Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3552 - lunedì 18 febbraio 2019

Sommario
- Autonomia: le dichiarazioni di Chiamparino, Fontana e Bonaccini
- Turismo: cammini religiosi, dare subito corso ad accordi di programma
- Conferenza delle Regioni il 21 febbraio
- Conferenza Stato-Regioni il 21 febbraio
- Conferenza Unificata il 21 febbraio
- Agricoltura: posizione su decreto gestori fondi mutualizzazione

Documento della Conferenza delle Regjoni del 24 gennaio

+T -T
Turismo: cammini religiosi, dare subito corso ad accordi di programma

(Regioni.it 3552 - 18/02/2019) La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, nella riunione del 24 gennaio, ha approvato un ordine del giorno relativo  agli interventi infrastrutturali sui Cammini religiosi di San Francesco, San Benedetto e Santa Scolastica, comprensivo anche del tratto da Loreto ad Assisi della Via Lauretana e della Via Francigena.
Nel documento - consegnato "fuori sacco" al Governo nel corso della Conferenza Stato-Regioni che si è tenuta lo stesso 24 gennaio - si sottolinea la necessità di dare immediatamente corso agli adempimenti previsti negli Accordi di programma, e si chiede alla Conferenza Stato-Regioni di promuovere un incontro con le Amministrazioni centrali interessate da tali Accordi. Il confronto è - secondo le Regioni- qunato mai necessario -  per condividere con urgenza modalità e tempi sulla prosecuzione delle attività in capo a ciascun livello istituzionale, considerando anche la ristrettezza dei tempi di attuazione dei progetti.
Si riporta di seguito il testo integrale dell'ordine del giorno (pubblicato anche nel portale www.regioni.it, sezione "Conferenze").
Punto "fuori sacco" Conferenza Stato-Regioni
VISTI gli Accordi operativi conseguenti alla Delibera CIPE n. 3/2016, inerenti in particolare degli interventi infrastrutturali sui Cammini individuati nella scheda n. 31 "I cammini religiosi di San Francesco, San Benedetto e Santa Scolastica", comprensiva anche del tratto da Loreto ad Assisi della Via Lauretana, e nella scheda 33 "La Via Francigena";
CONSIDERATA la complessa concertazione tra rappresentanti delle Regioni interessate dal Cammini e dell’allora MIBACT si è pervenuti alla sottoscrizione dei relativi Accordi operativi, rispettivamente in data 9 luglio 2018 per gli interventi relativi alla scheda 31, di cui è capofila la Regione Umbria, e in data 18 settembre 2018 per gli interventi relativi alla scheda 33, di cui è capofila la Regione Toscana;
ATTESO CHE, in relazione alla dotazione finanziaria, in entrambi i progetti è prevista una quota per spese comuni, gestita dal Ministero in accordo con le Regioni, e una quota per opere infrastrutturali da ripartire per 1/3 tra i Segretariati Regionali e per 2/3 tra le Regioni. Per gli interventi individuati nella scheda 31 le Regioni hanno complessivamente a disposizione circa € 12.675.000,00; per gli interventi della scheda n. 33 circa € 12,675,000. Gli Accordi prevedevano l’erogazione delle risorse in più tranches: il 5% alla sottoscrizione, il 20% al decreto di assegnazione, 55% per SAL e 20% al collaudo. Nessuna erogazione è stata effettuata;
ATTESO CHE a tale proposito le Regioni, in via formale e informale, hanno più volte sollecitato al Ministero almeno l’assegnazione delle risorse spettante a ciascuna, presentando una proposta sulla base di una ricognizione effettuata con i Comuni dei rispettivi territori, al fine di poter proseguire nell’iter progettuale entro i termini, piuttosto stringenti, previsti dalla Delibera CIPE: infatti il 31/12/2019 è individuato quale termine ultimo per l’assunzione delle obbligazioni giuridicamente vincolanti e il 31/12/2022 per la fine dei lavori;
ATTESO CHE per quanto riguarda la scheda 31, tutte le Regioni interessate hanno provveduto a trasmettere al MIBACT la documentazione di propria competenza nei termini dell’Accordo (6/11/2018); per gli interventi della scheda 33 il termine è fissato al 16/01/2019 e le regioni hanno provveduto in tal senso.
ATTESO CHE proprio per la scheda 31 il 4 febbraio 2019 vengono a compimento i 90 giorni entro cui il Ministero, in accordo con le Regioni, deve provvedere alla definizione del Piano degli Interventi. In realtà, allo stato attuale, nonostante la scadenza ormai imminente e le richieste di
incontro e di approfondimento in sede tecnica in più occasioni inoltrate anche formalmente, nessun riscontro è pervenuto.
ATTESO CHE per la scheda 33 i termini per il Ministero per la definizione del Piano degli Interventi scadranno il prossimo 20 aprile 2019 ma trattandosi di un accordo che coinvolge 11 regioni i tempi operativi risultano alquanto stringenti.
ATTESA la necessità di dare immediatamente corso agli adempimenti previsti negli Accordi di programma.
Per quanto sopra, nello spirito di leale collaborazione che ha sempre contraddistinto i nostri rapporti,
si chiede
che la Conferenza Stato-Regioni promuova un incontro con le Amministrazioni centrali interessate da tali Accordi, per condividere con urgenza modalità e tempi sulla prosecuzione delle attività in capo a ciascuno, stante la ristrettezza dei tempi di attuazione dei progetti.


( red / 18.02.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top