Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 656 - venerdì 20 gennaio 2006

Sommario
- Ambiente; attuazione delega: per Regioni scelta sbagliata
- Sanità: radiografia della Finanziaria 2006
- Entrate tributarie
- Il 26 Conferenza delle Regioni
- Aborto; Rossi: ruolo centrale ai Consultori
- Amato: sistema elettorale per coalizioni "variabili"

+T -T
Amato: sistema elettorale per coalizioni "variabili"

(regioni.it) “L’Italia aveva scelto un assetto politico bipolare, che contava tuttavia sul passare degli anni per determinare nei due poli, e pur in presenza di una pluralità di componenti all’interno di ciascuno, quella coesione che gli è comunque essenziale. Il sistema elettorale, in particolare attraverso i collegi uninominali, era un ingrediente non minore di questo processo di radicamento. E che il processo fosse virtuoso in quanto radicasse coesione lo conferma il fatto che i due poli si sono alternativamente lanciati l’accusa di essere internamente divisi e quindi non sufficientemente coesi”, a sostenerlo è Giuliano Amato in un editoriale pubblicato dalla Rivista ItalianiEuropei.

Il nuovo sistema elettorale per Amato è “un ibrido (ben più ibrido del cosiddetto Mattarellum), che da una parte ci riporta al voto proporzionale di lista e dall’altra introduce un premio di maggioranza per la lista o le liste coalizzate con più voti”. La “spiegazione della scelta”, secondo Amato sta nel fatto che si è “voluto, per ora, salvare il bipolarismo, ma l’unico modo per farlo era quello di consentire all’elettorato di ciascun partito di votare per i suoi soli candidati, giacché si temeva che, negli attuali collegi uninominali, il candidato unico della Lega non avrebbe avuto i voti degli elettori, a dir poco, dell’UDC e viceversa. Il centrodestra riesce così a sopravvivere, ma solo sommando i voti separatamente presi dai suoi singoli partiti. Va aggiunto poi che il nuovo sistema, non soltanto ha questa funzione, ma è anche adattabile ad un assetto politico non più bipolare: teniamo presente, infatti, che il premio di maggioranza viene conferito alla coalizione di liste che abbia semplicemente preso più voti, con una soglia minima che arriva massimo al 20% al Senato. In questo senso – conclude Amato -  esso fornisce un lasciapassare più che conveniente verso la rottura delle coalizioni esistenti, offrendo la possibilità di governare alla prima fra tre o quattro o più coalizioni non maggioritarie”.

(red/20.01.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top