Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3743 - giovedì 12 dicembre 2019

Sommario
- Reddito di cittadinanza: confronto con Catalfo su attuazione
- Istat: export cresce in tutte le Regioni
- Corte dei Conti: audizione su autonomia e federalismo fiscale
- Asili nido: offerta sul territorio nell’anno scolastico 2017/2018
- Il Consiglio dei Ministri del 12 dicembre su alcune leggi regionali
- Mercato del lavoro: Toti e Zingaretti commentano i dati Istat

+T -T
Il Consiglio dei Ministri del 12 dicembre su alcune leggi regionali

(Regioni.it 3743 - 12/12/2019) Il Consiglio dei Ministri del 12 dicembre 2019, ha affrontato diversi provvedimenti, dalla sicurezza delle navi passeggeri alle emissioni degli impianti di combustione.
Tra l’altro è stata esaminata l’attuazione dello Statuto speciale per la regione Valle d’Aosta/Vallée d’Aoste in materia di istituzione di un Collegio dei revisori dei conti, approvando un decreto legislativo di attuazione dello Statuto speciale per la Valle d’Aosta/Vallee d’Aosta in materia di istituzione di un Collegio dei revisori dei conti.
Il testo dota l’amministrazione regionale di un organo che, in posizione di indipendenza, vigili sulla propria regolarità contabile, finanziaria ed economica, in raccordo con la locale sezione di controllo della Corte dei conti, in conformità con la legislazione statale e con i metodi e criteri direttivi indicati dalla normativa europea. Ha partecipato all’esame del provvedimento il Presidente della Regione Valle d’Aosta Antonio Fosson.
Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli, ha inoltre approvato un regolamento, da adottarsi con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, che disciplina la riorganizzazione del Ministero dello sviluppo economico, ai sensi dell’articolo 2, comma 16, del decreto-legge 21 settembre 2019, n.104, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 novembre 2019, n. 132, che ha previsto il trasferimento dallo stesso Ministero a quello degli affari esteri e della cooperazione internazionale delle competenze in materia di commercio internazionale e di internazionalizzazione del sistema Paese.
Il regolamento provvede pertanto a definire la nuova struttura del Ministero dello sviluppo economico in seguito alla soppressione, a decorrere dal 1° gennaio 2020, della Direzione generale per il commercio internazionale.
Inoltre il Consiglio dei Ministri, a norma dell’articolo 3 del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 35, recante “Misure emergenziali per il servizio sanitario della Regione Calabria e altre misure urgenti in materia sanitaria”, preso atto del mancato raggiungimento dell’intesa con il Presidente della Regione, ha deliberato di autorizzare il Ministro della salute, Roberto Speranza, alla nomina dei commissari straordinari per l’Azienda sanitaria provinciale (ASP) di Cosenza, per l’Azienda sanitaria provinciale (ASP) di Vibo Valentia, per l’azienda Ospedaliera di Reggio Calabria – Grande ospedale metropolitano (GOM) Bianchi Melacrino Morelli, per l’Azienda ospedaliera “Pugliese Ciaccio” e per l’Azienda ospedaliera universitaria “Mater Domini” di Catanzaro, come indicati nella proposta del Commissario ad acta per l’attuazione del piano di rientro dal disavanzo nel settore sanitario della Regione.
Infine sono state esaminate alcune leggi delle Regioni e ha quindi deliberato di impugnare:
1) la legge della Regione Sicilia n. 17 del 16/10/2019, recante “Collegato alla legge di stabilità regionale per l’anno 2019 in materia di attività produttive, lavoro, territorio e ambiente, istruzione e formazione professionale, attività culturali, sanità. Disposizioni varie”, in quanto varie norme eccedono dalle competenze attribuite alla regione dallo statuto speciale e violano vari principi costituzionali. In particolare: una norma riguardante la destinazione dei proventi delle alienazioni degli alloggi di edilizia popolare contrasta con i principi fondamentali della legislazione statale in materia di «coordinamento della finanza pubblica», di cui all’articolo 117, terzo comma, della Costituzione; altre norme in materia di personale regionale, anche sanitario, invadono la materia dell’ordinamento civile, in violazione dell’articolo 117, secondo comma, lettera l), della Costituzione; altre norme infine, che riportano clausole di invarianza finanziaria, violano il principio di copertura finanziaria di cui all’articolo 81, terzo comma, della Costituzione;
2) la legge della Regione Lombardia n. 16 del 22/10/2019, recante “Istituzione della Leva civica lombarda volontaria - Abrogazione l.r. 2/2006 e l.r. 33/2014”, in quanto una norma riguardante il trattamento fiscale del compenso dei volontari della leva civica regionale viola l’articolo 117, secondo comma, lettera e), della Costituzione, che riserva al legislatore statale la disciplina del sistema tributario erariale.
Ha invece deciso di non impugnare:
1) la legge della Regione Lazio n. 20 del 14/10/2019, recante “Rendiconto generale della Regione Lazio per l’esercizio finanziario 2018”;
2) la legge della Regione Lazio n. 21 del 14/10/2019, recante “Assestamento delle previsioni di Bilancio 2019-2021”;
3) la legge della Regione Veneto n. 42 del 18/10/2019, recante “Seconda variazione generale al bilancio di previsione 2019-2021 della Regione del Veneto”;
4) la legge della Regione Valle Aosta n. 16 del 08/10/2019, recante “Principi e disposizioni per lo sviluppo della mobilità sostenibile”;
5) la legge della Regione Toscana n. 63 del 14/10/2019, recante “Interventi di sensibilizzazione per la riduzione e il riciclo della plastica nell’ambiente”;
6) la legge della Provincia Bolzano n. 9 del 17/10/2019, recante “Variazioni del bilancio di previsione della Provincia autonoma di Bolzano per gli esercizi 2019, 2020 e 2021”.
 
Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 16 del 12.12.2019

( gs / 12.12.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top