollo sarà composto, per la parte regionale e provinciale, dal Coordinatore della Commissione Salute della Conferenza e dal Presidente del Comitato di settore Regioni-Sanità; per la Federazione nazionale delle Professioni Infermieristiche, dalla Presidente della Fnopi e dalla Segretaria Nazionale Fnopi.Il Tavolo nazionale potrà riunirsi anche a livello tecnico con i rappresentanti delegati dalle parti e potranno essere costituiti Tavoli permanenti regionali con gli Ordini provinciali per l’esame delle tematiche su esposte.
"È un risultato molto importante per la professione infermieristica- commenta Barbara Mangiacavalli, presidente Fnopi- perche' il lavoro dell'infermiere e' sul territorio accanto ai pazienti e al loro domicilio e le reali necessita', l'epidemiologia e l'organizzazione dei servizi per questo sono in capo alle Regioni. Inoltre le Regioni sono i veri 'datori di lavoro' dei circa 270mila infermieri che dipendono dalle strutture pubbliche, ma sono anche le istituzioni che conoscendo le necessita' locali autorizzano e semmai implementano forme alternative di occupazione come quelle ad esempio della libera professione. Per noi- conclude Mangiacavalli - il confronto e l'accordo omogeneo con le Regioni e' essenziale per poter disegnare in modo uniforme i nuovi modelli di assistenza e studiare insieme come contrastare in modo organico, non per una sola professione, le carenze che tagli e blocchi del turn over hanno generato. Dalle Regioni dipende il fabbisogno formativo e lo sviluppo di carriera, ma anche i rapporti con le Universita' che si fissano nei protocolli che queste sottoscrivono con gli Atenei".


( red / 20.12.18 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top