Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3551 - venerdì 15 febbraio 2019

Sommario
- Autonomia: il punto di vista di alcuni presidenti di Regione
- Autonomia: Fico, ruolo centrale Parlamento
- Autonomie: Corte dei Conti rileva ancora differenze territoriali
- Linee guida software P.A.: raccomandazioni di Regioni ed enti locali
- Infrastrutture idriche: intesa sul decreto per i criteri del fondo di garanzia
- Ausili per attività sportiva persone disabili: posizione su pdl
- Produttori agricoli: intesa sul decreto relativo alle associazioni

Documento della Conferenza delle Regioni del 24 gennaio

+T -T
Infrastrutture idriche: intesa sul decreto per i criteri del fondo di garanzia

(Regioni.it 3551 - 15/02/2019) Le Regioni hanno espresso l'intesa sul decreto relativo agli interventi prioritari, ai criteri e alle modalità di utilizzazione del Fondo di garanzia per il potenziamento delle infrastrutture idriche. L'intesa - sancita nella Conferenza Unificata del 24 gennaio - era però subordinata all’accoglimento di alcuni emendamenti, contenuti in un documento che è stato consegnato al Governo.
Nel corso della Conferenza Unificata - come si legge negli atti - "il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha ritenuto di poter accogliere tutte le richieste delle Regioni, ad eccezione della richiesta emendativa indicata nel n.4) del documento consegnato in Seduta, volta ad introdurre integrazioni o riformulazioni al dispositivo al fine di limitare l'uso del Fondo di garanzia ai soli interventi su infrastrutture destinate all'uso potabile o, al più, misto". Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, al fine di tener conto comunque di quanto richiesto dalle Regioni in merito a tale emendamento  ha "ritenuto di poter introdurre, come integrazione e/o riformulazione al dispositivo, la previsione che il Fondo di garanzia sia destinato 'con priorità alle infrastrutture ad uso potabile' ".
Si riportano di seguito il documento con gli emendamenti proposti dalle Regioni (pubblicato anche nel portale www.regioni.it, sezione "Conferenze") e il  link all'atto della Conferenza Unificata.
Posizione sullo schema di decreto del ministro delle infrastrutture e dei trasporti che definisce gli interventi prioritari, i criteri e le modalità di utilizzazione del fondo di cui al comma 1, con priorità di utilizzo delle relative risorse per interventi già pianificati e immediatamente cantierabili, nonché idonei strumenti di monitoraggio e verifica del rispetto dei principi e dei criteri contenuti nel decreto
Intesa ai sensi dell’art. 58 della l. 28/12/2015, n.221.
Punto 2) O.d.g. Conferenza Unificata
La Conferenza delle Regioni e Province autonome, esprime l’intesa sul Decreto in oggetto subordinandola all’accoglimento dei seguenti EMENDAMENTI:
1° emendamento
Nelle definizioni aggiungere la seguente:
"«Piccole dighe» indica gli sbarramenti diversi da quelli di cui all’articolo 1, comma 1, del citato decreto-legge n. 507 del 1994, che non superano i 15 metri di altezza e che determinano un invaso non superiore a 1 milione di metri cubi;".
Motivazione
L’aggiunta serve a rendere coerenti nel testo le previsioni dei successivi emendamenti.
2° emendamento
Al comma 2 dell’art. 2 dopo le parole "e le connesse opere di adduzione e derivazione" aggiungere le parole "nonché per le piccole dighe":
Motivazione
La modifica vuol consentire l’accesso al Fondo di Garanzia anche per le dighe non di interesse nazionale o sovraregionale relativamente a interventi caratterizzati come indicato nel comma 2 dell’articolo 5 come modificato dal successivo emendamento 3.
3° emendamento
Dopo la lettera b) del comma 2 dell’art. 5 aggiungere la seguente lettera c:
"c) interventi riguardanti piccole dighe non inseriti nel Piano nazionale di cui alla lettera a), che ricadono in una delle tipologie di cui alla lettera b) e già dotati di proprio finanziamento".
Motivazione
L’emendamento consente di includere tra i possibili interventi che possono consentire al soggetto responsabile dell’invaso di accedere al Fondo di Garanzia di dighe di competenza regionale purché tali interventi siano coerenti con le tipologie previste dall’articolo e siano già stati finanziati.
4° emendamento
Introdurre integrazioni e/o riformulazioni al dispositivo al fine di limitare l’uso del Fondo di Garanzia ai soli interventi su infrastrutture destinate all’uso potabile o, al più, misto.
Motivazione
Garantire la corretta utilizzazione del Fondo in relazione alla fonte che ne determina l’alimentazione, vale a dire l’incremento della tariffa del SII.
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome esprime inoltre le seguenti raccomandazioni:
1) Introdurre indirizzi e criteri in base ai quali l’Arera debba definire la quota di tariffa del SII da destinare all’alimentazione del Fondo. al fine di porre un tetto all’incidenza della quota sulla tariffa.
2) Prevedere che il provvedimento in esame fornisca criteri in base ai quali l’Arera dovrà definire la capienza massima del Fondo e regolare il reintegro delle garanzie attivate di anno in anno.
3) Per consentire anche agli interventi su infrastrutture destinate al solo irriguo, anche alla luce dei cambiamenti climatici cui si assiste, prevedere ulteriori fondi di garanzia non derivanti dalle tariffe SII.
Roma, 24 gennaio 2019

 



( red / 15.02.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top