Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 503 - mercoledì 20 aprile 2005

Sommario
- Berlusconi si è dimesso
- Sicilia: impugnata legge
- Censis su regionali
- Presidenti: Papa nella continuità
- Regionali: indagine Censis
- UE: vertice di città e regioni

+T -T
Berlusconi si è dimesso

(regioni.it) Berlusconi si è dimesso. Il Governo rassegna le dimissioni, ma non la devolution: ''la riforma costituzionale del nostro governo - ha detto Berlusconi al Senato - adeguerà le nostre istituzioni alle moderne democrazie europee''. Queste le intenzioni. La prospettiva è un secondo incarico: “Contrasteremo ogni difficoltà e completeremo - ha sempre detto Berlusconi - il mandato che ci viene dagli elettori. Accetto la sfida di formare un nuovo governo della Cdl”, quindi Consiglio dei ministri straordinario; poi al Quirinale.

Per Fini è stato un ottimo intervento. Sconvocata la direzione di An prevista per il pomeriggio, sospesa quella dei parlamentari dell'Udc: ''Un discorso apprezzabile e un gesto apprezzabile'', cosi' commenta il segretario dell'Udc Marco Follini.

Nuovi ministri, ma pochi: ''Non posso anticipare, ma non saranno molti''. La Lega comunque mette le mani avanti, e ribadisce con Maroni che il ministero delle rifome non si tocca: ''Il ministero per le Riforme e' della Lega e non fa parte della trattativa. Figuriamoci se ammainiamo una bandiera che e' nostra. Mi sembrerebbe pretendere troppo”, escludendo così che Roberto Calderoli possa lasciare quello che fu il ministero di Umberto Bossi. ''Se non ci sono le condizioni per un nuovo governo - aggiunge il ministro della Lega - vorra' dire che si va a elezioni anticipate. Per noi non e' assolutamente un problema''.

Che la questione della riforma costituzionale - oltre alla crisi economica e alla disaffezione del Sud - sia tra i primi nodi da sciogliere lo conferma lo stesso Berlusconi. Chiuderà anche sulle riforme? ''Sono sereno, riesco a chiudere'', e minimizza su un suo interim: ''E' troppo presto per ragionare sui responsabili dei singoli ministeri''.

Quindi passaggio attraverso “una formale crisi di governo”. Berlusconi anticipa infine le sue prossime mosse: ''E' mia intenzione aggiornare il programma, accrescere gli sforzi per sostenere il potere di acquisto delle famiglie, le imprese e il sud''.

''Un discorso deludente ed elusivo''. Cosi' il segretario dei Ds, Piero Fassino: non c'e' stata ''nessuna seria analisi della sconfitta, nessuna seria indicazione di come si intenda cambiare strada. non ci siamo proprio''. ''Se tutto e' stato fatto cosi' bene come ha sostenuto Berlusconi -aggiunge Fassino- non si capisce perche' la destra abbia perso le elezioni, perche' sia stata abbandonata da milioni di elettori italiani e perche' il governo si dimetta. Se l'intenzione e' di fare un governo fotocopia, meglio dare la parola agli elettori''.

La delegazione dell'Unione al Quirinale per le consultazioni sara' formata da Romano Prodi e dai segretari di tutti i partiti.

(giuseppe schifini)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top