Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3681 - lunedì 16 settembre 2019

Sommario
- Sicurezza cure: workshop Ministero Salute-Conferenza Regioni il 17 settembre
- Autonomia differenziata: si amplia il confronto
- Fondazione Gimbe: sanità negli ultimi 10 anni definanziata per oltre 37 miliardi
- Emiliano su autonomia e coordinamento regioni del Sud
- Inps: dati di settembre su reddito di cittadinanza
- Sicurezza cure: alcune iniziative delle Regioni per il 17 settembre "Open safety Day"

+T -T
Sicurezza cure: alcune iniziative delle Regioni per il 17 settembre "Open safety Day"

(Regioni.it 3681 - 16/09/2019) Domani, martedì 17 settembre, si  celebra la prima Giornata Mondiale della Sicurezza del Paziente (vedi anche articolo precedente). Una ricorrenza voluta dall'Assemblea mondiale della salute  dell'Organizzazione delle Nazioni Unite, che lo scorso 25 maggio ha  approvato con una risoluzione la proposta dell'Oms (Organizzazione  mondiale della sanità) di istituire, il 17 settembre di ogni anno, il World Patient Safety Day, impegnando l'Oms e tutti gli Stati del mondo a riconoscere la sicurezza delle cure una priorità fondamentale per la salute e ad adottare le azioni per ridurre i danni ai pazienti nelle  strutture sanitarie e socio-sanitarie.
La Regione Toscana ha aderito alla Giornata, organizzata dal Centro  Gestione Rischio Clinico (Grc) - in quanto Centro collaborativo  dell'Oms -, in collaborazione con la Direzione Diritti di cittadinanza e coesione sociale, l'Agenzia Regionale di sanità (Ars) e il Consiglio dei cittadini per la Salute: una serie di iniziative per promuovere le azioni concrete che il Servizio sanitario toscano sta mettendo in atto per migliorare la sicurezza dell'assistenza sanitaria. Momento clou  sarà il Flash mob sul tema del lavaggio delle mani, che si terrà  domani, martedì 17 settembre alle ore 17 a Firenze, in piazza della Repubblica.
I focus tematici che verranno promossi in Toscana sono: la sicurezza  di terapia, l'uso corretto degli antibiotici e il lavaggio delle mani. Tutte le iniziative sono realizzate grazie al coinvolgimento delle  Aziende sanitarie, degli Ordini dei medici e delle professioni  infermieristiche, dei medici di medicina generale, dei farmacisti  pubblici e privati e delle associazioni dei pazienti.  Queste le iniziative regionali - Flashmob "Prima  Giornata Mondiale della Sicurezza del Paziente". Flashmob sulla  Sicurezza del paziente dedicato al lavaggio delle mani per la  prevenzione delle infezioni, in programma il pomeriggio di martedì 17 settembre alle ore 17 in piazza della Repubblica a Firenze. Con la  partecipazione di scuole di ginnastica (Ginnastica Il Poggetto S.S.D e Fgi Federazione ginnastica d'Italia) e il coinvolgimento degli  operatori sanitari e dei cittadini presenti. Al termine della  performance verrà distribuito il materiale informativo sul lavaggio  delle mani e sulla sicurezza di terapia da parte degli studenti di  infermieristica, che indosseranno pannelli esplicativi sulle fasi del  corretto lavaggio delle mani. Al flash mob parteciperà anche  l'assessore al diritto alla salute della Toscana, Stefania Saccardi.
Distribuzione in tutte le farmacie del materiale informativo/educativo "5 Momenti per la sicurezza di terapia" - Consegna ai cittadini dei  quaderni e segnalibri "5 Momenti per la sicurezza di terapia" con  l'obiettivo di promuovere un processo più sicuro di assunzione e  gestione della terapia. Proiezione dei video per la sicurezza delle  cure "Sicuro. Con te siamo una squadra" e "Antibiotici, usali bene:  combatti i batteri resistenti!"
Diffusione alle aziende sanitarie, medici di medicina generale, ordini professionali, scuole di specializzazione per la proiezione nelle sale di attesa, pc e schermi informativi dei video: "Sicuro. Con te siamo  una squadra", cartoni animati e vignette dedicati ai temi della  sicurezza del paziente in generale, alla prevenzione delle infezioni,  alla prevenzione delle cadute, al passaggio di consegne, all'uso  corretto degli antibiotici; "Antibiotici, usali bene: combatti i  batteri resistenti" sull'uso corretto degli antibiotici, progettato e  realizzato da Ars Toscana.
Portare con sé la propria 'storia sanitaria' quando si va dal medico, comunicare con precisione agli operatori le terapie che si stanno seguendo o eventuali allergie, indossare il braccialetto identificativo se richiesto all'ingresso in ospedale. Sono alcuni dei semplici consigli, promossi dall'assessorato regionale alla Sanità dell'Emilia- Romagna, per poter accedere e usufruire dei servizi sanitari in tutta sicurezza, per contribuire a migliorare ulteriormente le cure e i servizi e, soprattutto, per ridurre i rischi collegati all'assistenza. Anche quest'anno il 17 settembre, 'Giornata mondiale per la sicurezza dei pazienti', e da aprile scorso anche 'Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita', la Regione lancia la campagna 'Sicurinsieme' e promuove il secondo appuntamento con l'Open Safety Day: l'apertura nei principali ospedali di punti informativi dedicati, con personale sanitario pronto a rispondere a dubbi e domande dei cittadini.
