Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 626 - lunedì 21 novembre 2005

Sommario3
- Finanziaria: incontro con Tremonti
- La Loggia: partecipazione Regioni a decisioni UE
- Devolution: anche Basilicata verso referendum
- Finanziaria: Conferenza Regioni il 24 novembre
- 24 novembre: Conferenza Stato-Regioni
- Conferenza Unificata il 24 novembre

+T -T
Finanziaria: incontro con Tremonti

(regioni.it) Martedì 22 si svolgerà il più volte auspicato confronto di Regioni e Autonomie locali con il Governo sulla Finanziaria e in particolare sul taglio di metà Fondo sociale 2005 e per il prossimo anno.   

E’ previsto alle ore 19,45 l'incontro istituzionale - convocato dal ministro, Enrico La Loggia nella sede del ministero degli Affari Regionali, in via della Stamperia 8 - tra il ministro dell'Economia e delle Finanze Giulio Tremonti e il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, il presidente dell' Unione delle Province italiane, Fabio Melilli, il presidente dell'Anci, l'Associazione dei comuni italiani, Leonardo Domenici e quello dell'Uncem, l'Unione delle comunita' Montane, Enrico Borghi.

Quindi al centro del confronto ci saranno le questioni finanziarie. Il Tesoro lo aveva annunciato dopo la sentenza della Consulta che bocciava i tagli della manovra finanziaria 2004 limitanti le prerogative di Regioni ed Enti locali: ''La speranza e' che la riunione di martedi' possa costituire una tappa di inizio di un processo che e' nell'interesse del Paese''. Anche Errani si era augurato che ''l'iniziativa annunciata dal ministro possa costituire una tappa di inizio di un processo nell'interesse del Paese'' ma aveva aggiunto che ''questo e' possibile solo se si tratta di cio' che da tempo chiediamo: un incontro tra il governo, le Regioni e le autonomie locali italiane per cominciare ad affrontare le questioni sostanziali che assieme abbiamo posto in questi mesi''.

Ricordiamo oltre alla mancata finora discussione e partecipazione istituzionale sulla Finanziaria e sul Fondo sociale, la dichiarazione congiunta Regioni e Autonomie dopo la sentenza della Consulta:

“Le sentenze della Corte Costituzionale non si commentano: vanno applicate’’. E’ quanto hanno rilevano Vasco Errani, Presidente della Conferenza delle Regioni, Leonardo Domenici, Presidente ANCI, Fabio Melilli, Presidente UPI ed Enrico Borghi, Presidente UNCEM.

‘’E in considerazione del fatto che la Consulta ha definito incostituzionale il criterio adottato nel ‘tagliaspese’ del 2004, che sta alla base anche di alcune previsioni contenute nella Finanziaria 2006 in discussione in Parlamento – proseguono - pensiamo sia giusto (onde evitare di ripetere l’errore dello scorso anno, per la verità ampiamente segnalato a suo tempo da tutte le autonomie locali, ), che Governo e Parlamento prendano atto della situazione e aprano finalmente un serio confronto sulla Finanziaria’’.

‘’Gia’ da tempo – hanno ricordato Errani, Domenici, Melilli e Borghi - auspichiamo infatti che venga accolta la disponibilità, che Regioni e autonomie locali ribadiscono ancora oggi, ad aprire un tavolo sul patto di stabilità interno. Conferenza delle Regioni, ANCI, UPI e UNCEM sono disponibili a discutere serenamente della questione, con il duplice obiettivo di evitare la approvazione di norme che rischiano un giudizio di illegittimità costituzionale e allo stesso tempo di consentire il rispetto degli obiettivi di bilancio fissati in sede europea. Ci auguriamo che questa disponibilità venga valutata per quello che e’, ovvero una ennesima dimostrazione di quel senso di responsabilità che il mondo delle autonomie locali non ha mai messo da parte, nemmeno di fronte a polemiche che non dovrebbero riguardare i rapporti fra istituzioni che hanno pari dignità costituzionale’’.

(gs/21.11.05)

+T -T
La Loggia: partecipazione Regioni a decisioni UE

(regioni.it) Per il ministro La Loggia ''Occorre assicurare sempre di piu' la piena partecipazione delle Regioni al processo decisionale europeo. Anche perche', in questo modo, si contribuira' a far crescere quel concetto di cittadinanza europea che e' indispensabile per dare un'anima all'Unione''.

