Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3524 - mercoledì 9 gennaio 2019

Sommario
- Acque pubbliche: audizione Conferenza Regioni il 10 gennaio
- Energie rinnovabili: +9% installazioni nei primi 11 mesi 2018
- Decreto sicurezza: Basilicata fa ricorso alla Corte Costituzionale
- De Luca su decreto sicurezza e federalismo differenziato
- Siti rifiuti Roma: Governo, Regione e Città metropolitana discutono
- Riforma testo unico enti locali: Toma, intervenire subito sulle Province

+T -T
Acque pubbliche: audizione Conferenza Regioni il 10 gennaio

Confronto su alcune proposte di legge all'esame della Camera

(Regioni.it 3524 - 09/01/2019) La Commissione Ambiente, nell’ambito dell’esame in sede referente delle proposte di legge C. 52 Daga e C. 773 Braga, recanti Disposizioni in materia di gestione pubblica e partecipativa del ciclo integrale delle acque, ascolterà alle ore 13.00  rappresentanti della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.
L'audizione avrà luogo nell'aula della commissione Ambiente della di Montecitorio. la delegazione sarà guidata dall'Assessore Donatella Spano della Regione Sardegna (coordinatrice della commissione Ambiente per la Conferenza delle Regioni).
E' prevista la partecipazione del presidente della Regione Molise, Donato Toma, dell'assessore della Regione Molise, Vincenzo Niro,del vicepresidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola e dell'assessore della Regione Emilia-Romagna, Paola Gazzolo. 

+T -T
Energie rinnovabili: +9% installazioni nei primi 11 mesi 2018

Diffusi da Anie-Confindustria i dati elaborati dall'osservatorio Fer

(Regioni.it 3524 - 09/01/2019) Diffusi da Anie-Confindustria i dati sulle energie rinnovabili, elaborati dall'osservatorio Fer. Nei primi undici mesi del 2018 le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico raggiungono complessivamente circa 836 MW (+9% rispetto al 2017).  Considerando la nuova capacità da impianti a bioenergie a fine novembre 2018 si raggiungono gli 864 MW; si stima che con i dati di dicembre 2018 si eguaglieranno complessivamente i risultati del 2017 in termini di nuova capacità installata con differenti dinamiche per le singole fonti (positivo per fotovoltaico e idroelettrico, probabilmente negativo per eolico e bioenergie).
Sarà però necessario uno sforzo maggiore per il raggiungimento del target al 2030 confermato dall’Unione Europea al 32%; un primo passaggio importante è costituito dall’approvazione della Commissione Europea relativo allo schema di Decreto Ministeriale sulle fonti rinnovabili e ...

+T -T
Decreto sicurezza: Basilicata fa ricorso alla Corte Costituzionale

(Regioni.it 3524 - 09/01/2019) E’ stata lesa l’autonomia delle Regioni. Anche per la regione Basilicata il decreto sicurezza rappresenta un limite alle prerogative regionali e quindi fa ricorso alla Corte Costituzionale.
Tra le principali considerazioni alla base del ricorso alla Corte Costituzionale della Regione Basilicata gli articoli uno e 13 del “decreto sicurezza" in quanto "lesivi dell'autonomia regionale e degli enti locali”, perché impattano su “competenze concorrenti e residuali garantite dall'articolo 117 della Costituzione in materia di assistenza sociale, sanità, istruzione, formazione e politiche attive del lavoro”.
Quindi la Giunta regionale lucana ha approvato una delibera per avviare il ricorso alla Consulta.
Nella delibera si fa riferimento anche all'articolo dieci della Costituzione, giungendo alla conclusione che con l'applicazione del decreto sicurezza si avrebbero “disparità di trattamento tra i ...

+T -T
De Luca su decreto sicurezza e federalismo differenziato

(Regioni.it 3524 - 09/01/2019) Il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, afferma di voler ricorrere davanti alla Corte Costituzionale sulla possibile maggiore autonomia in alcune materie per le regioni che ne fanno richiesta, mentre è di tutt’altro avviso sul decreto sicurezza: “non partecipo al ricorso perché non voglio fare nessun piacere alla Lega. Più si ideologizza questo problema più si regalano voti alla Lega. La sinistra continua a non capire niente”.
“Il decreto Salvini è un disastro - sottolinea De Luca - ma per me bisogna andare a una trattativa stretta, immediata con la presidenza del Consiglio per verificare nel merito le ricadute sul Comuni, che sono pesanti”.
La richiesta è una proroga dei termini di applicazione del decreto per la parte che riguarda la regolarizzazione di immigrati già presenti in Italia. Per De Luca “hanno sbagliato anche i sindaci, perchè il ...

+T -T
Siti rifiuti Roma: Governo, Regione e Città metropolitana discutono

(Regioni.it 3524 - 09/01/2019) Si discute su chi sia responsabile ad indicare dove creare le discariche per i rifiuti a Roma. Per il Governo spetta alla regione Lazio, per la regione spetta alla Città Metropolitana, per la Città Metropolitana il compito è della Regione.
Al ministero dell'Ambiente c’è stata una riunione della cabina di regia voluta dal ministro Sergio Costa, che sostiene come la Città metropolitana non abbia "individuato alcuna area per la realizzazione di discariche per i rifiuti nel territorio della Capitale o dell'area metropolitana, ma si è imitata a confermare la planimetria già inviata nel marzo 2018, indicando le aree vincolate e quindi non idonee. La mappa nuovamente confermata con delibera dalla Citta' metropolitana del 20 dicembre e trasmessa alla Regione Lazio, con mero atto amministrativo previsto dalla legge, riportava le aree indicate dai Comuni dell'area metropolitana come idonee alla realizzazione ...

+T -T
Riforma testo unico enti locali: Toma, intervenire subito sulle Province

(Regioni.it 3524 - 09/01/2019) Riforma del Testo Unico Enti Locali e Province: ne hanno discusso questo pomeriggio a Roma, presso il Ministero degli Affari regionali, il ministro Stefani e i rappresentanti delle Regioni nel corso di un incontro al quale ha partecipato anche il presidente della Regione Molise, Donato Toma. "L’obiettivo - spiega una nota della Regione Molise - è quello di procedere alla definizione delle linee guida per una revisione organica della disciplina in materia di ordinamento delle Province e delle città metropolitane, superare l’obbligo di gestione associata di funzioni e semplificare gli oneri amministrativi e contabili in capo ai Comuni, principalmente quelli di piccole dimensioni. "Temi e problematiche di stringente attualità – ha dichiarato Toma a margine della riunione – che ci pongono di fronte alla necessità di intervenire urgentemente soprattutto sulle Province, enti che in questi anni hanno ...

Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top