Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3599 - lunedì 29 aprile 2019

Sommario
- Autonomia: le sollecitazioni di Fontana e Bonaccini
- Infortuni sul lavoro: rapporto Inail rileva un aumento nell'ultimo trimestre
- Istat: sviluppo sostenibile, Rapporto SDGs 2019
- Ferrovie: ordine del giorno sul nuovo sistema delle performance
- Solinas: non maturi tempi per altri assessori
- Eurostat: in Campania, Sicilia e Calabria alta la disoccupazione giovanile

+T -T
Autonomia: le sollecitazioni di Fontana e Bonaccini

(Regioni.it 3599 - 29/04/2019) "Credo non ci sia più motivo per rinviarla". Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha risposto a chi gli chiedeva dell'autonomia, a margine della firma dell'Accordo per la promozione della sicurezza integrata tra ministero dell'Interno, Regione e Anci Lombardia, in Prefettura a Milano. "Abbiamo fatto tutto ciò che si doveva fare - ha proseguito il Presidente della Lombardia - chiarendo dubbi e perplessità. Ora è il momento che ci venga data una risposta che chiarisca definitivamente se ci sia o no la volontà di attuarla. Il ministro dell'Interno anche oggi ha ribadito che il percorso deve andare avanti in tempi celeri. Auspico che siano tutti concordi e che finalmente si venga incontro alle esigenze dei lombardi, dei veneti e degli emiliani, senza più alimentare 'fake news'".
Dura la presa di posizione del Presidente dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini: “Da quando il Governo si è insediato – scrive in un post su facebook - non ci è stata riconosciuta l’autonomia che la Regione Emilia-Romagna ha richiesto (seguendo la Costituzione, senza referendum, non chiedendo un solo euro in più di quanto lo Stato già spende oggi). È passato ormai un anno. Provino a decidere, invece che giocare ad uno scaricabarile poco dignitoso, perché per la Regione – conclude Bonaccini - l’interlocutore si chiama Governo, non le ...

+T -T
Infortuni sul lavoro: rapporto Inail rileva un aumento nell'ultimo trimestre

(Regioni.it 3599 - 29/04/2019) Le denunce di infortunio sul lavoro presentate all’Inail entro lo scorso mese di marzo sono state 157.715, in aumento di circa 2.900 casi (+1,9%) rispetto alle 154.820 del primo trimestre del 2018. I dati rilevati al 31 marzo di ciascun anno evidenziano a livello nazionale un incremento sia dei casi avvenuti in occasione di lavoro, passati da 133.594 a 134.927 (+1,0%), sia di quelli in itinere, occorsi cioè nel tragitto di andata e ritorno tra l’abitazione e il posto di lavoro, che hanno fatto registrare un incremento pari al 7,4%, da 21.226 a 22.788.
A marzo 2019 il numero degli infortuni sul lavoro denunciati è aumentato dello 0,1% nella gestione Industria e servizi (dai 115.771 casi del 2018 ai 115.870 del 2019), del 9,3% in Agricoltura (da 6.918 a 7.558) e del 6,7% nel Conto Stato (da 32.131 a 34.287).
L’analisi a livello territoriale evidenzia un aumento delle denunce di infortunio in tutte le ripartizioni geografiche: ...

+T -T
Istat: sviluppo sostenibile, Rapporto SDGs 2019

(Regioni.it 3599 - 29/04/2019) L’Istat pubblica sullo sviluppo sostenibile il “Rapporto SDGs 2019. Informazioni statistiche per l’agenda 2030 in Italia”.
L’Agenda 2030, adottata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, è costituita da 17 Obiettivi finalizzati all’eliminazione della povertà, alla protezione del pianeta e al raggiungimento di una prosperità diffusa, al fine di realizzare un progresso sostenibile.
On line dunque un monitoraggio dell’Agenda 2030 realizzati nel nostro Paese per contribuire alla realizzazione di questo progetto globale. Quest’anno, insieme al nuovo rilascio annuale, è pubblicato il secondo Rapporto SDGs 2019.
Nel Rapporto è tracciata anche un’analisi relativa ai legami tra obiettivi, sotto-obiettivi e indicatori. Inoltre viene presentata anche una valutazione complessiva dei livelli di sviluppo sostenibile nelle Regioni, che consente un’efficace ...

