Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3684 - giovedì 19 settembre 2019

Sommario
- Conferenza delle Regioni il 26 settembre alle ore 11.00
- Boccia: l'autonomia è scolpita nella nostra Costituzione
- Patto salute: Icardi "ingranata la quinta"
- Enit: bene il turismo nelle nostre spiagge
- Abruzzo: Marsilio fa il bilancio dei primi sei mesi di governo
- Sanità: pubblicato l'annuario statistico del SSN 2017

+T -T
Boccia: l'autonomia è scolpita nella nostra Costituzione

Se costruiamo un modello che fa dei livelli essenziali il primo punto e non l'ultimo forse ci capiamo

(Regioni.it 3684 - 19/09/2019) “L'autonomia è scolpita nella nostra Costituzione e la faremo”. Così il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia, che sottolinea il principio base della sussidiarietà: “Vogliamo farla così com'è scritta nella Costituzione. – precisa Boccia - Non la si decide su un territorio o un altro, la si decide insieme e rispettando la Costituzione. E la Costituzione va letta bene. Non si può parlare di autonomia senza ripartire da un impegno serio che diventa una lotta alle diseguaglianze. Non si può parlare di autonomia se non si declina la parola autonomia in sussidiarietà, se non si pensa a un nuovo modello sociale che viene fuori dopo una riforma così profonda. I livelli essenziali delle prestazioni non sono scritti per caso nella nostra Costituzione. Vorrei che si capovolgesse lo schema e che si partisse dalla consapevolezza che l'autonomia se la chiamiamo sussidiarietà funziona”.
“Francamente – ha anche dichiarato Boccia - far decidere ai singoli territori i concorsi nella scuola e i profili che devono avere gli insegnanti mi sembra una forzatura inaccettabile”.
"Io sono d'accordo con i presidenti di Regione quando chiedono maggiore autonomia amministrativa. Mi riferisco al numero di studenti per classi. Ha senso che lo decida il territorio se una classe deve essere di 15 o 25 alunni, se nelle valli è meglio accorpare o potenziare alcune classi è giusto che lo decida il territorio". Ma Boccia è contrario a "far decidere ai singoli territori i concorsi nella scuola e i profili che devono avere gli insegnanti".
“Sono sicuro che - sostiene Boccia - Regione per Regione troveremo la soluzione per mettere insieme le ragioni di una nuova lotta alle diseguaglianze e di un'autonomia che deve esserci. Non sto bocciando nessuno. Io parto lunedì e voglio ascoltare, però vorrei anche essere ascoltato. L'autonomia non può essere un progetto unidirezionale. Se costruiamo un modello che fa dei livelli essenziali il primo punto e non l'ultimo forse ci capiamo. Auspico che tutte le regioni si siedano al tavolo perché sarebbe un bel segnale. Anche io voglio l'autonomia, voglio farla bene. La chiamerò sempre più sussidiarietà”.
 
 





( gs / 19.09.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top