Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3661 - venerdì 26 luglio 2019

Sommario
- Conferenza delle Regioni il 1° agosto alle 11.00
- Bongiorno: approvato Patto Semplificazione nella Conferenza Unificata del 25 luglio
- Patto per la semplificazione: via libera all'accordo, richiesta una sola modifica
- Conferenza Unificata del 25 luglio approva piano "acquedotti"
- Decreto "sblocca cantieri": sia il Presidente della Regione ad essere Commissario
- Fondi UE e programma 2021-27: le posizioni di Solinas, Spinelli e Toma
- Report delle Conferenze Unificata e Stato-Regioni del 25 luglio

+T -T
Fondi UE e programma 2021-27: le posizioni di Solinas, Spinelli e Toma

(Regioni.it 3661 - 26/07/2019) “Per la prima volta, in una sede importante qual è la Conferenza delle Regioni, viene riconosciuto il principio dell’insularità con una compensazione della discontinuità territoriale”. Lo ha detto il presidente della Regione, Christian Solinas, a Roma il 25 luglio, dove ha partecipato alla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, commentando gli esiti dell’incontro odierno con il ministro per il Sud, Barbara Lezzi, sul tema della programmazione dei fondi europei 2021-2027 (cfr. "Regioni.it" n.3660). 
La Conferenza delle Regioni ha chiesto all’esponente del Governo - ha sottolineato Solinas -  di “avviare il discorso sui criteri di riparto delle risorse tra le Regioni, prevedendo misure normative e programmatorie specifiche per lo sviluppo delle regioni che presentano gravi e permanenti svantaggi strutturali o demografici, quali quelle insulari, transfrontaliere e di montagna, e la compensazione della discontinuità territoriale, basata sull’indice di perifericità insulare”.
L'assessore allo sviluppo economico e lavoro Achille Spinelli.della Provincia autonoma di Trento, che ha partecipato, su delega del presidente Fugatti, all'incontro con il Ministro Lezzi, ha invece voluto sottolineare  il fatto che arriverebbero "Più fondi per le regioni del Nord Italia con la prossima programmazione dei fondi europei, nel periodo 2021-2027". "Abbiamo colto alcuni segnali importanti - commenta l'assessore - a partire proprio da una crescita dei fondi a disposizione dell'Italia, pari a due miliardi. Ma crescerebbe anche la percentuale spettante alle regioni del Nord Italia. Si va insomma - secondo Spinelli - verso un superamento della ripartizione precedente, che destinava circa un 80% delle risorse al Sud e 20% al Nord.  L'aumento è determinato dalla considerazione che, a livello europeo, le regioni del Nord Italia stiamo conoscendo un rallentamento della crescita. L'altra novità emersa nel corso dell'incontro è la possibilità di aderire alla nuova iniziativa europea della Commissione, che mette a disposizione delle Regioni fondi da destinare a progetti e iniziative di innovazione sociale. Si tratta di risorse quasi completamente a carico dell'Europa, salvo un 15% di fondi Fesr della Provincia. Si tratta ora di considerare quali progetti provinciali possono essere considerati maggiormente indicati: ad esempio quelli riguardanti il social housing, che hanno un carattere particolarmente innovativo". Attualmente il Programma operativo FESR della Provincia autonoma di Trento è di 108 milioni di euro per il settennio 2014-2020 di cui il 50%  proveniente dalla Commissione, il 35% dallo Stato e il 15% dalla Provincia. Per poter avviare correttamente la nuova programmazione è necessario che i programmi vengano approvati  entro il 2020. La road map attuale prevede che i 5 tavoli tematici (già partiti) lavorino per individuare i temi da inserire nell’accordo di parternariato. La conclusione dei tavoli è prevista per ottobre. La sottoscrizione dell’accordo di partenariato è invece prevista massimo per aprile 2020. A seguire avverrà la sottoscrizione dei programmi operativi.  Dalle prime stime nella prossima programmazione vi saranno circa 2 miliardi in più  per l'Italia. Alle regioni del Nord potrebbe spettare circa un 20% in più, rispetto alla ripartizione 
Il presidente della Regione Molise, Donato Toma, che ha fatto parte della delegazione della Conferenza delle Regioni che ha incontrato il ministro per il Sud, Barbara Lezzi. "È stato un confronto proficuo - ha detto Toma al termine della riunione – che è servito a ribadire l’importanza della politica della coesione, soprattutto per le regioni del Mezzogiorno. I territori – ha proseguito – devono giocare un ruolo fondamentale nella prossima programmazione. Non si può prescindere da essi. Le scelte non vanno calate dall’alto, ma necessitano di una condivisione che parta dal basso, rispettosa dei reali bisogni delle singole regioni. Per questo motivo – ha spiegato Toma – abbiamo indicato un nuovo percorso che dia maggiore impulso al confronto tra Governo nazionale e Regioni in sede di programmazione, rimoduli il rapporto tra programmi operativi nazionali e regionali, operi una riduzione del co-finziamento a carico delle regioni e lo escluda dal calcolo del Patto di stabilità, tutte misure atte a garantire maggiori risorse alle Regioni. Abbiamo posto – ha concluso il presidente - anche la questione relativa alla semplificazione delle regole, al fine di evitare sovrapposizioni tra Regioni, Governo e Commissione europea e rallentamenti nei procedimenti amministrativi".

 



( red / 26.07.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top