Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 556 - giovedì 7 luglio 2005

Sommario
- Attentati a Londra. Europa sotto shock
- Regioni: assemblea degli eletti l'11 luglio
- Rapporto su barriere architettoniche
- Attentati a Londra: cordoglio dalle regioni italiane
- Enti locali: cresce indebitamento
- Sanità:favorire integrazione fra docenti universitari e apicali Ssn

+T -T
Attentati a Londra. Europa sotto shock

(regioni.it) Decine di morti e  moltissimi feriti gravi. E' questo il bilancio, ancora provvisorio, delle esplosioni, una serie di 6 attacchi terroristici di cui ancora non e' chiara la matrice, che hanno colpito questa mattina la città di Londra all'interno della metropolitana tra la fermata di Liverpool Street e quella di Aldagate al centro della 'city', sede della finanza britannica, e a bordo di alcuni autobus. Il numero dei morti e dei feriti non e' ancora definitivo e i dati sono in continuo aggiornamento.

Con il viso tirato di Tony Blair  parla alla nazione da Gleneagles, dove sta partecipando al G8, deve dare la prima risposta del Paese all'attacco. E comincia proprio ammettendo che Londra, dopo New York e Madrid, è stata colpita al cuore dal terrorismo. Ma il premier non parla di Iraq, collega l'attentato al vertice dei paesi industrializzati. "Posso darvi informazioni limitate, stiamo cercando di capire cosa sta succedendo - ha esordito terreo Blair - E' ragionevolmente chiaro che si è trattato di attacchi terroristici e che ci sono molti morti, ai quali vanno i pensieri e le preghiere miei e del governo. In un paio d'ore lascerò il G8 per essere vicino alla nazione, ma tornerò in Scozia questa sera".Scosso e preoccupato, ma determinato, Blair ribadisce: "Questi terroristi devono capire che la nostra determinazione a difendere i nostri valori e il nostro modo di vita è più forte della loro determinazione a seminare morte e distruzione". "Qualunque cosa faranno non riusciranno mai a distruggere quello che amiamo di questo paese". Per Blair è evidente il desiderio degli attentatori di colpire "in coincidenza con l'avvio del G8". "Ma la nostra determinazione a difendere la libertà - ha affermato - è più grande di quella dei terroristi di imporre l'estremismo e la violenza al mondo".Blair ha poi annunciato che il vertice del G8 andrà avanti, anche se questo pomeriggio tornerà a Londra per qualche ora. "Tutti i leader dei paesi riuniti attorno al tavolo hanno esperienza di terrorismo - ha detto - e hanno mostrato la determinazione a sconfiggere il terrorismo. Trovo particolarmente barbaro che questo attentato venga compiuto mentre siamo qui riuniti a cercare di aiutare l'Africa e a risolvere i problemi del clima".

Tragico il bilancio finora: novanta tra morti e feriti ad  Aldgate, cinquanta a Euston ma ci sono vittime anche nelle stazioni di Liverpool Station, di King Cross e di Stratford. E ancora morti e feriti nelle eslposioni che hanno colpito gli autobus che stavano transitando nelle zone di Russel Square, Woburn Palce e di Tavistock Square.E ancora a Stockwell, dove e' stata chiusa la stazione per il ritrovamento di un pacco sospetto ancora da identificare.

La prima esplosione e' avvenuta alle 8.49 Gmt, all'interno di un convoglio della metropolitana a Euston. In un primo momento fonti della polizia ferroviaria hanno parlato di un guasto ad una centralina elettrica che avrebbe provocato lo scoppio; subito dopo però è arrivata la notizia di un'altra esplosione, forse dovuta ad una collisione tra due convogli. Immediata e' stata la chiusura delle stazioni di Liverpoool street, di King Cross e di Stratford. Una seconda esplosione, la piu' grave a quanto si apprende, ha investito in pieno la stazione di Liverpool provocando numerosi morti e feriti. Dopo qualche minuto tutta la rete metropolitana di Londra ha sospeso le corse ed e' stata chiusa. Secondo quanto riferisce la Bbc, fonti della British Transport Police hanno parlato di centinaia di persone che con ombrelli e altri oggetti a disposizione rompevano i vetri dei treni per scappare.

Un numero imprecisato di persone sono morte nell'esplosione dell'autobus saltato in aria a Russel Square. ''Ci sono morti e feriti'', ha detto un poliziotto che si trovava sul luogo, raggiunto telefonicamente dall'agenzia 'Pa'. L'autobus era il numero 59, e il tetto e' stato disciolto dall'esplosione. Un secondo autobus e' esploso a Woburn Palce ed un terzo a Tavistock Square.

