Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 655 - giovedì 19 gennaio 2006

Sommario3
- Trasporti: sarà rivisto orario FS
- Formigoni su par condicio
- Federalismo al 4%...
- Liguria: manovra fiscale
- Campaniacque; lotta alla camorra
- Friuli e Slovenia: protezione civile

+T -T
Trasporti: sarà rivisto orario FS

(regioni.it) Si va verso una “rivisitazione” dell'orario dei treni entrato da poco in vigore. Dopo la segnalazione da parte di regioni ed enti locali dei vari disagi agli utenti delle ferrovie a livello locale il “nodo orari” (cfr. anche regioni.it n.650) è stato affrontato infatti nel corso di un incontro fra i vertici del gruppo delle Ferrovie dello Stato e gli assessori regionali ai trasporti, svoltosi  oggi a Roma con la “Commissione trasporti” della conferenza delle Regioni, coordinata dall'assessore campano Ennio Cascetta.

Al termine dell'incontro, lo stesso Cascetta insieme all'amministratore delegato di Fs Elio Catania, ha annunciato che presto saranno attivati tavoli regionali che consentiranno alle Regioni di sapere cosa si possono attendere per il miglioramento della qualità del servizio e due tavoli nazionali: uno per una strategia nazionale di informazione a clienti e Regioni, e un secondo per un indirizzo unico nel definire i contratti di servizio regionali per il trasporto ferroviario locale. L'intento e' quello di aprire, come l'ha definita Cascetta, una “operazione di verità” su ciò che  potrà essere messo in campo in termini di numero di treni, orari e puntualità, e di portare i centri decisionali di FS più vicini alle Regioni. “Da parte di Fs - ha detto Catania – c’è la piena consapevolezza del disagio forte che si sta vivendo, e della centralità del servizio regionale e metropolitano nelle nostre scelte operative. Vi è dunque una mobilitazione delle Ferrovie dello Stato su quelli che definiamo i 'fondamentali' del servizio, cioè pulizia, puntualità e informazione. Intento del gruppo e' dunque quello di rafforzare il sistema regionale con una maggiore integrazione proprio con le Regioni e di rafforzare anche il processo di produzione ai fini di migliorare appunto il servizio complessivo.

(red/19.01.06)

+T -T
Formigoni su par condicio

(regioni.it) ''Mi sembra che la legge sulla par condicio non sia cambiabile''. Lo ha detto il presidente della regione Lombardia, Roberto Formigoni, a margine della visita del presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, a Pavia. Per Formigoni non si puo' ''tirare la giacchetta ai pareri del capo dello Stato come qualcuno ha fatto''.
''Il presidente Ciampi ha preso atto che la legge e' non cambiabile. Il Parlamento poteva cambiarla, e in quel caso non ci sarebbe stato nessuno scandalo. Ma l'emendamento e' stato ritirato, e il presidente Ciampi ha preso atto delle decisioni del Parlamento. Il parere di Ciampi - ha aggiunto Formigoni - non puo' essere tirato da una parte come qualcuno ha fatto''.
Infine la cerimonia di consegna del Premio per la Pace, istituito dalla Regione Lombardia, si svolgera' lunedi' 23 gennaio alle ore 20 al Teatro Ventaglio Nazionale di Piazza
Piemonte 12 a Milano. I riconoscimenti saranno conferiti dal presidente Roberto Formigoni.
Tra i premiati figura una menzione speciale a Noa (Nini Barak Achinoan), la cantante israeliana e ambasciatrice Fao dal 2003; Clementina Cantoni, operatrice nel campo della cooperazione internazionale, vittima di un sequestro di persona durato 24 giorni; Don Mauro Inzoli, presidente della Fondazione Banco Alimentare; Padre Charles Hewawasan, parroco di Matara in Sri Lanka. Il ''Premio per la Pace'' e' il riconoscimento che dal 1997 la Regione assegna a persone, enti, istituzioni e associazioni che si sono particolarmente distinte come operatori di pace nel mondo che hanno cioe' promosso iniziative a favore della pace e della cooperazione dello sviluppo.

(red/19.01.06)

+T -T
Federalismo al 4%...

(regioni.it) Il Mattino di Padova ha proposto un ampio servizio sulle riforme costituzionali. Si parte da un’analisi di Ilvo Diamanti “sparito dall’agenda delle priorità, tanto che solo il 4% degli italiani lo considera una delle 16 grandi emergenze da affrontare”. Diamanti attacca quindi il “federalismo preterintenzionale” sfuggito di mano al sistema dei partiti che hanno attuato un stop and go a seconda della fase storica.

