Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3546 - venerdì 8 febbraio 2019

Sommario
- Le Province nell’Italia di domani: Bonaccini ad assemblea UPI il 12
- Abruzzo: elezioni regionali il 10 febbraio, 4 i candidati alla presidenza
- Grillo: approvato payback farmaceutico nel decreto Semplificazioni
- Trasporti: serve gestione condivisa problematiche relative ad investimenti
- Turismo: BitMilano dal 10 al 12 febbraio
- Appalti innovativi: nuovi fondi ed un network di portali
- Comitato Regioni UE: Armao presidente "Intergruppo Insularità"
- Toma, in Europa per far sentire la voce del Molise
- Tensioni Italia-Francia: Fosson, Valle d'Aosta trait d'union

Documento della Conferenza delle Regioni del 24 gennaio

+T -T
Trasporti: serve gestione condivisa problematiche relative ad investimenti

(Regioni.it 3546 - 08/02/2019) La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, nella riunione del 24 gennaio, ha approvato un “Ordine del giorno” sulle criticità riscontrate nell’utilizzo dei fondi per l’acquisto di materiale rotabile e sull’introduzione di un meccanismo di monitoraggio.
Il documento (pubblicato nel portale www.regioni.it, sezione “Conferenze”) è stato consegnato al Governo nel corso della Conferenza Stato-Regioni che si è tenuta il pomeriggio dello stesso 24 gennaio.
Secondo le Regioni è necessario un provvedimento dell’esecutivo che riveda e sistemi la tempistica degli investimenti, prevedendo anche una norma che eviti il disimpegno delle risorse nel caso in cui ci siano ritardi nella rendicontazione.
Con l’ordine del giorno si richiede anche l’istituzione di un tavolo tecnico ministero-regioni, con la possibile partecipazione di Consip, per definire una gestione condivisa delle problematiche relative proprio all’attuazione degli investimenti previsti.
Si riporta di seguito il testo integrale dell’Ordine del Giorno.
Ordine del giorno sulle criticità riscontrate nell’utilizzo dei fondi per acquisto di materiale rotabile e sull’introduzione di un meccanismo di monitoraggio
PREMESSO che il DM n. 25/2017 ha stabilito le modalità e le procedure per l’utilizzo delle risorse di cui al Fondo art. 1, comma 866 della L. 208/2015 finalizzato all’acquisto dei mezzi adibiti al trasporto pubblico locale e regionale, successivamente modificato nei termini temporali massimi di attuazione dal DM n. 261/2018.
PREMESSO che per questo dispositivo di finanziamento la norma in parola aveva indicato in Consip S.p.A. la centrale unica di committenza per l’utilizzo delle risorse, la quale aveva il compito di stipulare apposite convenzioni con i fornitori di materiale rotabile, aggiudicatari delle procedure ad evidenza pubblica previste.
CONSIDERATO che le proroghe stabilite con il sopra richiamato DM n. 261/2018 sono intervenute ai commi 4 e 5 dell’art. 7 del DM n. 25/2017, ovvero sui termini per l’erogazione delle risorse 2018 e 2019, tuttavia sono rimasti invariati i termini stabiliti dall’art. 2 c. 2 del medesimo Decreto.
PRESO ATTO che l’avvio dell’operatività delle convenzioni Consip S.p.A. e la conseguente comunicazione dell’avvenuta stipula delle Convenzioni Consip S.p.A. inviata il 24 settembre 2018, è avvenuto con forti ritardi sui tempi previsti inizialmente a causa del prolungamento imprevisto delle procedure ad evidenza pubblica attuate dalla centrale unica di committenza.
ATTESO che la suddetta proroga non intervenendo anche all’art. 2, ovvero dove sono stabiliti i termini oltre i quali le risorse assegnate alle Regioni per le annualità 2017, 2018 e 2019 sono riassegnate qualora non utilizzate attraverso l’emissione degli ordinativi di fornitura, determinerebbe delle scadenze in tal senso rispettivamente il 24/02/2019, il 31/03/2018 ed il 31/03/2019, queste ultime peraltro incongruenti con quelle nuove stabilite all’art. 7.
CONSIDERATO che in questo contesto si sono aggiunti ulteriori rallentamenti delle procedure di ordine e di fornitura, sia a causa delle difficoltà finanziarie di uno dei principali fornitori che si è aggiudicato parte dei lotti della Convenzione Consip, sia a causa di una procedura sperimentale su cui gli operatori del trasporto, soprattutto quelli di natura non pubblica, hanno trovato difficoltà, sia rispetto ad una capacità di produzione di mezzi stressata da una domanda fuori dal normale, indotta da una stagione di forti investimenti.
RILEVATO che a causa delle motivazioni sopra espresse alcune delle scadenze previste dal DM n. 25/2017 e s.m.i. sono spirate indipendentemente dalla volontà o responsabilità delle Regioni o dei soggetti attuatori da esse individuate e che le restanti scadenze previste per il completamento delle consegne e delle messe in servizio dei mezzi, sono non controllabili dagli stessi, anche qualora in regola con le attuali tempistiche di emissione degli ordini.
ATTESO CHE risulta quindi anche da gestire l’ipotesi in cui il soggetto attuatore a fronte di ordini regolarmente effettuati sulla piattaforma Acquistinrete.it, quindi con disciplinari già prestabiliti da Consip S.p.A. ed indipendenti dal proprio operato, ottenga consegne tardive e oltre le scadenze fissate del D.M. n. 25/2017 così come prorogato dal D.M. n. 261/2018.
LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME
chiedono pertanto al Governo l’adozione di un provvedimento che:
-
riordini l’intera tempistica del programma di investimenti di cui al D.M. n. 25/2017 così come prorogato dal D.M. n. 261/2018, prevedendo inoltre una clausola di salvaguardia che impedisca il disimpegno dei fondi, nei casi in cui il superamento dei termini ultimi di rendicontazione imposti dal D.M., per cause imputabili alla Regione o al soggetto attuatore. Al riguardo le Regioni e le Province autonome manifestano la propria disponibilità a partecipare a un tavolo tecnico di confronto per definire i contenuti del predetto dispositivo;
-
promuova in sede di Conferenza Stato Regioni l'istituzione di un tavolo tecnico permanente tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e le Regioni – con l’eventuale partecipazione di Consip S.p.A. – che garantisca una gestione condivisa delle problematiche operative legate all’attuazione degli investimenti fino al loro completamento.


( red / 08.02.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top