Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3664 - mercoledì 31 luglio 2019

Sommario
- Bonaccini convoca la Conferenza delle Regioni per il 1° agosto alle 11.00
- Formazione a distanza per accesso a professioni regolamentate: approvate linee guida
- Gimbe: dati su mobilità sanitaria 2017
- Sanità: per Zingaretti "è ormai concluso il mandato commissariale"
- Oliverio: ben venga autonomia se siamo sullo stesso nastro di partenza
- Integrati OdG Conferenze Unificata e Stato-Regioni del 1° agosto

Documento della Conferenza delle Regioni del 25 Luglio

+T -T
Formazione a distanza per accesso a professioni regolamentate: approvate linee guida

(Regioni.it 3664 - 31/07/2019) Linee Guida sull’utilizzo della “formazione a distanza” (FAD/e-learning) in particolare nei casi di formazione abilitante. A questa esigenza ha risposto un documento approvato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome il 25 luglio, il cui testo ha preso spunto dalle procedure che già sono in uso in alcune istituzioni regionali. La prospettiva è quella di individuare criteri e modalità comuni. Tali Linee Guida consentiranno alle Regioni di riconoscere reciprocamente la formazione erogata - per quanto riguarda la FAD/e-learning – rispondendo contemporaneamente a criteri e regole comuni.
Si riporta di seguito il testo integrale delle linee guida, trasmesso - dal Segretario Generale della Conferenza delle Regioni, Alessia Grillo - a tutti i Presidenti.
Premesso che
- le Regioni e le Province autonome hanno condiviso la necessità di adottare delle Linee Guida – da approvare in Conferenza delle Regioni - in merito all’utilizzo della Formazione a Distanza – FAD/e-learning, nei casi di formazione abilitante, a partire dalle procedure che già sono in uso in alcune Regioni e nella prospettiva di individuare criteri e modalità comuni;
- tali Linee Guida consentiranno alle Regioni e alle Province autonome di riconoscere reciprocamente la formazione erogata che per quanto riguarda la FAD/e-learning risponda a tali criteri e regole comuni.
Art. 1 Ambito di applicazione
Le presenti Linee Guida riguardano la formazione per l’accesso alle attività regolamentate i cui corsi abilitanti sono in capo alle Regioni e alle Province autonome ed in particolare riguardano l’utilizzazione della modalità di FAD/E-learning.
Resta salva la facoltà da parte delle Regioni e/o delle Province Autonome, di adottare disposizioni più restrittive per l’utilizzo della FAD/e-learning.
Alla formazione in materia di salute e sicurezza si applicano le disposizioni specificatamente previste negli Accordi in Conferenza Stato - Regioni.
Le presenti Linee Guida si applicano agli Accordi già siglati in Conferenza Stato Regioni e /o Unificata, in cui viene disciplinata la formazione abilitante per l’accesso alle attività professionali, fatte salve le specifiche disposizioni già stabilite all’interno degli accordi medesimi.
Per tutti gli Accordi futuri in materia di accesso alle professioni regolamentate la cui formazione è in capo alle Regioni verrà previsto/specificato un articolo con la disciplina della FAD/E-learning.
Art. 2 – Definizioni
Per FAD si intende una attività di insegnamento/apprendimento caratterizzata da una situazione di non contiguità spaziale (e talvolta temporale) tra docenti e discenti e dall’utilizzo intenso e sistematico delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, con particolare riferimento all’utilizzo di Internet e di modalità di monitoraggio dell’utilizzo da parte dei discenti. Ai fini del presente documento, non si include nella definizione di FAD il mero utilizzo di materiali didattici quali libri di testo e dispense (anche se in formato elettronico), cd-rom multimediali e similari.
Per E-learning si intende una specifica ed “evoluta” forma di FAD (vedi sopra) consistente in un modello di formazione in remoto caratterizzato da forme di interattività a distanza tra i discenti e i docenti e/o gli e-tutor e/o altri discenti, sia in modalità sincrona che asincrona. Attraverso piattaforme ad hoc, le tecnologie e-learning consentono il monitoraggio quali-quantitativo delle modalità di utilizzo, la possibilità di un reale supporto all’apprendimento, la verifica dei risultati di apprendimento raggiunti, nonché la creazione di gruppi didattici strutturati (es. “aule virtuali telematiche”, “webinar”), o semistrutturati (forum tematici, chat di assistenza).
Art. 2 – Vincoli in sede di utilizzo della FAD/E-learning
L’attivazione di percorsi in modalità di formazione a distanza deve essere specificatamente autorizzata e subordinata all’acquisizione di informazioni dettagliate ed esaurienti su:
a) gli elementi identificativi del progetto formativo;
b) la descrizione delle modalità in cui si realizzerà l'interazione didattica a distanza;
c) calendario, luoghi/orari di svolgimento dell'attività didattica e presenza di tutor multimediali;
d) i media utilizzati e la loro validazione da parte della Regione;
e) le modalità di valutazione dell'apprendimento previste;
f) la documentazione delle attività mediante tenuta di registri e/o report automatici prodotti dai sistemi informativi
Il tirocinio/stage e le ore di esercitazione pratica si realizzano sempre in presenza.
Art. 3 Contenuti e percentuale di utilizzazione della FAD/E-learning
L’utilizzo delle modalità formative FAD e/o E-learnig è consentito per i moduli formativi riguardanti gli aspetti teorici del percorso.
La percentuale massima consentita di impiego delle suddette modalità è pari al 30 % del monte ore complessivo del corso, al netto dell’eventuale tirocinio/stage.
Art. 4 Esami
L’esame conclusivo, finalizzato al rilascio dell’attestato/qualificazione, è effettuato sempre in presenza. Art. 5 Tracciabilità
Gli attestati/certificazioni rilasciati nell’ambito di una Regione/Provincia Autonoma dovranno riportare le indicazioni riguardo allo svolgimento della FAD/e-learning in conformità con quanto stabilito nelle presenti Linee guida.
Art.6. Spendibilità degli attestati/certificazioni
La spendibilità sull’intero territorio nazionale degli attestati/certificazioni rilasciati nel territorio di una Regione/Provincia Autonoma è subordinata all’osservanza delle presenti Linee Guida relative all’utilizzo di modalità di formazione a distanza/e-learning.


( red / 31.07.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top