Il Ministro per gli Affari Regionali, Enrico La Loggia, nelsuo intervento alla sesta conferenza dei Presidenti delleRegioni con poteri legislativi (REGLEG) a Monaco di Baviera, ha sostenuto in particolare che e' indispensabile che iGoverni nazionali e quelli regionali cooperino per lamigliore realizzazione degli obiettivi posti dalla cosiddetta''strategia di Lisbona'', al fine di accrescere la competitivita' dell'economia europea, attraverso un selezionato percorso di crescita e di creazione di nuovi posti di lavoro.

La Loggia ha poi rilevato quantosiano utili gli accordi tripartiti Stato-Regioni-Commissioneeuropea. ''Nell'utilizzo di questo strumento - ha registratocon soddisfazione La Loggia - il Governo italiano ha tracciato la strada e per primo, nell'ottobre del 2004, ha sottoscritto con la regione Lombardia e la commissione di Bruxelles una Convenzione in materia di mobilita' sostenibile per il miglioramento dell'ambiente urbano''. Al termine della conferenza e' stata adottata la ''dichiarazione di Monaco'', con la quale si punta a valorizzare sempre di piu' il principio della sussidiarieta' anche al fine di colmare la distanza che ancora intercorre fra l'Unione Europea ed i suoi cittadini.

(red/21.11.05)

+T -T
Devolution: anche Basilicata verso referendum

(regioni.it) Anche la Regione Basilicata inoltrera' richiesta di referendum costituzionale sulla devolution. Lo ha deciso la Giunta regionale che sottoporra' al piu' presto il suo provvedimento al Consiglio regionale. Secondo il Presidente del Consiglio regionale, Filippo Bubbico, ''si tratta diun atto necessario contro una revisione della Costituzione,sbagliata ed innoportuna, che rischia di comprometterel'unita' del Paese aumentando il divario tra regioni del Nord e del Mezzogiorno e pregiudicando i diritti dei cittadini,soprattutto quelli relativi all'istruzione e alla salute''. ''La Basilicata – aggiunge Bubbico - insieme ad altre regioni deve avviare una nuova stagione di protagonismo per concorrere responsabilmente alle scelte fondamentali che riguardano la vita stessa delle Istituzioni''.

E per il presidente Bassolino: ''Il referendum sulla devolution si fara', cosi' come e' giusto. Il mezzogiorno partecipi non con lo sguardo rivolto indietro, ma in nome di un giusto equilibrio tra poteri nuovi a Regioni e Stato. Cosi' sara' possibile avere una  Repubblica italiana piu' autorevole e forte'', ha detto il presidente della Campania, Antonio Bassolino.

(red/21.11.05)

+T -T
Finanziaria: Conferenza Regioni il 24 novembre

(regioni.it) Il Presidente Vasco Errani ha convocato la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per giovedì 24 novembre 2005 alle ore 10.00 presso la Segreteria della Conferenza (Via Parigi, 11) a  Roma.

All’Ordine del giorno (il cui testo integrale può essere consultato su www.regioni.it ) figurano le questioni all’ordine del giorno della Conferenza Unificata e della Conferenza Stato-Regioni che il Ministro per gli Affari Regionali ha convocato per il pomeriggio della stessa giornata.

I Presidenti delle Regioni affronteranno poi altri temi iscritti all’ordine del giorno, fra cui:

- documento finale Conferenza Stato - Regioni Province autonome e Consiglio Generale Italiani all’Estero (CGIE) - Punto esaminato dalla Commissione il 16 novembre 2005;

- Programma di sostegno Cooperazione regionale; Approvazione bozza Protocollo d’Intesa Regioni – Ministero Affari Esteri; Approvazione Schemi di Accordo di Programma Quadro (APQ) Balcani e Mediterraneo; Attribuzione risorse alle linee di intervento individuate negli Accordi di Programma Quadro (APQ) – Punto esaminato dalla Conferenza nella seduta del 22 settembre 2005;

