Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3743 - giovedì 12 dicembre 2019

Sommario
- Reddito di cittadinanza: confronto con Catalfo su attuazione
- Istat: export cresce in tutte le Regioni
- Corte dei Conti: audizione su autonomia e federalismo fiscale
- Asili nido: offerta sul territorio nell’anno scolastico 2017/2018
- Il Consiglio dei Ministri del 12 dicembre su alcune leggi regionali
- Mercato del lavoro: Toti e Zingaretti commentano i dati Istat

+T -T
Asili nido: offerta sul territorio nell’anno scolastico 2017/2018

Indagine Istat

(Regioni.it 3743 - 12/12/2019) L’Istat rileva l’offerta di asili nido sul territorio nell’anno scolastico 2017/2018. Sono 13.145 i servizi educativi per la prima infanzia. Il 51% dei 354.641 posti autorizzati al funzionamento sono pubblici, dotazione è ancora sotto il parametro del 33% fissato dall’Unione Europea già per il 2010. I posti nei servizi educativi rivolti alla prima infanzia coprono infatti solo il 24,7% dei potenziali utenti – i bambini con meno di 3 anni.
A livello territoriale persiste ancora un’elevata eterogeneità sia per quanto riguarda l’offerta, rappresentata dalla quota di Comuni che offrono i servizi (Nord-est 89,4%, Nord-ovest 59,1%, Centro 54,3%, Sud 47,2% e Isole 33,8%, con un valore medio nazionale del 58,3%), sia rispetto ai bambini residenti presi in carico dai Comuni: si passa dal 19,6% del Nord-est al 5,1% del Sud, a fronte di un valore medio nazionale che si attesta al 13,5%.
In Valle D’Aosta 47 bambini su 100 hanno un posto disponibile nei servizi educativi, in Campania meno di 9. L’obiettivo del 33% è stato superato già da alcuni anni in Valle d’Aosta, nella Provincia Autonoma di Trento, in Emilia Romagna, Toscana e Umbria.
Al Nord-est e al Centro la ricettività è molto prossima al target europeo mentre nelle restanti regioni del Centro-nord i valori sono inferiori ma non lontani dal 30%.
“Nel Mezzogiorno si è ancora lontani dall’obiettivo, nonostante alcuni segnali di miglioramento”, evidenzia l’Istat, con la sola eccezione della Sardegna che ha una dotazione di servizi comparabile alle regioni del Centro-nord (27,9%). In Abruzzo e in Molise i posti privati e pubblici nei servizi socio-educativi superano, ma di poco, il 21%; la Puglia ha superato il 15%, la Basilicata si attesta al 14,3% e le altre regioni presentano valori inferiori al 10%, con il minimo di 8,6% in Campania (Tavola1).
Nelle regioni è decisivo l’apporto delle strutture private per raggiungere valori di copertura prossimi all’obiettivo europeo, “mentre solo in pochi casi il contributo più consistente proviene dai nidi e servizi integrativi pubblici”.


 
L’OFFERTA COMUNALE DI ASILI NIDO E ALTRI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA - PERIODO DI RIFERIMENTO: ANNI 2017/2018 - DATA DI PUBBLICAZIONE: 12 DICEMBRE 2019

 
MANOVRA: ZINGARETTI "BENE AZZERAMENTO COSTI NIDO REDDITI MEDIO BASSI"




( gs / 12.12.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top