Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3749 - venerdì 20 dicembre 2019

Sommario
- Toti: preoccupa la bozza del "Milleproroghe"
- I rappresentanti delle istituzioni regionali al Comitato europeo delle Regioni
- Papers del Programma di “Formazione in materia europea – 2018”
- Epatite C: posizione sulle politiche di prevenzione ed eliminazione della malattia
- Ordine del Giorno sulla crisi del comparto olivicolo
- OGM: posizione sul Programma nazionale 2020 di attuazione del piano per l'attività di vigilanza

Documento della Conferenza delle Regioni del 18 dicembre

+T -T
OGM: posizione sul Programma nazionale 2020 di attuazione del piano per l'attività di vigilanza

(Regioni.it 3749 - 20/12/2019) La Conferenza Stato-Regioni - nella seduta del 18 dicembre 2019- ha fatto il punto sul  decreto  recante "Piano generale per l'attività di vigilanza sull'emissione deliberata nell'ambiente di organismi geneticamente modificati". Il Piano prevede, fra l'altro, che, programma operativo nazionale annuale venga comunicato dalla Direzione competente del Ministero dell'ambiente al Ministero della salute, al Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e alle Regioni e Province autonome attreverso un' informativa alla Conferenza Stato-Regioni.
La Direzione competente del Ministero ha trasmesso il provvedimento convocando poi un incontro di livello tecnico.Il Coordinamento tecnico della Commissione ambiente ed energia della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome - si legge negli atti - il 6 dicembre 2019 ha comunicato il parere favorevole a livello tecnico riguardo al testo trasmesso. Nel corso dell'incontro tecnico del 10 dicembre 2019 - si legge sempre negli atti - si è registrato l'avviso favorevole dei rappresentanti dei Ministeri della salute, delle politiche agricole alimentari e forestali, del Coordinamento tecnico della Commissione ambiente ed energia della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, mentre i rappresentanti delle Regioni Marche e Lazio, hanno propostoalcune modifiche, ritenute non accogliibili dai rappresentanti del Ministero dell'ambiente.
Nel corso della Conferenza Stato-Regioni del 18 dicembre - dopo "ampio ed articolato dibattito, si è convenuto di non apportare modifiche al provvedimento così come proposto, sottolineando al contempo la possibilità che le osservazioni regionali possano essere tradotte in un documento da presentare in sede politica". Le Regioni e le Province autonome hanno quindi preso atto dell'informativa, formulando però alcune raccomandazioni contenute in un documento consegnato nel corso della seduta.
Dunque la Conferenza Stato-regioni ha preso atto dell'informativa sul Programma operativo nazionale per l'anno 2020 di attuazione del piano generale per l'attività di vigilanza sull'emissione deliberata nell'ambiente di organismi geneticamente modificati di cui all'Allegato I, del decreto del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare 8 novembre 2017.
Di seguito si riporta il testo del documento con le raccomandazioni della Conferenza delle Regioni e il link all'atto della Conferenza Stato-Regioni.
Punto 4) O.d.g. Conferenza Stato-Regioni
RACCOMANDAZIONI DELLE REGIONI
Premesso che alcune osservazioni formulate dalla Regioni presenti al Tavolo di coordinamento previsto dal “Piano generale per l’attività di vigilanza” allegato al Decreto 8 novembre 2017 convocato dal MATTM per condividere il Programma operativo nazionale annuale, non sono state in esso recepite,
le Regioni, preso atto dell’informativa in oggetto, formulano le seguenti raccomandazioni:
a) Con riferimento al punto I. “Attività di vigilanza relativa all’emissione deliberata nell’ambiente di OGM autorizzata per qualsiasi fine diverso dall’immissione sul mercato ovvero a scopo sperimentale” nella presente fase di avvio del primo programma operativo nazionale di vigilanza, le Regioni interessate dalla sperimentazione clinica con preparati medicinali contenenti o costituiti da OGM, possono avvalersi della collaborazione di ispettori dipendenti dalle Amministrazioni centrali o dall’ Autorità nazionale competente che ha rilasciato l’autorizzazione.
b) Con riferimento al punto II. “Attività di vigilanza relativa all’immissione sul mercato di OGM come tali o contenuti in prodotti, esclusa la coltivazione” ed in particolare in relazione alla vigilanza su OGM autorizzati ai sensi del regolamento (CE) n. 1829/2003, si raccomanda che venga elaborato un documento nazionale di orientamento sulle modalità di campionamento per la colza, alla cui vigilanza è data priorità nel primo anno di attuazione del Piano.
Inoltre si raccomanda che il MATTM raccolga informazioni sui principali siti di stoccaggio di colza OGM e le comunichi alle Regioni.
Tutto ciò in tempo utile alla redazione dei Piani regionali di vigilanza che devono essere comunicati al MATTM entro il 30 aprile di ogni anno ai sensi del Decreto 8 novembre 2017.
c) Con riferimento al punto IV. “Attività di vigilanza sul rispetto dei divieti di coltivazione adottati ai sensi del decreto legislativo 8 luglio 2003, n. 224 così come modificato e integrato dal decreto legislativo 14 novembre 2016, n. 227”, si raccomanda la redazione di un documento nazionale relativo ai metodi di campionamento in campo per la specifica fattispecie del controllo del rispetto del divieto di coltivazione del mais MON810, in tempo utile alla redazione dei Piani regionali di vigilanza che devono essere comunicati al MATTM entro il 30 aprile di ogni anno ai sensi del Decreto 8 novembre 2017.
Le Regioni ribadiscono, inoltre, che per l’attribuzione dei compiti di vigilanza alle stesse si deve tener conto della criticità legata all’assenza di stanziamenti di risorse ai sensi dell’art. 3 del DM 8 novembre 2017 relativo alla clausola di invarianza della spesa. Si chiede in ogni caso che, per gli esami di laboratorio finalizzati alla ricerca degli OGM, le Regioni possano rivolgersi ai laboratori pubblici della Rete NILO senza oneri a carico delle stesse.
Roma, 18 dicembre 2019

Documento della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome del 18 dicembre: Posizione sull’informativa, ai sensi dell’articolo 6, comma 1, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 sul Programma operativo nazionale per l'anno 2020 di attuazione del piano generale per l'attività di vigilanza sull'emissione deliberata nell'ambiente di organismi geneticamente modificati di cui all’allegato I del Decreto del ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare 8 novembre 2017

Atto della Conferenza Stato-Regioni del 18 dicembre 2019: Informativa, ai sensi dell'articolo 6, comma 1, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 sul Programma operativo nazionale per l'anno 2020 di attuazione del piano generale per l'attività di vigilanza sull'emissione deliberata nell'ambiente di organismi geneticamente modificati di cui all'Allegato I, del decreto del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare 8 novembre 2017

Foto di Susan Peters-Chesley da Pixabay

( red / 20.12.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top