- Negoziato sulle prospettive finanziarie dell’Unione Europea 2007/2013: Approvazione documento delle Regioni e delle Province autonome sui rapporti Stato – Regioni per la definizione della posizione italiana; Esame posizione Regioni del Mezzogiorno - Punti esaminati dalla Commissione il 16 novembre 2005;

- Partecipazione delle Regioni al Programma di Sostegno alla Municipalità Palestinesi (PSMP) – Stato di avanzamento – Determinazioni in merito alla fase progettuale e di assistenza tecnica al programma

- Valutazione del testo unificato d’iniziativa parlamentare recante “Disposizioni in materia di tutela della concorrenza nel settore del trasporto pubblico locale”

- Posizione delle Regioni in ordine al tema della sicurezza del trasporto ferroviario

- Disciplina della nomina dei Presidenti delle Autorità portuali

- Decurtazione risorse finanziarie ANAS

- Problematiche inerenti la rideterminazione dei canoni delle concessioni demaniali marittime per finalità turistico ricreative

- Esame della proposta di riparto dell’annualità 2005 del Fondo Regione di Protezione Civile

- Proposta delle Regioni sul Piano Sanitario Nazionale 2006/2008

- Proposta di riforma regionalista della contrattazione pubblica: prime valutazioni (su richiesta del Presidente del Comitato di Settore del Comparto Sanità, Assessore Romano Colozzi)

- Federalismo amministrativo. Schema di accordo propedeutico al ddl per il trasferimento delle funzioni amministrative e delle relative risorse ai sensi dell’ art. 7 della Legge n. 131/03 – Punto esaminato dalle Commissioni nelle riunioni del 10 novembre 2005;

- Rinnovo dei 22 rappresentanti regionali (14 componenti effettivi e 8 componenti supplenti) al Comitato delle Regioni di cui all’articolo 263 del Trattato istitutivo dell’Unione Europea.

(red/21.11.05)

+T -T
24 novembre: Conferenza Stato-Regioni

(regioni.it) La Conferenza Stato–Regioni è stata convocata dal Ministro per gli affari regionali Enrico la Loggia per giovedì 24 novembre 2005, alle ore 16.15 presso la Sala riunioni di Via della Stamperia, n. 8, in Roma. All’ordine del giorno (il cui testo integrale può essere consultato su www.regioni.it)  diversi punti fra cui:: - su richiesta delle Regioni il Piano per l’Innovazione, la Crescita e l’Occupazione (PICO) di rilancio della strategia di Lisbona, approvato dal Consiglio dei Ministri nella seduta del 14 ottobre 2005.

Parere sullo schema di decreto legislativo recante ricognizione dei principi fondamentali in materia di armonizzazione dei bilanci pubblici, ai sensi della legge 5 giugno 2003, n. 131.

Parere sullo schema di decreto legislativo recante ricognizione dei principi fondamentali in materia di “Casse di risparmio, casse rurali, aziende di credito a carattere regionale, enti di credito fondiario e agrario a carattere regionale”, ai sensi della legge 5 giugno 2003, n. 131.

-Parere sullo schema di decreto del Ministro dell’economia e delle finanze concernente il riparto del finanziamento per l’anno 2005 previsto dall’articolo 1, comma 58, della legge 30 dicembre 2004, n. 311 (legge finanziaria 2005) per la compensazione della perdita di gettito realizzata per l’anno 2003 dalle Regioni a statuto ordinario per effetto della riduzione dell’accisa sulla benzina non compensata dall’aumento delle tasse automobilistiche.

- Intesa sullo schema di decreto del Ministro della salute, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze per il riparto di 550 milioni di euro per il concorso alla copertura dei disavanzi degli IRCCS e dei policlinici universitari, per gli anni 2001, 2002 e 2003. (SALUTE).

- Parere sullo schema di decreto del Ministro della salute, concernente procedure semplificate per l’autorizzazione alla produzione e al confezionamento di integratori a base di soli ingredienti erboristici, in attuazione dell’articolo 9, comma 5, del decreto legislativo 21 maggio 2004, n. 169.

- Comunicazione inerente la proposta delle Regioni di riparto delle risorse per i costi assistenziali agli extracomunitari immigrati regolarizzati per l’anno 2004, in attuazione dell’articolo 3, comma 142, della legge 24 dicembre 2003, n. 350.

