Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3567 - lunedì 11 marzo 2019

Sommario
- Open government: sistemi regionali a confronto
- Cooperazione internazionale: posizione su documento triennale
- Toma su Autonomia e Commissariamenti in sanità
- Posizione sullo spettacolo dal vivo
- Autonomia: appello di 30 costituzionalisti
- Incidente aereo in Etiopia: Bonaccini, il cordoglio e la vicinanza delle Regioni

+T -T
Toma su Autonomia e Commissariamenti in sanità

(Regioni.it 3567 - 11/03/2019) La regione Molise lancia una sfida sull’autonomia differenziata, afferma il presidente Donato Toma: “ritengo si debba parlare non di autonomia differenziata ma di regionalismo cooperativo”.
In particolare il Molise chiede una "maggiore presenza delle Regioni nelle decisioni da parte dello Stato. Quindi - spiega durante un convegno alla fondazione Banco di Napoli - penserei a una presenza in Consiglio dei ministri con rango di ministro da parte dei governatori quando si parla di legislazione che impatta direttamente ed esclusivamente nella propria Regione”.
Il modello “Toma” è simile a quello delle "Regioni a statuto speciale come Sicilia e Sardegna che hanno diritto di intervento, addirittura con voto, nel Consiglio dei ministri per le materie che impattano direttamente sulle questioni regionali”.
In precedenza Toma era intervenuto anche sulla questione dei Commissariamenti in sanità, in quanto “è gravemente lesiva degli interessi e delle attribuzioni costituzionali della Regione Molise”, annunciando il ricorso al Tar Molise.
Toma il 12 novembre 2018 aveva formalmente diffidato la presidenza del Consiglio dei Ministri a "nominarlo senza indugio commissario ad acta" e nel ricorso si spiega che "la disciplina di legge statale vigente al momento dell'adozione della delibera impugnata, non solo non escludeva il conferimento dell'incarico commissariale a una persona già titolare di incarico istituzionale presso la Regione, ma addirittura imponeva la nomina del Presidente pro tempore, escludendola solo nell'ipotesi del suo impedimento". Per tale ragione, "cessato per naturale decorso dei termini il mandato del precedente Presidente della Regione, il Consiglio dei Ministri avrebbe dovuto prendere atto dell'avvicendamento nella carica e nominare il Presidente pro tempore al momento in carica". Sull'argomento, inoltre, è stato promosso davanti alla Corte Costituzionale il giudizio per conflitto di attribuzione tra Stato e Regione Molise.

 


( gs / 11.03.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top