Documento della Conferenza delle Regioni del 17 aprile

+T -T
Ferrovie: ordine del giorno sul nuovo sistema delle performance

La risposta ad una nota di RFI su un precedente testo del 21 marzo

(Regioni.it 3599 - 29/04/2019) La Conferenza dellle Regioni e delle Province autonome, nella riunione del 17 aprile, ha approvato un documento relativo alla Revisione di Rete Ferroviaria Italiana del COP269/2010 e nuovo sistema di performance regime. L'ordine del giorno risponde ad una nota di Rfi relativa ad un precedente documento della Conferenza. Il testo è stato poi inviato dal Segretario Generale della Conferenza, Alessia Grillo, al Capo della Direzione Circolazione di Rete ferroviaria Italiana (Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane), Daniele Moretti.
Si riporta di seguito l'ordine del giorno (già pubblicato nella sezione "Conferenze" del portale www.regioni.it).
Revisione Rfi del Cop 269/2010 e nuovo sistema di performance regime
Osservazioni della Conferenza delle Regioni e Province autonome ai documenti inviati da RFI con PEC del 1/04/2019 dopo la riunione del tavolo tecnico del 22/03/2019
Premessa
Questa relazione è inviata anche all'Autorità di Regolazione dei Trasporti ...

+T -T
Solinas: non maturi tempi per altri assessori

(Regioni.it 3599 - 29/04/2019) In Sardegna per gli assessori mancanti c’è ancora tempo. Lo spiega il presidente della Regione Christian Solinas: “non manca il responsabile delle sette deleghe perché il presidente in persona ha assunto gli interim per cui c'è una rappresentatività se possibile maggiorata: quando saranno maturi i tempi ci saranno gli altri assessori”. Così Solinas ha voluto quindi "tranquillizzare sul fatto che la Giunta esiste, sta lavorando, vengono adottate deliberazioni, e l'unico fatto di rilievo rispetto a questa situazione è che i sardi stanno risparmiando sette stipendi ogni mese”.
Il presidente della regione Sardegna interviene anche su altri temi, dai trasporti all’insularità.
"Abbiamo avviato con Bruxelles un dialogo per disegnare un nuovo sistema di continuità territoriale aerea. Dobbiamo gestire il tempo che manca per arrivare al nuovo regime, ci sarà bisogno di 9-12 ...

+T -T
Eurostat: in Campania, Sicilia e Calabria alta la disoccupazione giovanile

(Regioni.it 3599 - 29/04/2019) L’Istituto europeo statistico, Eurostat, rileva che i tassi di disoccupazione regionali continuato a variare molto, con quelli più bassi registrati in due regioni ceche Praga (1,3%) e Mittelfranken (1,8%) in Germania, seguite da altre due regioni tedesche, Tubinga e Oberpfalz e Cumbria nel Regno Unito (tutte l'1,9%).
Per quanto riguarda l’Italia si evidenzia come le regioni meridionali abbiano la disoccupazione giovanile tra le più alte in Europa: Campania, Sicilia e Calabria sono tra le ultime in classifica.
Campania (53,6%), Sicilia (53,6%) e Calabria (52,7%) hanno tra le regioni europee il più alto tasso di disoccupazione giovanile fra i 15 e i 24 anni. In particolare si ritrovano agli ultimi 10 posti su 280 regioni monitorate nel 2018.
La Calabria (21,6%) ha anche l'11/ma percentuale più alta fra i territori europei
anche per quanto riguarda la disoccupazione della popolazione fra i 15 e i 74 anni. La ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top