- Intesa sulla Proposta del Ministro della salute di assegnazione alle Regioni e Province autonome delle risorse vincolate, ai sensi dell’art. 1, comma 34, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, per l’anno 2005 alla realizzazione degli obiettivi di carattere prioritario e di rilievo nazionale del piano sanitario nazionale 2003 – 2005, individuati con l’accordo Stato – Regioni del 24 luglio 2003. (SALUTE).

- Proposta di accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le province autonome, in ordine al Piano nazionale Alcool.

- Intesa sulla Proposta del Ministro della salute di nomina del Direttore dell’Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali (ASSR).

- Parere sul Piano di azione nazionale per l’ Agricoltura biologica e i prodotti biologici - Documento pluriennale.

- Approvazione dello schema di accordo-quadro nazionale regolante i rapporti convenzionali tra il Corpo Forestale dello Stato e le Regioni, di cui all'articolo 4, comma 1, della legge 6 febbraio 2004, n. 36.

- Intesa sul Piano specifico d’intervento per il settore florovivaistico.

- Parere sullo schema di decreto legislativo recante disciplina sanzionatoria per le violazioni delle disposizioni di cui al Regolamento CE 178/2002 che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l’autorità europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza alimentare.

- Intesa sulla proposta di ripartizione di cui all’articolo 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431, relativa al Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione.

- Su richiesta delle Regioni le questioni relative al trasferimento di risorse in attuazione del decreto legislativo n. 112/1998, in materia di salute umana e sanità veterinaria, concernenti trattamenti economici a favore dei soggetti danneggiati dalle vaccinazioni obbligatorie ed emoderivati (legge n. 210/1992).

- Parere sul decreto del Ministro delle attività produttive relativo all’attuazione delle disposizioni contenute nell’articolo 8, comma 1, del decreto-legge. 14 marzo 2005, n.35, convertito con modificazioni dalla legge 14 maggio 2005, n. 80: Riforma degli incentivi alle imprese.

(red/21.11.05)

+T -T
Conferenza Unificata il 24 novembre

(regioni.it) Il Ministro Enrico La Loggia ha convocato la Conferenza Unificata per giovedì 24 novembre 2005, alle ore 15.00 presso la Sala riunioni di Via della Stamperia, n. 8, in Roma, All’ordine del giorno (il cui testo integrale può essere consultato su www.regioni.it) figura, fra gli altri punti, il “parere” sulla Finanziaria 2006 e sul disegno di legge con le misure di contrasto al fenomeno della evasione fiscale e disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria, per la parte di competenza.

Sempre fra i diversi argomenti all’Odg della Conferenza Unificata rientrano:

- Programma Infrastrutture Strategiche- III Documento di programmazione economica e finanziaria concernente individuazione delle infrastrutture pubbliche e private e degli insediamenti produttivi strategici e di preminente interesse nazionale da realizzare per la modernizzazione e lo sviluppo del Paese (art. 1 della legge obiettivo).

- Intesa sullo schema di decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti concernente il piano di riparto per il rinnovo del primo biennio del contratto collettivo 2004-2007 relativo al settore del trasporto pubblico locale.

- Parere sullo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante: “Rideterminazione delle risorse da attribuire dallo Stato alle Regioni Abruzzo, Campania, Puglia e Umbria a seguito delle modifiche intervenute nella classificazione della rete stradale di interesse nazionale e di quella di interesse regionale.

- Intesa in ordine ai nuovi criteri per il riparto e la gestione delle risorse statali a sostegno dell’associazionismo comunale, attuativa dell’intesa sancita con atto n. 873/CU del 28 luglio 2005.

- Richiesta di modifica dell’articolo 1 del decreto-legge 24 dicembre 2003, n. 353 convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2004, n. 46 recante disposizioni in materia di agevolazioni tariffarie postali per le spedizioni di prodotti editoriali.

- Richiesta delle Regioni e degli Enti locali di informativa sull’attuazione della legge 15 dicembre 2004, n. 308 recante delega per il riordino, il coordinamento e l’integrazione della legislazione in materia ambientale e sull’attivazione di un tavolo di confronto per l’esame dei relativi schemi di decreti attuativi.

(red/21.11.05)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top