Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 654 - martedì 17 gennaio 2006

Sommario
- Aborto; Rossi: rilanciare rete consultori
- Informazione; Rai: serve collaborazione con regioni ed enti locali
- Calabria e Valle d’Aosta ravvicinate
- Federalismo fiscale a nordest
- Legge elettorale Marche: respinto ricorso del Governo
- Scuola: corsi triennali sperimentali al verde

+T -T
Informazione; Rai: serve collaborazione con regioni ed enti locali

(regioni.it) “C'e' bisogno di nuovi spazi d'informazione regionale”. ad affermarlo è il presidente della Rai Claudio Petruccioli, intervenuto alla fine della conferenza di produzione della testata regionale del servizio pubblico presso la sede della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, dove si sono dati appuntamento i rappresentanti dei comitati di redazione locale ed il direttore della Tgr Angela Buttiglione per fare il punto con i vertici della Rai, rappresentata dal suo presidente e dal direttore generale Alfredo Meocci. “Il nostro problema -ha ribadito Petruccioli- sono le risorse, e per questo si possono formare dei gruppi di lavoro misti che coinvolgano Regioni, Rai, enti locali e risorse private per costituire una vera e propria rete di produzione a livello locale''. “Il piano triennale d'investimenti per le sedi regionali è stato recepito dal cda senza subire modifiche -ha spiegato il presidente della Rai- esso prevede investimenti per aggiornamenti tecnologici ed investimenti immobiliari. Per spendere i soldi le modalità non sono sempre ottimali, specie per gli immobili. Per quanto riguarda la questione della mezz'ora per i tg, come accennato oggi e che ci porterebbe ad una spesa di 15 milioni di euro -ha sottolineato Petruccioli- questa sarà possibile solo dal secondo semestre, dopo un attento controllo delle azioni da verificare bimestre per bimestre dalla fine del prossimo febbraio. Se le azioni non otterranno i risultati previsti non sarà possibile''.

Il direttore generale ha parlato di un ''momento particolare per la costruzione della Rai futura''. “C'e' bisogno di una mentalita' nuova di fronte ad un futuro pieno di sfide proprie di un mondo che vede la mutazione genetica non solo della professione giornalistica, ma anche dei telespettatori -ha detto Meocci- Per questo non possiamo adagiarci sui pur ottimi riscontri di ascolti avuti fino ad ora, ma dobbiamo stringerci in una cordata per affrontare i cambiamenti a venire. La politica -ha continuato il dg- ha un senso solo se riveste la parte di un contributo di tutte le aree culturali del Paese, non se ricopre il ruolo di una lottizzazione bloccante”. “L'informazione regionale rende la Rai unica nel panorama televisivo -ha dichiarato il segretario nazionale Usigrai, Roberto Natale, che ha elencato una serie di dati raccolti dai vari Cdr in

tabelle poi accorpate- L'organico della redazione locale e' diminuito nel 61% dei casi, mentre ben l'83% degli intervistati denuncia la condizione di sotto organico delle redazioni. Mi sembra insensata, miope e dannosa -ha commentato Natale- la scelta aziendale mai formalizzata di non reintegrare nell'organico i cineoperatori: e' impensabile che in futuro la Rai dia in appalto le immagini. Altro problema riguarda il segnale analogico; e' troppo lungo l'elenco dei luoghi non coperti, mentre il dovere del servizio pubblico e' esserci,specie a 26 anni dalla messa in onda dei tg regionali”.

“Altra questione per noi vitale -ha proseguito Natale- e' quella dell'autonomia. Siamo contrari allo spoil system ed al principio del cuius regio eius religio per le nuove nomine nelle sedi regionali, ed il caso di Milano ci sembra emblematico di un'intrusione indebita della politica. Ancora, rivendichiamo la necessità di una maggiore duttilità dei palinsesti, anche radiofonici. Auspichiamo, infine, la possibilita' di progetti tra Rai, enti pubblici e Regioni coinvolgendo tutti nella lotta all'evasione del canone. Se Meocci parla di mutazione genetica -ha concluso Natale-noi preferiamo parlare di modelli organizzativi, e speriamo che la Rai torni a guardare propositivamente all'informazione regionale”.

A suggellare la conferenza, cui nei propositi degli organizzatori seguiranno altri appuntamenti, l'intervento di Angela Buttiglione, che si e' detta ''soddisfatta dell'incontro e degli apporti ricevuti. E' urgente una profonda riflessione su tutti i temi al vaglio oggi. Inoltre vorrei confessare un mio sogno per il domani - ha aggiunto il direttore del Tgr- Un canale all news sul digitale gestito direttamente dalla Rai”.

(red/17.01.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top