Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3730 - lunedì 25 novembre 2019

Sommario
- Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne
- Istat: diminuiscono ancora i nati
- Liguria: Toti incontra De Micheli su emergenza frane
- Vino: wine2wine, export da record
- Ricostruzione post sisma: gli emendamenti al disegno di legge
- Qualità dell'aria: emendamenti al Disegno di legge in discussione al Senato

Documento della Conferenza delle Regioni del 15 novembre

+T -T
Qualità dell'aria: emendamenti al Disegno di legge in discussione al Senato

Non appare pienamente rispettato il principio di leale collaborazione tra lo Stato e le Regioni

(Regioni.it 3730 - 25/11/2019) La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome nella seduta del 15 novembre ha approvato un documento sul Disegno di Legge n. 1547 recante “misure urgenti per il rispetto degli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/ce sulla qualità dell'aria . Il testo è stato trasmesso dal Presidente Stefano Bonaccini - come contributo al dibattito parlamentare a Vilma Moronese (Presidente della 13° Commissione del Senato) e a Patty L’Abbate (Relatrice del Disegno di Legge).
Si riporta di seguito l'introduzione al testo la cui versione integrale è stata pubblicata nella sezione "rapporti istitruzionali" del sito www.regioni.it .
Posizione delle Regioni e delle Province autonome sul disegno di legge n. 1547, conversione in legge del decreto-legge 14 ottobre 2019 recante “misure urgenti per il rispetto degli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/ce sulla qualità dell'aria e proroga del termine di cui all'articolo 48, commi 11 e 13, del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189 convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229”.
Il 15.10.2019 è entrato in vigore il Decreto Legge 14 ottobre 2019, n. 111 “Misure urgenti per il rispetto degli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE sulla qualità dell'aria e proroga del termine di cui all'articolo 48, commi 11 e 13, del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229. (19G00125) (GU Serie Generale n.241 del 14-10-2019), attualmente in corso di conversione (Disegno di Legge n. 1547).
Il Decreto-legge, che si compone di nove articoli, prevede l’adozione da parte del Consiglio dei Ministri su proposta del Ministero dell’Ambiente del “Programma strategico nazionale per il contrasto ai cambiamenti climatici e il miglioramento della qualità dell’aria”, da adottarsi entro 60 giorni dall’entrata in vigore del decreto. Introduce inoltre alcune norme che “mirano a incentivare comportamenti e azioni virtuose programmando una serie di interventi multilivello, idonei a coinvolgere tutti gli attori responsabili” (cfr. Relazione).
Sotto il profilo del metodo, alla luce del quadro normativo di riferimento in materia di qualità dell'aria e del principio di leale collaborazione, stante la natura trasversale della materia ambientale, si fa presente che, con riferimento al provvedimento in esame, il Governo non ha garantito un effettivo coinvolgimento delle Regioni e le P.A., tale da consentire alle stesse di formulare osservazioni organiche, concrete e costruttive utili per correggere i limiti che caratterizzano l’attuale impianto normativo. A tale riguardo si richiama quanto previsto dal quadro normativo vigente laddove, nell’ambito delle competenze definite dal Dlgs 155/2010, compete alle Regioni l’analisi dei superamenti dei limiti, l’individuazione delle relative cause e la definizione delle misure di risanamento. Ciò, anche in considerazione di quanto previsto dall’art. 1 comma 2 del Decreto Legge in esame, in base al quale tutte le pubbliche amministrazioni conformano le proprie attività agli obiettivi indicati in materia di contrasto ai cambiamenti climatici e qualità dell'aria.
Le Regioni fanno presente che, pertanto, non appare pienamente rispettato, nella sua effettività, il principio di leale collaborazione tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome, in quanto sarebbe stato auspicabile un maggiore coinvolgimento delle Regioni, sia nella fase genetica della redazione del provvedimento, che nel corso dei lavori parlamentari relativi all’esame del disegno di legge di conversione.
Nel merito dei contenuti del DL, da una disamina complessiva, le Regioni rilevano 6 aree di criticità considerate poi nel dettaglio dal documemto (vedi versione integrale)
A) Disorganicità del documento
B) Tema della qualità dell’aria
C) Misure per l’incentivazione di prodotti sfusi o alla spina
D) Cambiamenti climatici e dissesto idrogeologico
E) Pubblicazione dei dati
F) Mobilità sostenibile

Il documento propone infine le proposte di modifica e gli emendamenti delle Regioni e delle Province autonome

 Link al documento integrale della Conferenza delle Regioni del 15 novembre 2019: Posizione delle Regioni e delle Province autonome sul disegno di legge n. 1547, conversione in legge del decreto-legge 14 ottobre 2019 recante “Misure urgenti per il rispetto degli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/ce sulla qualità dell'aria e proroga del termine di cui all'articolo 48, commi 11 e 13, del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189 convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229”

Foto di Надежда Зима da Pixabay

( red / 25.11.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top