Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3588 - martedì 9 aprile 2019

Sommario
- Conferenza Regioni il 10 aprile (ore 11.30). Integrato Odg Stato-Regioni
- Bonaccini: nessuno tocchi le risorse della sanità
- Agricoltura: a Vinitaly riunione commissione Politiche Agricole
- Vigneti: emendamenti a decreto su investimenti per ristrutturazione
- Stato di emergenza: proposta normativa per personale enti coinvolti
- Associazionismo comunale: riepilogo risorse regionali concesse nel 2018

Documento della Conferenza delle Regioni del 21 marzo

+T -T
Stato di emergenza: proposta normativa per personale enti coinvolti

(Regioni.it 3588 - 09/04/2019) La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome nella seduta del 21 marzo ha approvato un proposta normativa - da inserire nel decreto sblocca-cantieri - riguardante il personale degli enti territoriali coinvolti dallo stato di emergenza di cui alla deliberazione del Consiglio dei Ministri dell’8/11/2018, che modifica la precedente proposta approvata dalla conferenza delle regioni nella seduta del 7 marzo 2019.
Nuova proposta normativa riguardante il personale degli enti territoriali coinvolti dallo stato di emergenza di cui alla deliberazione del consiglio dei ministri dell’8/11/2018, che modifica la precedente proposta approvata dalla conferenza delle regioni nella seduta del 7 marzo 2019
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha approvato la seguente proposta di emendamento.
Roma, 21 marzo 2019
Art. XXX.
Disposizioni emergenziali concernenti il personale degli Enti territoriali
coinvolti dallo stato di emergenza di cui alla deliberazione
del Consiglio dei ministri dell’8 novembre 2018
1. Per far fronte alle necessità operative ed organizzative connesse con l’attuazione di quanto previsto dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 27 febbraio 2019, e dal Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del___, le Regioni sono autorizzate ad accantonare un fondo, nell’ambito delle risorse di cui ai citati Decreti, nella misura massima del 2% del totale delle risorse complessivamente assegnate per ciascuna annualità.
2. All’accantonamento di cui al comma 1 le Regioni provvedono, per ciascuna annualità, nell’ambito di uno o di ciascuno dei piani previsti dai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri 27 febbraio 2019 e__;
3. Con le risorse di cui ai precedenti commi, le Regioni interessate, gli enti del settore regionale allargato, con esclusione degli enti del Servizio sanitario nazionale, le Città metropolitane, i Comuni e le società controllate dalle predette amministrazioni territoriali, previa autorizzazione del Commissario delegato per l'emergenza territorialmente competente, possono assumere, nell’anno 2019 con contratti di lavoro a tempo determinato di durata triennale e non rinnovabile, ulteriori unità di personale da impiegare nelle proprie strutture di protezione civile e di supporto all'emergenza per la realizzazione degli interventi finanziati con le risorse autorizzate dal citato decreto, entro il limite delle risorse finanziarie di cui al comma 2, in deroga ai vincoli di contenimento della spesa di personale previsti dalla normativa vigente ed in particolare dall'articolo 9, comma 28, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, dall'articolo 1, commi 557, 557quater e 562, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 e dall’articolo 23, comma , del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75.
4. Le assunzioni sono effettuate con facoltà di attingere dalle graduatorie vigenti, anche di altre amministrazioni, formate anche per assunzioni a tempo indeterminato, per profili professionali compatibili con le esigenze. Il personale assunto ai sensi del comma 3 mediante attingimento da graduatorie per assunzioni a tempo indeterminato vigenti, in caso di chiamata derivante dallo scorrimento della rispettiva graduatoria, non perde il diritto all’assunzione a tempo indeterminato, che viene automaticamente posticipata alla data di scadenza del contratto a tempo determinato, attesa la preminenza dell’interesse pubblico connesso con l’attuazione degli interventi urgenti per la riduzione del rischio idrogeologico e l’aumento della resilienza di cui al presente articolo. Qualora nelle graduatorie suddette non risulti individuabile personale del profilo professionale richiesto, i soggetti di cui al comma 3 possono procedere all'assunzione previa selezione pubblica, anche per soli titoli, sulla base di criteri di pubblicità, trasparenza e imparzialità, anche semplificati.
5. Le risorse di cui al presente articolo possono essere altresì utilizzate dalle Regioni, sempre nel limite di cui al comma 1, anche per finanziare le misure di cui all’art. 9 dell’ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione civile n. 558/2018 e dell’art. 4 dell’ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione civile n. 559/2018 che, con ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione civile possono essere prorogate per l’intera durata dello stato di emergenza di cui alla deliberazione del Consiglio dei ministri 8 novembre 2018.
6. Per le finalità di cui ai commi 3 e 5, le amministrazioni ivi indicate possono provvedere anche con risorse proprie ed oltre il limite di cui al comma 1.
7. Eventuali economie derivanti dall'utilizzo delle risorse di cui al presente articolo possono essere utilizzate, ad integrazione del piano degli interventi del commissario delegato, per le finalità già autorizzate.

Documento Approvato - PROTEZIONE CIVILE: PROPOSTA EMENDAMENTO PERSONALE ENTI TERRITORIALI COINVOLTI DALLO STATO DI EMERGENZA


( red / 09.04.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top