"La sicurezza - afferma l'assessore regionale alle Politiche per la salute, Sergio Venturi - è una componente fondamentale dell'assistenza sanitaria e rappresenta un elemento imprescindibile per l'erogazione di prestazioni di elevata qualità. La Regione Emilia-Romagna è da anni impegnata a promuoverla in ospedali e strutture sanitarie e a prevenire i potenziali esiti indesiderati che sono sempre possibili nei processi assistenziali. E' un'attività svolta quotidianamente dal nostro Servizio sanitario attraverso analisi, valutazione e prevenzione dei rischi, applicazione e monitoraggio di buone
pratiche, per garantire livelli di sicurezza elevati. Ma per migliorare serve la collaborazione di tutti. Ed informare i cittadini è il primo passo per creare quel circuito virtuoso, a sostegno di un'assistenza più veloce e precisa, che oltre ad offrire migliori prestazioni da parte degli operatori e una maggiore sicurezza per tutti, può rafforzare anche il rapporto di fiducia tra pazienti e operatori. La sicurezza va declinata in tutti i possibili aspetti, anche quella degli operatori sanitari: chi presta la propria opera per assicurare la migliore assistenza ai cittadini deve essere tutelato dalle aggressioni.
Stiamo completando delle Linee di indirizzo per le Aziende sanitarie che condivideremo con le Organizzazioni sindacali: la Regione investirà le risorse necessarie per contrastare ogni forma di aggressione assicurando una maggior tutela ai dipendenti, migliori sistemi di sicurezza e di vigilanza e promuovendo una campagna di comunicazione rivolta ai cittadini".
La campagna di comunicazione 'Sicurinsieme' conferma i temi lanciati lo scorso anno: la possibilità per i cittadini di dare suggerimenti per il miglioramento della sicurezza, la collaborazione per una corretta identificazione, l'importanza di un'anamnesi accurata e completa, la corretta gestione dei farmaci.  A questi si aggiungono tre nuovi temi per altrettante cartoline: 'Proteggiamoci insieme', sui dispositivi di protezione individuale e collettiva; 'La cura è nelle nostre mani' sull'igiene delle mani, 'Non facciamo passi falsi' sulla prevenzione delle cadute. La campagna sui social media prevede la veicolazione dello spot che sottolinea che una "sanità più sicura dipende da noi" e di tre pillole video (che riprendono i contenuti della campagna informativa cartacea), oltre a post sponsorizzati. Poster e cartoline tematiche saranno distribuiti nei principali ospedali regionali, in particolare dove è più facile intercettare l'attenzione dei potenziali utenti, come sale d'aspetto degli ambulatori specialistici e dei Pronto soccorso, punti Cup, sportelli ritiro referti. I contenuti saranno inoltre condivisi sul profilo Facebook e Youtube della Regione.
In Friuli Venzia Giulia l'attenzione sarà focalizzata sulla sicurezza delle cure per sostenere anche a livello locale una consapevolezza a riguardo e favorire attività ad hoc. Del resto è questo l'obiettivo della Giornata mondiale per la sicurezza delle cure, prevista per domani e che sarà ricordata in Regione, dover peraltro è già attiva la "Rete cure sicure Fvg".
"Favorire l'uso consapevole e sicuro dei farmaci - afferma il il Vice Presidente del Friuli Venzia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi - prevenire le infezioni correlate all'assistenza, garantire la sicurezza in chirurgia, sostenere il corretto utilizzo degli antibiotici e combattere la diffusione dei batteri resistenti a questi farmaci, sostenere azioni per prevenire l'insorgenza delle lesioni da decubito e per evitare le cadute, gestire nella maniera più efficace per il paziente il dolore, valutare la qualità e la sicurezza della documentazione clinica, sono alcuni dei programmi della Rete Cure Sicure già attiva da anni in Fvg". La "Rete" - si legge in una nota dell'Azienda sanitaria universitaria integrata di Trieste - coinvolge tutte le aziende sanitarie, per garantire la presenza degli stessi standard di sicurezza e qualità delle cure su tutto il territorio; inoltre coinvolge anche i cittadini, in sinergia con le associazioni.  Dal 2013 - conclude la nota - la Regione organizza la "Giornata regionale della sicurezza e qualità delle cure", che quest'anno si terrà il 12 dicembre: un'occasione per condividere le esperienze messe in atto sul tema della sicurezza delle cure e per fare una riflessione condivisa sui risultati raggiunti e le azioni da intraprendere per continuare a migliorarsi.




( red / 16.09.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top