Nel servizio del quotidiano veneto rientra anche un’intervista a Giovanni Sartori sul sistema elettorale e sul federalismo: “quello che si vorrebbe introdurre in Italia – dice fra l’altro Sartori - è da veri somaroni e costa troppo”.

(red/19.01.06)

+T -T
Liguria: manovra fiscale

(regioni.it) Manovra fiscale in Liguria che dara' un gettito di quasi 100 milioni di euro ogni anno. “Questo significa- ha spiegato il presidente Burlando - che questa Regione potra' disporre nei prossimi cinque anni, e magari nei prossimi dieci, di una cifra considerevole che impiegheremo per dare sempre piu' servizi e sempre migliori''.

''Vogliamo una Regione solidale - ha detto Burlando - e per farlo in questa fase di stagnazione, e' necessario prelevare risorse tra le fasce medio alte per distribuirle in modo da aiutare quelle piu' bisognose''.

''Vengo da una famiglia di operai e contadini - ha detto ancora Burlando - e ho capito da tempo quanto sia necessaria la presenza di una forte presenza pubblica. Se non ci fosse stata una buona scuola pubblica - ha detto ancora il presidente della Liguria - io ad esempio non avrei potuto fare certi studi. Per questo ragiono in questo modo''.

Rivolto ai partiti dell' Unione, Burlando ha poi voluto dare un segno di stabilita'. ''Io non cambiero' nessun assessore in questi cinque anni - ha detto Burlando - lo faro' soltanto se qualcuno di loro decidera' di fare altre esperienze. Altrimenti non cambiero' nulla. Mi rendo conto che l' opinione pubblica vuole stabilita', e questo e' un modo per garantirla''.

Neppure le deleghe degli assessori saranno modificate: ''Non ci sara' nessun giro di deleghe - ha ribadito il presidente Burlando - proprio perche' voglio stabilita'. Gli assessori possono lavorare tranquilli''.

In vista della scadenza elettorale di aprile, Burlando ha inoltre chiesto alla maggioranza equilibrio: ''Mi rendo conto della necessita' dei partiti di maggioranza di avere visibilita' nelle prossime settimane - ha detto Burlando - vi chiedo di trovare un punto di equilibrio tra queste necessita' e quella di mantenere coesione e stabilita' alla maggioranza''.

Validi e costruttivi emendamenti alla legge Finanziaria sono stati presentati dalla minoranza di centrodestra in consiglio regionale. Burlando nella sua replica alla discussione sulla legge Finanziaria in via di approvazione ha infatti ringraziato diversi consiglieri della minoranza di centrodestra per le proposte portate in consiglio.

Burlando si e' rivolto in particolare a Matteo Marcenaro, della Lista Biasotti, dicendogli che ha presentato un buon emendamento per garantire la progressivita' impositiva anche per i redditi che si differenziano tra loro anche solo di pochi euro. ''E' una proposta costruttiva - ha detto Burlando a Marcenaro - non la possiamo mettere nella legge di quest' anno, ma sicuramente la inseriremo nella prossima Finanziaria a novembre''. La proposta consente di eliminare la disparita' di tassazione per i redditi che si aggirano intorno ai 13 mila euro e a quelli che si aggirano intorno ai 20 mila euro.

Al centrodestra che chiedeva dove verranno investite le risorse della Regione, il presidente ha ribadito che ''sin dalla prossima settimana faremo apposite leggi per i servizi sociali, la sanita', l' industria, la ricerca, l' urbanistica in modo da investire al meglio le risorse''.

Infine Regione Liguria e Rete Autostrade Mediterranee (Ram), del Gruppo Sviluppo Italia, hanno recentemente siglato un protocollo d' intesa che da' il via libera ai lavori con cui la Regione preparera' entro 4 mesi un piano di interventi per favorire la realizzazione delle 'autostrade del mare'.

 

(red/19.01.06)

+T -T
Campaniacque; lotta alla camorra

(regioni.it) La Campania, ha approvato un disegno di legge regionale sull'acqua. La nuova normativa dispone la creazione della societa' regionale a capitale interamente pubblico ''Campaniacque'', a cui sara' conferita la titolarita' delle infrastrutture del servizio idrico integrato di competenza regionale.

