Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3684 - giovedì 19 settembre 2019

Sommario
- Conferenza delle Regioni il 26 settembre alle ore 11.00
- Boccia: l'autonomia è scolpita nella nostra Costituzione
- Patto salute: Icardi "ingranata la quinta"
- Enit: bene il turismo nelle nostre spiagge
- Abruzzo: Marsilio fa il bilancio dei primi sei mesi di governo
- Sanità: pubblicato l'annuario statistico del SSN 2017

+T -T
Abruzzo: Marsilio fa il bilancio dei primi sei mesi di governo

(Regioni.it 3684 - 19/09/2019) "Per la prima volta l'Abruzzo è tornato al centro anche dell'interesse e delle politiche nazionali. I 120milioni stanziati dal Governo per risolvere l'annoso tema della sicurezza idrica del Gran Sasso, ad esempio, sono soldi che abbiamo negoziato noi, portato noi". Lo ha detto il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, aprendo questa mattina la conferenza stampa, a Pescara, sala Favetta del Museo delle Genti d'Abruzzo, in occasione della quale ha illustrato l'attività svolta dal suo governo nei primi 180 giorni. Presenti in sala gli stakeholder e i rappresentanti delle categorie datoriali e professionali.  “Sei mesi sono sufficienti per cominciare a tracciare le prime linee e per far capire cosa abbiamo fatto e cosa stiamo rimettendo in piedi di una Regione che abbiamo trovato in condizioni molto critiche". Per Marsilio 180 giorni di Governo consentono anche di “prefigurare quello che, grazie a questo lavoro, verrà fatto in un prossimo futuro”.
"Quando si parla di ricostruzione si devono dismettere le bandiere di partito e lavorare nell'interesse dei cittadini. È un'emergenza che riguarda tutti e su cui tutti abbiamo condiviso esigenze portata al tavolo nazionale dalla Regione e purtroppo ad oggi recepite ancora solo in parte. Sulla ricostruzione il dialogo c'è sempre stato”. Così il Presidente abruzzese, Marco Marsilio, commenta la possibilità che l'incarico di commissario alla Ricostruzione per i terremoti nel Centro Italia del 2016 e 2017 sia affidato a Giovanni Legnini, ex presidente del Csm e suo avversario alle regionali.
"Vorremmo definire questi sei mesi di lavoro come la classica metafora della foresta che cresce, fa poco rumore, della quale inizialmente non si vede il risultato. Poi a un certo punto si cominciano a vedere tanti alberi che salgono e il risultato finale. È così, il lavoro amministrativo è fatto così”. E sempre a proposito della ricostruzione, il lavoro dell'amministrazione "ha moltiplicato il numero di pratiche licenziate e il numero del personale a disposizione degli uffici". L'aumento di personale del 50% è stato ottenuto con la trattativa col Governo e inserito nello Sblocca Cantieri per cui "avremo 104 unità negli uffici della Ricostruzione e non 56, con 70 al posto dei 28 attuali nell'Ufficio speciale della Ricostruzione", ha spiegato. E infine sui ritardi ha aggiunto: "Sono dovuti al fatto che chi ha amministrato prima di me oggi fa il professore e ha lasciato un ufficio fermo con numeri ridicoli: meno di 9 pratiche al giorno venivano smaltite. Oggi-ha concluso Marsilio - ne sono 30 con lo stesso personale. C'era un problema di organizzazione che abbiamo sbloccato invertendo la marcia".
Infine Marsilio ha annunciato che "Nei prossimi mesi” si dovrà “lavorare ad una nuova manovra di bilancio che faccia capire quali sono le nuove realtà, lavorando soprattutto in tema di investimenti, sostegno alle imprese, economia e lavoro. Dobbiamo affrontare la crisi economica visto che la possibilita' di recessione esiste".
Uno degli obiettivi principali - ha spiegato Marsilio - è "fare dell'Abruzzo una regione centrale nelle logiche di sviluppo e non marginale come è stata lasciata. Questo anche sul tema delle infrastrutture. Abbiamo gia' affrontato con l'ex ministro e lo faremo anche con il nuovo, il fatto di essere stati isolai, tagliati dalle rotte europee, con porti insabbiati, problemi sull'autostrada e riguardo le ferrovie le cui condizioni sono sotto gli occhi di tutti. Presto affronteremo un altro round con tutte le istituzioni compresa Rfi e il governo che per primo deve credere negli investimenti".
Puntando soprattutto sulla "attrattivita' che, ha spiegato nel suo intervento, ritiene possibile anche grazie ai nuovi dirigenti e direttori della struttura regionale a cominciare dai nuovi direttori generali delle Asl senza dimenticare il ruolo dei dipendenti: "Abbiamo lavorato per motivarli e presto faremo dei bandi perché chi lavora nel pubblico sappia che se lo si vuole si può crescere all'interno dell'amministrazione".
Sono seguiti gli interventi del vicepresidente Emanuele Imprudente, che ha ricordato come l'Abruzzo sia "intriso di emergenze, dall'agricoltura alla gestione dei parchi e riserve regionali, settori che hanno bisogno di forte attenzione", gli assessori Nicola Campitelli ("abbiamo ottenuto lo snellimento delle procedere amministrative e lo considero un risultato importante per le nostre imprese e per il futuro del tessuto economico"), Mauro Febbo ("stiamo affrontando con determinazione le tante vertenze che hanno colpito la nostra regione, ora spazio a interventi strutturali, come l'attivazione dei contratti di sviluppo e di innovazione dove sono previste risorse economiche, e la rimodulazione della Zes: noi ci siamo, a differenza dei precedenti amministratori") e Piero Fioretti ("tuteleremo il sistema scolastico abruzzese: vogliamo salvare le eccellenze del territorio, e penso alla scuola d'arte Grue di Castelli, è l'emblema del nostro artigianato"). Mentre l'assessore al bilancio, Guido Quintino Liris, ha illustrato il lavoro svolto durante i primi 180 giorni per "il riallineamento contabile del bilancio regionale che, in primis, consentirà di assumere nuovo personale dopo i pensionamenti generati da «quota 100»". L'assessore alla sanità, Nicoletta Verì, ha ricordato l'impegno profuso per la "riorganizzazione della rete sanitaria, l'approvazione del nuovo fabbisogno del personale nella Asl, a seguito del quale potranno essere assunti 1755 nuove unità, tra medici e personale infermieristico, così da ridurre le liste di attesa e migliorare i servizi". L'ultimo intervento è toccato al Sottosegretario alla Presidente della Giunta regionale, Umberto D'Annuntiis, che ha rivendicato - slide alla mano - il lavoro svolto per concretizzare i fondi per la viabilità, che la precedente maggioranza aveva solo annunciato. Nuovi interventi sono previsti per le infrastrutture e per il trasporto pubblico locale".

Link al video 180 giorni https://youtu.be/hjoBfzg-XSg

 
 


( red / 19.09.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top