Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 589 - giovedì 22 settembre 2005

Sommario
- Errani: preoccupati per Finanziaria
- Regioni: temi critici
- UE: regioni per tavolo Lisbona
- Il calendario fieristico 2006
- Documento delega ambientale
- Finanziaria: nota Regioni-Confindustria

+T -T
Errani: preoccupati per Finanziaria

(regioni.it) Le dimissioni del ministro dell'Economia Domenico Siniscalco, praticamente alla vigilia della presentazione della legge Finanziaria, sono state accolte dalla Conferenza delle Regioni con molta preoccupazione.

''C'e' tra noi grandissima preoccupazione -afferma il presidente della conferenza delle regioni, Vasco Errani- il Paese ha bisogno di risposte e di certezze e invece crescono l'incertezza e la confusione. E' evidente che cosi' il Paese non puo' andare avanti''.

Sulla finanziaria, il presidente della Conferenza delle Regioni ha poi ribadito che oggi ''siamo davanti a una serie di indiscrezioni e non sappiamo quali siano le risposte a questioni sostanziali che abbiamo posto: dallo sviluppo del Paese alla sanita', dalla tutela dell' assistenza all' innovazione. Il momento e' difficile ma noi cerchiamo di svolgere, come istituzioni, il nostro compito, cioe' lavorare per dare risposte ai cittadini''.

Errani ha quindi aggiunto che la posizione delle Regioni e' chiara: ''Chiediamo di poter discutere con il governo l'impostazione della finanziaria cosi' come ci era stato garantito dal presidente del Consiglio. Questo Paese - ha concluso - ha bisogno di certezze per costruire una via verso il rilancio''.

E’ stato anche spiegato che la nota di Regioni e Confindustria prodotta oggi dalla Conferenza delle Regioni ''e' un'iniziativa che si inquadra in un lavoro che stiamo costruendo insieme''. ''Nelle prossime settimane - ha sottolineato Errani - incontreremo forze sociali, sindacati e altre categorie economiche dal momento che riteniamo sia importante condividere alcuni punti fondamentali per il rilancio del Paese. Le forze economiche e sociali sono infatti, insieme alle istituzioni, i protagonisti del rilancio dell' Italia. Questo - ha concluso Errani, che ieri ha guidato una delegazione che ha incontrato il presidente di Confindustria Luca Cordero di Montezemolo - e' lo spirito con cui lavoriamo''.
Le Regioni sono infine molto critiche in merito alla legge delega in materia ambientale e pertanto oggi, in un documento presentato alla Conferenza Stato-regioni hanno espresso tutte le loro perplessita'. ''Non abbiamo visto i testi definitivi - ha osservato Errani - e le relazioni tra governo e regioni, da questo punto di vista sono ad un punto critico. Tuttavia la documentazione in via di elaborazioni che abbiamo visto ci allarma''.

Errani ha annunciato che gli assessori regionali all'ambiente svolgeranno una serie di incontri anche con il mondo dell'associazionismo e che per meta' ottobre e' prevista una iniziativa dei presidenti delle regioni.

''Se fosse confermato l'impianto che abbiamo visto - ha aggiunto Errani - siamo di fronte ad uno sradicamento dell'esistente. Il problema non e' tanto e solo di competenze ma di governance''.

(red/22.09.05)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top