Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3737 - mercoledì 4 dicembre 2019

Sommario
- “Viaggio Italiano”: unica Rete nazionale per turismo lontano dai percorsi convenzionali
- Corte Costituzionale: sentenza su Commissario ad acta in sanità
- Dibattito in corso su autonomia e legge quadro
- Scuola: osservazioni sul Piano straordinario per adeguamento a normativa antincendio
- Istat: la produzione e la lettura di libri in Italia
- Epatite C: audizione alla Camera di dirigenti e tecnici della Conferenza delle Regioni

+T -T
Dibattito in corso su autonomia e legge quadro

Interventi di Cirio, Fontana, Zaia, Toti e Boccia

(Regioni.it 3737 - 04/12/2019) Il Consiglio regionale del Piemonte "entro fine anno avrà pronta e approverà la delibera sull'autonomia, che incardina di fatto la procedura per la trattativa tra la Regione Piemonte e lo Stato. Ci portiamo in pari con le Regioni che hanno fatto da apripista come Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna”. Così il presidente della regione Piemonte, Alberto Cirio.
Scrivere insieme Piemonte, Lombardia, Veneto e Liguria una legge su una materia dell'autonomia, quella dell'istruzione. E' la proposta fatta da Cirio al presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana: “sono pronto, se il governatore Fontana vorrà, visto che abbiamo già fatto un incontro proprio qui a Milano con lui, Luca Zaia e Giovanni Toti, questa legge su una materia a farla tutti uguale”.
Sempre sul tema autonomia e istruzione il presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana, spiega che “in Lombardia 14.000 cattedre vuote all'inizio dell'anno scolastico. Con l'Autonomia possiamo risolvere questo problema, con concorsi regionali piu' veloci e riconoscendo ai professori che lavorare e vivere in Lombardia ha un costo diverso che in altre parti d'Italia”.
Zaia incalza il Governo: “se il governo vuol firmare l'intesa sull'autonomia lo può fare anche oggi”. Per Zaia non c'è altra strada perché “la scelta dell'autonomia significa per questo Paese abbandonare il Medioevo nel quale sta sprofondando, e puntare ad un nuovo Rinascimento”.
Zaia quindi sottolinea di "essere fermo all'ultima Conferenza Stato-Regioni, in cui c'è stato un formale impegno del governo a portare in tempi brevi la legge quadro in Consiglio dei ministri: legge per la quale le Regioni hanno peraltro chiesto un approfondimento sul fronte della norma finanziaria. Il ministro Boccia ha annunciato che l'intesa si potrà firmare a inizio dell'anno prossimo. A questo punto, noi i compiti a casa li abbiamo fatti tutti, ora tocca al Governo”.
Sull'autonomia, “abbiamo dato in Conferenza delle Regioni una pre intesa al progetto del ministro Boccia. – afferma il presidente della regione Liguria, Giovanni Toti - Ora il governo porti avanti questo progetto e con la necessaria speditezza all'interno della legge di stabilita', perche' ci sono regioni che aspettano da due anni ormai”.
Aggiunge Toti: "abbiamo apprezzato lo sforzo: non e' esattamente quello che tutte le regioni avrebbero voluto, ma e' una buona base di lavoro su cui andare avanti, su cui raggiungere poi le intese".
"Mi pare che all'interno del governo, come su molte altre cose - ha sottolineato Toti - i pareri restino difformi e ci auguriamo, come Regioni, che trovino un'intesa: esserne certi mi risulta difficile”.
Infine il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, sostiene la promessa che il provvedimento sull’autonomia “sarebbe stato un ddl collegato alla manovra 2020 e sarà un ddl collegato alla manovra 2020". Lo afferma al termine di un lungo vertice con i capigruppo della maggioranza durante il quale ha illustrato la bozza della legge quadro sulle autonomie.
"Ora - aggiunge - vorrei chiudere questo percorso. Continuare a informare passo dopo passo le Regioni ed Enti locali. Tireremo le somme con le forze politiche della maggioranza e penso - conclude Boccia - che nel giro di qualche giorno saremo in grado di darvi un calendario adeguato dei tempi".

 
AUTONOMIA: ZAIA, 'GOVERNO LA VARI SUBITO O VADA A CASA'

 
Autonomia: Fontana, ci farà risolvere problema cattedre vuote

 
Autonomia: Cirio, percorso imposto da governo in Stato-Regioni

 
Fontana: se no autonomia su scuola legge con Toti, Cirio e Zaia





( gs / 04.12.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top