Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 654 - martedì 17 gennaio 2006

Sommario
- Aborto; Rossi: rilanciare rete consultori
- Informazione; Rai: serve collaborazione con regioni ed enti locali
- Calabria e Valle d’Aosta ravvicinate
- Federalismo fiscale a nordest
- Legge elettorale Marche: respinto ricorso del Governo
- Scuola: corsi triennali sperimentali al verde

+T -T
Federalismo fiscale a nordest

(regioni.it) Federalismo fiscale a nordest. Tra Veneto e Trentino, dopo referendum di Lamon (cioe' dopo un atto politico-amministrativo voluto dai cittadini del piccolo comune montano, per ottenere l' annessione al Trentino e beneficiare della sua speciale autonomia, con i relativi vantaggi economici), è scoppiata la pace grazie al federalismo fiscale.

Entro questa settimana Galan predisporra' un disegno di legge-voto finalizzato a dare alla Regione Veneto autonomia fiscale, e questo con la benedizione del presidente della Provincia autonoma di Trento, Lorenzo Dellai, che ha garantito il pieno appoggio all' iniziativa.

''Inutile percorrere una strada lunghissima, carica di ostacoli e problemi qual' e' la riforma costituzionale per cercare un' autonomia totale - ha commentato Galan -, che tra l' altro necessita di passi parlamentari e costituzionali molto lunghi. Con questa iniziativa nel 2006 - ha aggiunto - il Veneto deve avere il proprio federalismo fiscale''.

In tempi brevi il disegno di legge-voto verra' presentato alle forze politiche del Veneto e quindi al Trentino, all' Alto Adige e al Friuli Venezia Giulia, le tre realta' del Nord-Est che godono di autonomia speciale. Un passo che prelude alla discussione in Consiglio regionale della legge, che per l' appunto fa voto al Parlamento di occuparsi della materia. Invita cioe' Roma ad attuare compiutamente il tema del federalismo fiscale, concedendo al Veneto maggiori disponibilita' finanziarie e quindi la possibilita' di intervenire in modo piu' incisiva nel governo della realta' locale.

Trentino-AA e Friuli Venezia Giulia non sono piu' visti come rivali. Una sorta di accordo bi-partisan (Trentino e Fvg sono governati dal centrosinistra, il Veneto dal centrodestra) su un tema scottante, perche' il Veneto si trova ormai da tempo schiacciato nel Nord-Est autonomista e in difficolta' a gestire le proprie politiche, come avviene nelle altre due regioni, proprio per mancanza di disponibilita' finanziarie.

Un tema pienamente condiviso da Lorenzo Dellai. ''Il Trentino - ha detto - e' disponibile a lavorare assieme al Veneto per raggiungere l' obiettivo del federalismo fiscale. Va premiata la logica della cooperazione e della collaborazione''.   

Ecco la pace: ''Il Veneto non ha nessun interesse a scalfire cio' che altri hanno ottenuto - ha affermato Galan -, quindi la nostra proposta di disegno di legge-voto non tocchera' assolutamente, in alcun modo, l' autonomia del Trentino. Certo e' importante sapere che nella nostra battaglia coraggiosa verso il federalismo fiscale abbiamo al nostro fianco un alleato che si chiama Trentino''.

Ancora Dellai. ''Il Trentino lavora per costruire alleanze - ha concluso - pur nella peculiarita' di

percorsi storici e finanche di interessi espressa dai diversi territori. Anche perchè‚ alla fine, il nostro comune interlocutore rimane Roma''.

 ''Questa e' la strada maestra per far ottenere al Veneto cio' che il Trentino ha gia' e che oggi appare indispensabile: il federalismo fiscale - ha riaffermato Galan -. Inutile percorrere una strada lunghissima, carica di ostacoli e problemi qual' e' la riforma costituzionale per dare autonomia totale al Veneto, che tra l' altro necessita di passi parlamentari e costituzionali molto lunghi. Nel 2006 - ha aggiunto Galan - il veneto deve avere il proprio federalismo fiscale''.

(red/17.01.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top