E proprio a Tavistock Square, nella City, un testimone oculare, secondo quanto riportato dalla Bbc, avrebbe visto un autobus ''saltare in aria in seguito ad un gran boato''. Esplosioneconfermata subito dopo da Scotland Yard.

La citta' di Londra sta vivendo momenti di panico. La polizia ha invitato la popolazione a non uscire di casa, e intanto l'esercito e' stato schierato nel quartiere del Convent Garden. Ma e' ancora troppo presto per dire chi e cosa ci sia all'origine delle esplosioni, anche se il governo britannico ha parlato di attentato. Fra poco il premier britannico, Tony Blair, si rivolgera' alla nazione. L'intervento è previsto da Gleneagles, in Scozia, dove il premier sta presiedendo il vertice del G8.

Scotland Yard ha parlato di un ''probabile attacco terroristico di matrice internazionale'' ipotizzando che il mandante potrebbe essere Al Qaeda. Esclusa, gia' nelle prime dichiarazioni ufficiali arrivate da fonti governative, la responsabilità dell'Ira come mandante degli attentati che nelle modalita' riportano la mente ai tragici fatti dell'11 marzo di Madrid.

Le reazioni - Il sindaco di Londra Ken Livingstone sta rientrando a Londra d'urgenza da Singapore, dove si e' svolta la cerimonia d'assegnazione, a Londra, delle Olimpiadi del 2012 e si e' detto ''sgomento e incredulo'', mentre il ministro dell'Interno britannico Charles Clarke ha parlato di ''terribili ferite''.

E un minuto di silenzio e' stato osservato nell'aula del Parlamento europeo in segno di solidarieta' e cordoglio. Il presidente dell'assemblea Josep Borrell ha sottolineato: ''Siamo tutti con i britannici oggi il nostro pensiero e' con voi''.

Immediata la reazione dei mercati finanziari. I titoli in borsa  sono crollati: crolla il titolo Hilton (-6,9%), My Travel (-7,8%), Enterprise Inns (-2,1%). Molte banche d'affari di Londra stanno spostando il personale nei cosiddetti 'disaster recovery sities', i rifugi antiaerei d'amergenza.

Tra le prime decisioni prese dal governo britannico c'e' stata l'immediata sospensione dei festeggiamenti in programma per l'assegnazione delle Olimpiadi del 2012. Tra breve Eurotunnel dovrebbe decidere se sospendere o meno il traffico ferroviario sotto la Manica tra Londra e Parigi.

E dall'Italia arrivano i primi commenti. Il Presidente del Consiglio Silviuo Berlusconi e' stato ''fin dal primo momento continuamente e costantemente informato'' sulle drammatiche vicende diLondra dal sottosegretario Paolo Bonaiuti e dal suo staff. Lo riferiscono fonti di Palazzo Chigi a margine del vertice del G8 di Gleneagles in Scozia.

Il ministro dell'Interno Giuseppe Pisanu ha fatto sapere che ''I nostri esperti di antiterrorismo sono gia' riuniti e tutti i canali di collaborazione con l'Inghilterra sono in piena attivita'''. ''E' bene  - ha aggiunto - tenere i nervi saldi per fronteggiare l'esplosione di  violenza con leggi adeguate e la forza della democrazia''. ''Oggi – ha concluso il ministro - non possiamo non sentirci tutti inglesi e tutti londinesi''.

Sgomento, solidarieta' ed amicizia sono stati espressi anche dal Presidente del Senato, Marcello Pera, che ha annunciato in Aula gli  attentati di Londra, prima di sospendere la seduta. E alle 16 il  sottosegretario ai rapporti con il Parlamento, Cosimo Ventucci, riferira' in Senato su quanto accaduto questa mattina a Londra.

Sgomento per la catena di attentati che ha sconvolto la città di Londra questa mattina e cordoglio da parte di tutte le Regioni italiane per le vittime delle esplosioni sono stati espressi dal Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani (Presidente Emilia-Romagna).

“Desidero esprimere il cordoglio e la vicinanza alle famiglie delle vittime di un attacco terroristico che lascia sgomenti.

Va ribadita la più ferma condanna del terrorismo che rappresenta uno dei più grandi ostacoli per la pace, e confermato l’impegno nella lotta contro ogni manifestazione di violenza.

Esprimo - ha concluso Errani - la solidarietà al Governo e al Popolo inglese e la vicinanza delle Comunità regionali e locali italiane a quelle della Gran Bretagna".

(red)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top