Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3622 - venerdì 31 maggio 2019

Sommario
- Conferenza delle Regioni il 6 giugno
- Ferrovie: urgente superare problematiche sull'uso dei fondi per materiale rotabile
- Visco: considerazioni finali del governatore della Banca D'Italia
- Decreto Crescita: la posizione delle Regioni
- Conferenza Unificata il 6 giugno
- Conferenza Stato-Regioni il 6 giugno

+T -T
Visco: considerazioni finali del governatore della Banca D'Italia

Saremmo più poveri, se facessimo dell'Ue un avversario

(Regioni.it 3622 - 31/05/2019) “Le difficoltà italiane sono amplificate nel Mezzogiorno, che ha risentito della doppia recessione più del resto del Paese”. Così il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, nelle sue "Considerazioni finali".
Visco sostiene che “nelle regioni meridionali deve innanzitutto migliorare l'ambiente in cui le imprese svolgono la propria attività, in primo luogo con riferimento alla tutela della legalità”, ed “e' più ampio il ritardo tecnologico da colmare: la quota del valore aggiunto riferibile all'economia digitale, prossima al 2,5 per cento, è inferiore di oltre tre punti a quella del Centro Nord”.
La Banca d’Italia chiede chiarezza sulla direzione di marcia, e indica la riduzione credibile e rigorosa del debito, e misure a sostegno del lavoro.
Ma a preoccupare Visco è anche il fenomeno migratorio che sta svuotando il Sud del Paese. "Le regioni meridionali", sottolinea nelle sue Considerazioni finali, “stanno subendo un ulteriore impoverimento per l'emigrazione delle loro risorse più giovani e preparate, in massima parte verso il Centro Nord del Paese. Negli ultimi dieci anni il saldo migratorio complessivo e' stato leggermente positivo, ma Visco raccomanda che aumenti di spesa o riduzioni di entrate si e' osservato un sensibile deflusso netto di giovani laureati. E' una tendenza che comporta costi sociali immediati e che condiziona negativamente le prospettive di sviluppo”.
Inoltre conclude Visco saremmo più poveri se facessimo dell'Ue un avversario, e il contributo dell'immigrazione è fondamentale, perché senza ci sarebbero al 2030 tre milioni e mezzo di persone in meno in età fra i 20 e i 64 anni, e saremmo 'più vecchi'.



( gs / 31.05.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top