 ''Con l'approvazione di questo disegno di legge, realizziamo uno dei punti piu' importanti e qualificati del programma di governo presentato in campagna elettorale'', sottolinea il presidente della giunta regionale, Antonio Bassolino. ''Nelle scorse settimane si e' discusso molto, come e' giusto che fosse, sulla fondamentale risorsa dell'acqua. Per questo la giunta - continua Bassolino - ha voluto riordinare organicamente tutte le disposizioni in materia, affermando la titolarita', il controllo e la gestione pubblici delle reti di competenza regionale del comparto idrico campano. Attraverso la costituzione della societa' Campaniacque, puntiamo a garantire forme di gestione sempre piu' efficienti e vicine alle necessita' dei cittadini.

L'acqua e' un bene pubblico e un diritto fondamentale delle persone, che noi siamo fortemente impegnati ad assicurare. Auspichiamo che il Consiglio regionale - conclude Bassolino - coordinando il disegno della giunta con le proposte dei gruppi consiliari, approvi al piu' presto la nuova legge''.

A un mese esatto dall'agguato in cui rimase ucciso Giuseppe Riccio, il pizzaiolo di 26 anni ucciso il 17 dicembre scorso sul posto di lavoro durante un raid punitivo, il presidente della Regione Campania Antonio Bassolino e l'assessore regionale al Lavoro Corrado Gabriele hanno

incontrato la vedova e il padre del ragazzo nel luogo del delitto: da 'Donna Amalia', la pizzeria in calata Capodichino. Con loro, i dipendenti di un locale che sta andando in bancarotta, perche' la gente ha paura di tornare fra quei tavoli.

Il presidente ha riservato un passaggio al futuro della giovane vedova e del suo bambino, che ha 17 mesi: ''Faremo di tutto per essere al fianco della signora e del bambino, che deve crescere in un clima giusto, in un asilo nido, in una scuola, con l'affetto della madre: una signora che dovra' giustamente avere un suo ruolo, una sua attivita', e che sara' per il figlio un punto di riferimento''. Il figlio di Giuseppe Riccio ''deve crescere come era il padre - aggiunge Bassolino - una persona onesta, una brava persona, perche' questo e' il segnale che e' giusto dare e dobbiamo dare''.

''Questi tavoli devono riempirsi di persone. Io stesso verro' piu' volte''. Così il presidente della Campania Antonio Bassolino:''E' importante venire in in questa pizzeria, questo e' un luogo di lavoro'', ha detto Bassolino. La citta' deve affrontare ''a testa alta'' la lotta con la minoranza rappresentata dai violenti e dalla criminalita' organizzata, dando il primo segnale con la presenza sul territorio.

''Vorrei sottolineare, lo faro' io stesso nei prossimi giorni, che e' importante stare qui questo e' un luogo di lavoro. Si deve stare in questa pizzeria, devono starci i lavoratori, a testa alta. Verro' io piu' volte. Ed e' giusto che la gente ci venga, in questa come in tante pizzerie, e in tanti luoghi della citta'''. Per Bassolino, si tratta dei ''giusti segnali di vicinanza  che bisogna dare, in una citta' dove e' in corso una lotta: e  questa lotta e' tra minoranze di camorra e di violenza, e tante  persone oneste che vogliono guardare avanti''.

 (red/18.01.06)

+T -T
Friuli e Slovenia: protezione civile

(regioni.it) La Protezione civile del Friuli Venezia Giulia e quella della Slovenia saranno in stretta sinergia nelle attivita' di prevenzione ed intervento, collegate in rete tra i rispettivi centri operativi di Palmanova e Lubiana per favorire scambi di dati ed informazioni (utilizzando l'inglese come lingua ufficiale) ed impegnate congiuntamente in esercitazioni e corsi di formazione bilaterali.

Nel contempo la Regione Friuli Venezia Giulia ha dato il via libera alla realizzazione dei progetti

dell''Obiettivo 3' 2000-2006 (asse D-misura D4), con l'obiettivo di sostenere azioni di sistema nel settore della ricerca e dello sviluppotecnologico, all'interno delle piccole e micro imprese del territorio.Un settore per cui la giunta ha predisposto un fondo di 1 milione di euro. Le azioni,oltre che all'innovazione, saranno finalizzate anche allo sviluppo delle competenze professionali nelle funzioni di ricercae innovazione.

 (red/19.01.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top