Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 509 - venerdì 29 aprile 2005

Sommario
- Calabria: Giunta lunedì
- Bassolino: sicurezza e sociale
- Cuffaro: mafia fa schifo
- Lombardia: Formigoni Presidente
- Bolzano: Durnwalder e Prodi
- CDM: medici, competività e rifiuti

+T -T
Lombardia: Formigoni Presidente

(regioni.it) Formigoni Presidente. L'ufficio Centrale della Corte d'Appello di Milano ha proclamato l'elezione del nuovo presidente della Lombardia, Roberto Formigoni. Nella stessa seduta, la Corte ha proclamato eletti come  consiglieri regionali i 15 componenti del cosiddetto 'Listino del presidente' e il candidato presidente per l'Unione Lombardia, Riccardo Sarfatti.

A norma della legge costituzionale 1/99 (art.5 disposizioni transitoria) ''entro 10 giorni dalla proclamazione, il Presidente della Giunta nomina i componenti della Giunta tra i quali un vicepresidente''. Oltre alla Lombardia sono nella stessa condizione Veneto, Basilicata e Campania. Hanno un nuovo Statuto ma rispettano la stessa regola dei 10 giorni: Lazio, Puglia e Piemonte. Tra le Regioni con termini diversi nel nuovo Statuto: Emilia-Romagna, Toscana, Liguria, Abruzzo.

Non si parlera' della formazione della nuova Giunta regionale lombarda durante l'incontro previsto a Roma tra il presidente Roberto Formigoni e i rappresentanti del governo di maggioranza Claudio Scajola e Ignazio la Russa: l'incontro ''ha carattere istituzionale''.

Per la composizione della nuova Giunta lombarda (già nominate le Giunte di Abruzzo, Marche e Piemonte. Umbria e Calabria sono al traguardo) e' attesa invece la proclamazione alla fine della prossima settimana e la composizione finale entro la meta' di maggio. La Regione Lombardia precisa che non e' nemmeno previsto alcun vertice dei partiti della maggioranza, come invece annunciato da alcuni organi di stampa.

Problemi politici in Veneto, nel Lazio (è prevista agli inizi della prossima settimana la proclamazione del presidente) e nelle Marche. A Roma, nel centrosinistra, si cerca innanzitutto di sciogliere la matassa Marche. Sono previsti una serie di incontri del neo presidente Gian Mario Spacca, della Margherita, con i vertici nazionali dell'Unione. Si cerca una composizione dei contrasti nati in seno al centrosinistra per l' esclusione dell' Udeur, di Pdci, Sdi e Italia dei Valori dalla giunta regionale. E’ soprattutto Clemente Mastella che ha sollevato il 'caso' Marche e non solo.

Una questione che trascina con se' quella della nomina dei vertici del consiglio regionale. Spacca ha spiegato di non poter derogare (in assenza di un accordo complessivo fra tutti i partiti minori) dall' intesa sottoscritta prima delle elezioni con i partner dell' alleanza.

''Esploreremo fino in fondo la possibilita' di arrivare a una candidatura dell' Udeur per la presidenza del consiglio regionale delle Marche''. E' questo - ha riferito la coordinatrice regionale per le  Marche della Margherita Stefania Benatti - l' ''impegno'' preso a Roma.

Ma il Pdci delle Marche non ci sta. ''Probabilmente - afferma in una nota il segretario comunista Cesare Procaccini - questi accordi segreti hanno pesato sulla formazione dell' esecutivo. Ora ci

auguriamo che non pesino per la scelta della presidenza del consiglio regionale, per la quale il Pdci ha candidato Raffaele Bucciarelli''.

Mentre il presidente dei Verdi, Alfonso Pecoraro Scanio, ritiene che l'esclusione di rappresentanti del suo partito dalla nuova giunta regionale pugliese ''sarebbe grave e incomprensibile''.  ''Comprendo le difficolta' - aggiunge il leader dei Verdi - nel formare la giunta di un'alleanza vasta, ma dimenticare i primi alleati, indispensabili per vincere la battaglia delle primarie, sarebbe un gesto incomprensibile e grave, anche per i rapporti nazionali tra Verdi e Prc”.

E' stata completata in Piemonte la proclamazione degli eletti in consiglio regionale, passo che permette di confermare la prima convocazione dell' assemblea per lunedi' 16 maggio.

(gs)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top