Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3670 - giovedì 8 agosto 2019

Sommario
- Umbria: elezioni regionali il 27 ottobre
- Influenza: via libera ad Accordo sulle raccomandazioni per la stagione 2019-20
- AIFA approva la rimborsabilità della prima terapia CAR-T
- Aree di crisi industriale: osservazioni sul decreto che riforma interventi agevolati
- Naddeo: a settembre si punta a chiudere contratto medici dirigenti
- Prevenzione incendi in strutture sanitarie: chiesta correzione di un emendamento al Decreto

+T -T
Naddeo: a settembre si punta a chiudere contratto medici dirigenti

Poi si procederà speditamente con il contratto dei dirigenti dello Stato

(Regioni.it 3670 - 08/08/2019) All'Aran, l'Agenzia che per conto dello Stato tratta e firma i contratti del pubblico impiego, ad agosto si lavora intensamente ed il neo presidente Antonio Naddeo, insediatosi recentemente, è in piena attività in vista di settembre. "Il mio obiettivo è chiudere la stagione contrattuale precedente, del triennio 2016-2018, nel più breve tempo possibile, con la firma definitiva, a settembre, del contratto dei dirigenti medici e con l'idea di procedere speditamente con il contratto dei dirigenti dello Stato". E' questo l'auspicio di Naddeo che (conversando con l'agenzie Adnkronos) delinea una sorta di cronoprogramma delle priorità del suo mandato.
Naddeo è un esperto del settore con una lunga carriera alle spalle nella Funzione pubblica, dove è stato capo dipartimento dal 2006 al 2014 e già commissario straordinario dell'Aran dal 2009 al 2011, mentre negli ultimi quattro anni è stato capo dipartimento agli Affari regionali. "Per il contratto dei dirigenti sanitari - spiega - siamo alle battute finali, manca un ultimo tassello e ringrazio chi mi ha preceduto, Sergio Gasparrini, per averlo praticamente chiuso a luglio.
Quanto ai dirigenti statali, che sono circa 7.000, tra dirigenti di prima e seconda fascia (3.913), Aifa e i medici degli enti  previdenziali, ho convocato i sindacati il 5 settembre e ne ho informato il ministro Bongiorno, ministro per la Pa e presidente del Comitato di settore. Del resto sto seguendo le sue indicazioni che sono state di 'partire e chiudere i contratti'. Posso dire che le trattative sono a buon punto. Quindi si potrebbe chiudere entro il 2020 la nuova tornata se ci saranno risorse
L'età media dei dipendenti pubblici statali continua ad aumentare, in 16 anni è  cresciuta di 10 anni. "Nel 2001 l'età media dei dipendenti pubblici  dei ministeri era di 45 anni, a distanza di 16 anni, nel 2017, è  arrivata a 55 anni", spiega il neo presidente dell'Aran, anticipando il report semestrale  dell'Agenzia che sarà pubblicato oggi sul sito dell'Aran.
"Proprio per effetto del blocco delle assunzioni non c'è stato un turn over che potesse consentire il mantenimento di un giusto rapporto tra  giovani e anziani - spiega ancora Naddeo - al contrario il personale della pa si è invecchiato. Ma con quota 100 e con la politica del ministro  della Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno che ha voluto  riattivare le assunzioni ci potranno essere benefici perché con  l'accelerazione alle uscite e le nuove assunzioni si potrà abbassare  l'età media e ristabilire un giusto rapporto".
Quanto a uno svuotamento degli uffici, paventato da molti osservatori, che si potrebbe determinare con quota 100 Naddeo osserva che "alcuni  settori possono essere più a rischio di altri, nella scuola ad esempio e nella sanità dove è più facile trovare persone che per il tipo di  attività che svolgono, sono più incentivate di altre ad andare in  pensione". "La cosa ottimale - conclude - è prevedere un turn over  ordinario (1 entra e 1 esce), quello che si prospetta, che superi  finalmente la fase straordinaria del blocco delle assunzioni e faccia  entrare giovani con competenze specifiche negli uffici pubblici".

**PA: NADDEO (ARAN), 'A SETTEMBRE SI PUNTA A CHIUDERE CONTRATTI MEDICI E DIRIGENTI'** = 'convocati i sindacati il 5 settembre'


( red / 08.08.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top