Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3540 - giovedì 31 gennaio 2019

Sommario
- Istat: Italia in recessione "tecnica"
- Eurispes: il Rapporto Italia 2019 fotografa la Repubblica del "ni"
- Gli obiettivi di finanza pubblica delle Regioni
- Conte e Grillo: non ci sarà nessun taglio alla sanità
- Il quadro dei finanziamenti per il servizio sanitario dal 2000 al 2021
- Salvini scrive alle Province: in arrivo 250 milioni all'anno
- Ambiente: 100 buone pratiche a disposizione delle Regioni

+T -T
Salvini scrive alle Province: in arrivo 250 milioni all'anno

(Regioni.it 3540 - 31/01/2019) "Caro Presidente, Ti scrivo dopo aver firmato il Decreto che - d'intesa col ministero dell'Economia e delle Finanze e con quello delle Infrastrutture e Trasporti - attribuisce alle Province a statuto ordinario un contributo di 250 milioni di euro all'anno dal 2019 al 2033 per la manutenzione di scuole e strade". Inizia così una lettera inviata ieri dal vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, indirizzata ai 76 presidenti delle province delle regioni a statuto ordinario. "Le risorse sono state ripartite sulla base delle indicazioni dell'Upi (Unione Province d'Italia) - sottolinea il titolare del Viminale - un segno tangibile dell'attenzione che il governo intende rivolgere a tutte le amministrazioni provinciali".
"Ci rendiamo conto, io per primo, che gli Enti - scrive ancora Salvini - hanno gravi difficoltà finanziarie provocate dai tagli ingiustificati, decisi da manovre finanziarie figlie della riforma Delrio volta a ridimensionare il ruolo delle Province, Province che il governo Renzi voleva sopprimere. Questo nostro contributo è soltanto un primo passo di un disegno complessivo che intendo realizzare per ridare dignità a una istituzione che svolge un servizio fondamentale per il territorio. La tutela delle comunità locali - sottolinea ancora il vicepremier - e la ripresa economica rappresentano una priorità: non a caso questo fondo segue l'erogazione di circa 400 milioni per i Comuni fino a 20mila abitanti. Con la recente legge di bilancio sono stati alleggeriti e semplificati quei vincoli finanziari che, negli anni passati, per perseguire gli obiettivi del patto di stabilità interno prima e del pareggio di bilancio poi, hanno limitato per molti enti virtuosi il legittimo utilizzo delle proprie risorse, con regole sovente non comprensibili e condivisibili. Possiamo e dobbiamo fare di più", conclude Salvini. "Ma siamo convinti di aver inaugurato una nuova fase nel rapporto tra governo e comunità locali".
Il "via libera" al decreto di riparto di 3,75 miliardi complessivi per il periodo 2019-2033 destinati alle Province delle Regioni a Statuto ordinario riguarda l’elaborazione di piani di sicurezza per la manutenzione di strade e scuole ed è arrivato dalla Conferenza Stato-Città ed autonomie locali del 29 gennaio. La Conferenza ha infatti espresso l’intesa sul decreto del Ministro dell’Interno, di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e del Ministro dell’Economia e delle Finanze, che ripartisce le risorse messe a disposizione in legge di Bilancio 2019 per la manutenzione affidata alle province. Si tratta - copme ha sottolineato il Ministro - di uno stanziamento di 250 milioni all’anno, a valere sul fondo investimenti per gli enti territoriali. Per garantire la corretta elaborazione dei piani di sicurezza, saranno fatte nuove assunzioni tra figure ad alto contenuto tecnico-professionale come ingegneri, architetti, geometri, tecnici della sicurezza ed esperti in contrattualistica pubblica e codice appalti e simili.
"Ringrazio il Governo e il Ministro dell'Interno Matteo Salvini. Sono segnali significativi, che danno fiducia", ha detto il Presidente del Veneto, Luca Zaia, secondo il quale "l'aria sta velocemente cambiando e del cambiamento fa parte anche una nuova e positiva attenzione ai territori da parte del livello nazionale. Dopo i 33 milioni assegnati pochi giorni fa ai Comuni veneti con meno di ventimila abitanti, oggi la buona notizia che oltre 23 milioni di euro da destinare alla manutenzione di scuole e strade arriveranno per le nostre Province".

Link alla tabella del Riparto

 

 

 

 



( red / 31.01.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top