Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3692 - martedì 1 ottobre 2019

Sommario
- Consiglio dei ministri approva nota di aggiornamento al Def
- Emilia-Romagna: Venturi su carenza medici di famiglia in comuni montani
- Banda larga: Regioni chiedono interventi per recuperare ritardi
- Corte dei Conti: sprechi e inefficienze nel settore pubblico non sono tollerabili
- Autonomia: Boccia ha incontrato i presidenti di Piemonte e Valle d'Aosta
- Speranza: Finanziaria con un ddl di riordino della materia dei ticket

+T -T
Consiglio dei ministri approva nota di aggiornamento al Def

Decisione assunta il 30 settembre

(Regioni.it 3692 - 01/10/2019) Il Consiglio dei ministri del 30 settembre ha approvato la nota di aggiornamento al Def, il documento di economia e finanza che disegna la cornice della prossima manovra di quasi 30 miliardi.
Le parole chiave della politica economica sono crescita e sostenibilità delle finanze pubbliche, “attraverso l’incremento degli investimenti pubblici, in particolare di quelli per l’innovazione, per la conversione all’economia verde e per il potenziamento delle infrastrutture materiali, immateriali e sociali, a partire dagli asili nido; l’azzeramento delle clausole di salvaguardia sull’Iva per il 2020 e la loro riduzione per il biennio 2021-2022; la riduzione del carico fiscale sul lavoro; l’aumento della produttività del sistema economico, della pubblica amministrazione e della giustizia; la digitalizzazione dei pagamenti; il rafforzamento delle politiche di riduzione delle disuguaglianze e della disoccupazione, a ...

+T -T
Emilia-Romagna: Venturi su carenza medici di famiglia in comuni montani

(Regioni.it 3692 - 01/10/2019) L'assessore alle Politiche per la salute della regione Emilia-Romagna, Sergio Venturi, rileva il problema di garantire la presenza dei medici di famiglia in tutti i territori montani, spiegando che "alcuni medici, pure avendo scelto una zona carente, hanno rinunciato ad aprire lo studio".
Venturi evidenzia quindi che "nei prossimi mesi è prevista l'assegnazione di eventuali carenze ancora non coperte ai medici frequentanti il corso di formazione triennale", sostenendo inoltre che “negli ultimi anni abbiamo incrementato il numero di posti nel corso triennale di medicina generale (passando dalle 80 unità nel triennio 2017-2020 alle 167 nel triennio 2018-2021, fino alle 210 unità nel triennio 2019-2022)”.
Venturi inoltre precisa che sono state assegnate le prime zone carenti e per quelle residuali a inizio novembre e' prevista una seconda chiamata, "con una procedura che vede la partecipazione anche di medici inseriti nelle ...

Documento della Conferenza delle Regioni del 26 settembre

+T -T
Banda larga: Regioni chiedono interventi per recuperare ritardi

(Regioni.it 3692 - 01/10/2019) Serve una forte accelerazione degli interventi per la banda ultra larga nelle aree bianche, prevedendo criteri territoriali per gli incentivi alla domanda e azioni sulle aree grigie. E' questa la richiesta contenuta in un ordine del giorno approvato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome nella riunione del 26 settembre (vedi anche "Regioni.it" n.3690).
Si tratta di questioni urgenti. le Regioni stanno subendo forti pressioni da parte dei territori proprio a causa dei ritardi accumulati nell’attuazione del Grande Progetto per la Banda Ultra Larga. Ritadi che possono anche pregiudicare la rendicontazione dei fondi strutturali messi a disposizione dalle Regioni stesse.
Il Documento è stato inviato dal presidente Stefano Bonaccini al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte  affinché possa esserci un confronto urgente, attraverso la  convocazione del Comitato per la diffusione della Banda Ultralarga (Cobul).
Il testo integrale ...

+T -T
Corte dei Conti: sprechi e inefficienze nel settore pubblico non sono tollerabili

(Regioni.it 3692 - 01/10/2019) “Dare la colpa ai nostri controlli se Comuni e Regioni hanno problemi è come rimproverare il termometro perché misura la febbre”. Così Angelo Buscema, presidente della Corte dei Conti, che aggiunge come l'obiettivo di deficit oltre il 2%  sia giusto: "solo se fondato su scelte di spesa selettive e non su erogazioni a poggia”. Nella manovra si potrebbe partire "da investimenti per rimuovere i vincoli strutturali alla crescita, a cominciare da infrastrutture, istruzione e formazione professionale”.
Per Buscema bisogna incoraggiare i pagamenti elettronici nella lotta all'evasione fiscale, che "sicuramente aiuta. Ma molto di più aiuterebbe l'anagrafe dei rapporti finanziari, istituita ma poco usata dall'amministrazione fiscale", senza prescindere dalle 'manette agli evasori' per i reati più gravi (fatture false, frode fiscale), ma "serve solo se ha effetti di deterrenza. Il che dipende dalla ...

+T -T
Autonomia: Boccia ha incontrato i presidenti di Piemonte e Valle d'Aosta

Cirio a Mattarella: la richiesta di maggiore autonomia non ci farà arretrare di un solo passo nel nostro impegno per la solidarietà tra Regioni

(Regioni.it 3692 - 01/10/2019) "Vorrei che questo processo non avesse un colore politico ma fosse un meccanismo condiviso e soprattutto il simbolo di una idea che tiene insieme Nord e Sud, e tiene insieme le aree più sviluppate e meno sviluppate di ciascuna Regione". Così il ministro per gli Affari regionali e l'Autonomia, Francesco Boccia, il 30 settembre all'incontro con il presidente del Piemonte Alberto Cirio, che lo ha ricevuto a Torino per presentargli le richieste della Regione Piemonte. "Entro fine anno - ha annunciato Boccia - avremo chiarito se saremo in grado di accelerare sui livelli essenziali delle prestazioni o se si debba partire dai fabbisogni standard per approdare velocemente sui livelli essenziali. L'unica cosa che non posso sentire - ha rimarcato - è il modello della spesa storica, perché quel modello ci porta alla separazione del Paese".
Per il ministro degli Affari regionali e dell'Autonomia Francesco Boccia, senza "una cornice nazionale" ...

+T -T
Speranza: Finanziaria con un ddl di riordino della materia dei ticket

Due miliardi in più per il Fondo sanitario nazionale

(Regioni.it 3692 - 01/10/2019) Nell'ultimo Consiglio dei ministri, quello del 30 settembre, “abbiamo deciso di collegare alla Finanziaria un ddl di riordino della materia dei ticket, che è la modalità di compartecipazione dei cittadini alla spesa sanitaria. Lo faremo - annuncia il ministro della Salute, Roberto Speranza - con un criterio di progressività”.
Speranza spiega che questo significa che “chi ha di più deve pagare di più, chi ha di meno deve pagare di meno". Sulla base di tale principio saranno rimodulati i ticket sanitari.
Infatti, spiega il ministro della Salute, "di fronte a un ticket sanitario non conta quanti soldi hai e non conta se sei un miliardario o una persona in difficoltà economica. Infatti, al di là delle soglie di esenzione, si paga sempre la stessa cosa. Io credo che su questo si possa intervenire con un principio molto semplice – ribadisce Speranza - chi ha di più deve pagare di più ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top