Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3735 - lunedì 2 dicembre 2019

Sommario
- Consulta: ricostruzione territori terremotati richiede l'intesa Stato-Regioni
- Sanità: in otto anni, due miliardi in meno per il personale
- Pro loco: Bonaccini, apprezzamento per la capacità di questi enti di organizzare eventi
- Istat: agricoltura, struttura e caratteristiche delle unità economiche
- Reddito di cittadinanza: Anpal, tutti navigator operativi
- Gazzetta Ufficiale: la rassegna di novembre

+T -T
Consulta: ricostruzione territori terremotati richiede l'intesa Stato-Regioni

Ceriscioli: messaggio che va al governo è quello di ascoltare le Regioni nell'ambito della ricostruzione

(Regioni.it 3735 - 02/12/2019) La ricostruzione dei territori terremotati richiede l'intesa tra Stato e Regioni: lo ha sancito la Corte costituzionale con una sentenza depositata il 2 dicembre, che comunque fa salvi i provvedimenti emergenziali già approvati.
La ricostruzione dei territori colpiti da terremoto - ha stabilito la Consulta con la sentenza n. 246 (relatore Giovanni Amoroso) - rientra nelle materie della "protezione civile" e del "governo del territorio", che appartengono alla competenza legislativa concorrente dello Stato e delle Regioni. Perciò lo Stato, "nel regolare tale ricostruzione, non può prescindere dalla preventiva intesa con i Presidenti delle Regioni interessate ed è costituzionalmente illegittima la norma che invece dell'intesa richiede un semplice parere".
Con la stessa sentenza, "in considerazione dell'esigenza di continuità dell'azione del commissario straordinario, la Corte ha fatto salvi gli effetti utili dell'azione amministrativa già posta in essere per la situazione emergenziale".
Il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, commenta che si tratta di “un giorno importante per le Marche: la Corte Costituzionale riconosce il valore e l’importanza del ruolo delle Regioni nella ricostruzione”. “Con questa sentenza – spiega Ceriscioli- si ripristina l'intesa. Il messaggio che va al governo nazionale è quello di ascoltare le Regioni nell'ambito della ricostruzione. Abbiamo chiesto in questi giorni al premier Conte di approvare tre emendamenti dentro il decreto che permettono di accelerare la ricostruzione pubblica, la ricostruzione privata e garantire il posto a chi lavora negli uffici di ricostruzione. Questa è la richiesta delle Regioni con la volontà di mettere in moto un’accelerazione che permetta ai cittadini delle Marche, e delle altre regioni colpite dal sisma, di tornare a casa. Ascoltiamo la Corte Costituzionale, accogliamo queste istanze e noi saremo in grado di offrire una risposta importante nostri cittadini”.


 
Ricostruzione territori terremotati, Regioni Marche e Umbria: Sentenza 246/2019 Corte Costituzionale

 
[Marche] CERISCIOLI SULLA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE: ‘RICONOSCIUTO IL VALORE E L’IMPORTANZA DEL RUOLO DELLA REGIONE NELLA RICOSTRUZIONE’


( gs / 02.12.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top