Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 592 - martedì 27 settembre 2005

Sommario
- Turismo: -4%; domani Conferenza in Abruzzo
- Finanziaria in aula il 7 ottobre, Cursi per sanità 93,5 mld. euro
- 4 ottobre: Errani e Cofferati ad Assisi
- Finanziaria senza Fondo sociale ?
- Toscana su politiche economiche
- www.politichecomunitarie.it: si cambia

+T -T
Finanziaria senza Fondo sociale ?

(regioni.it) “Non è pensabile immaginare un nuovo welfare, all’altezza delle aspettative dei cittadini, se non si parte da una base fondata su un sistema universalistico, ovvero un sistema di garanzie finanziato con la fiscalità generale, integrando le politiche sociali con quelle sanitarie , con quelle del lavoro. Occorre lavorare attorno ad un sistema personalizzato, superando la standardizzazione dei bisogni”, lo ha dichiarato Vasco Errani, intervenendo al Convegno nazionale, organizzato da Cgil Cisl e Uil, tenutosi oggi a Roma e dedicato al tema Legge 328/2000, Una sfida ancora aperta”.

“Alla vigilia della discussione sulla finanziaria bisogna avere ben chiari almeno 4 obiettivi.

Prima di tutto ci aspettiamo che il Governo mantenga fede ai suoi impegni sulla entità del fondo sociale. Ad oggi – in quella che potremmo definire una “triste vicenda” - non è si andati oltre, nonostante le ripetute assicurazioni, alla erogazione di poco meno del 50 per cento di quanto previsto.

Al secondo punto metterei la definizione dei livelli essenziali delle prestazioni sociali, i liveas, ed la loro effettiva copertura finanziaria.

Terzo punto: l’attivazione del fondo per la non autosufficienza che va finanziato con meccanismi collegati alla fiscalità generale. Si tratta di problemi che rappresentano una grande emergenza nazionale, questioni che toccano, direttamente o indirettamente, ormai tutte le famiglie.

Infine il grande tema della sanità anche per le evidenti connessioni con le politiche sociali. E’ urgente finanziare pienamente i lea, i livelli essenziali di assistenza. Siamo di fronte a un sottostima delle risorse necessarie pari a circa 4,5 miliardi di euro per il 2004.

Le Regioni sono pronte ad assumersi le loro responsabilità in materia di lotta agli sprechi nella pubblica amministrazione, ma è pericoloso illudere che, ad esempio, la riduzione delle auto blu possa rispondere alle emergenze finanziarie del welfare. Non bisogna mischiare questo genere di argomenti con le scelte indispensabili per garantire diritti fondamentali come quello alla salute”.

 

SI RIPORTA IL TESTO DELLA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Conferenza delle regioni e delle province autonome, Anci, Upi,  Lega Autonomie locali Forum del Terzo Settore, Cgil — Cisl — Uil, SOTTOSCRITTA OGGI NELL’AMBITO DEL CONVEGNO Nazionale, organizzato da Cgil Cisl e Uil, tenutosi oggi a Roma e dedicato al tema Legge 328/2000, Una sfida ancora aperta”.

 

I sottoscritti rappresentanti di Conferenza della Regioni e delle Province autonome, Upi, Anci , Lega Autonomie Locali, Cgil-Cisl-Uil, Forum del Terzo settore esprimono una forte protesta nei confronti del Governo che non ha mantenuto fino ad oggi l'impegno relativo al reintegro del 50% della quota del Fondo Nazionale per le Politiche Sociali,da trasferire alle regioni nell'anno in corso, ammontante a 500 milioni di Euro.'

Il mancato impegno del Governo comporterebbe un sensibile ridimensionamento dei servizi e delle prestazioni sociali rivolti alle persone e alle famiglie già programmati sul territorio.

Pertanto i rappresentanti delle Istituzioni regionali e locali, delle Organizzazioni sindacali e del Forum del Terzo settore chiedono ai Ministri del Welfare e dell'Economia il mantenimento degli impegni presi reintegrando il fondo fino al raggiungimento del miliardo di Euro rivalutato del 2%.

Si chiede inoltre che il finanziamento del Fondo della prossima finanziaria sia di entità adeguata ad avviare il percorso della definizione e dei finanziamento dei Livelli Essenziali delle prestazioni sociali.

Il rinvio dì questo compito assegnato allo Stato impedisce la costruzione di un vero e proprio sistema dei servizi in grado di garantire i diritti sociali delle persone e delle famiglie.

A tal fine i firmatari di questa dichiarazione costituiscono un gruppo di lavoro tecnico incaricato di mettere a punto i principi base su cui definire i Livelli Essenziali delle prestazioni sociali e chiedono al Governo di aprire un confronto di merito.

(red/27.09.05)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top