Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 658 - martedì 24 gennaio 2006

Sommario
- Sanità: poche risorse e controlli bilanci
- Bassolino: positivo viaggio in Cina
- Formigoni: ''no'' olio combustibile in centrali
- ODG Conferenza Regioni del 26
- ODG Conferenza Unificata del 26
- ODG Conferenza Stato-Regioni del 26

+T -T
Sanità: poche risorse e controlli bilanci

(regioni.it) Che la Finanziaria abbia effettuato dei tagli “destabilizzanti” sul sistema sanitario lo sostiene anche S&P, una delle maggiori società finanziarie internazionali, seppur utilizzando l’eufemismo di aumento ''limitato'' delle risorse per la sanita'.

Comunque l’aumento limitato delle risorse destinate dalla Finanziaria potrebbe costringere le Regioni ad ''attivare la leva tributaria per contenere i loro disavanzi sanitari''. Lo afferma l'agenzia di rating Standard & Poor's nell'ultimo 'Bollettino' dedicato appunto alla legge finanziaria 2006 e al suo impatto in particolare sulle finanze degli enti locali.

Oltre all'insufficienza delle risorse per la spesa sanitaria ''l'assistenza sociale - ad avviso di S&P - costituira' un'ulteriore fonte di pressione per i bilanci regionali''. Fatte queste premesse l'agenzia di valutazione ''si aspetta che le regioni sfrutteranno la flessibilita' finanziaria residua sulle entrate andando pertanto ad esaurire margini di manovra gia' modesti''.

Per quanto riguarda invece Comuni e Province la rivisitazione del Patto di Stabilita' interno ''dovrebbe condurre ad un miglioramento dei margini correnti'' rispetto al 2005. Ma Standard & Poor's contemporaneamente prevede ''una ripresa della spesa per investimenti e quindi del ricorso all'indebitamento, dopo il rallentamento registrato nel 2005''.

Nel 2006 i Comuni sono chiamati ad un attento controllo sulla spesa corrente e l'agenzia di rating, ricordando che per quanto  riguarda i Comuni riguarda soprattutto trasporto pubblico e spesa sociale, considera ''inevitabile un'ulteriore contrazione della gia' scarsa flessibilita' della spesa corrente''.

Sempre sui bilanci di Comuni e Province, S&P ricorda che, in cambio del blocco delle addizionali, questi enti locali, dovrebbero usufruire nel 2006 del 30% del gettito aggiuntivo generato dalla lotta all'evasione dei tributi statali.

''Standard & Poor's - riporta il Bollettino - non si attende da questa misura effetti positivi di rilievo sulla capacita' d'autofinanziamento degli investimenti, in quanto l'emanazione dei provvedimenti attuativi ha gia' accumulato un certo ritardo''.

Intanto si fanno le pulci ai bilanci delle Amministrazioni. Tremonti attende per il 10 febbraio tutta una serie di rendiconti informatizzati e particolareggiati. Dalle spese sostenute per le missioni in Italia e all'estero a quelle per gli affitti degli uffici, dagli oneri per i servizi in outsourcing alle spese sostenute per il lavoro straordinario o per i contenziosi giudiziari. La spesa della pubblica amministrazione passa ai 'raggi x' e la Ragioneria Generale dello Stato chiede con una circolare a tutti i centri di costo un dettagliato rendiconto per fare il check-up sulla spesa affrontata nel secondo semestre del 2005. Un lavoro prezioso tanto che ''le informazioni economiche della rilevazione dei costi - ricorda il ministro dell'Economia Giulio Tremonti nella lettera di accompagnamento alla circolare - verranno poste a base di riferimento per la costruzione del budget economico e del bilancio finanziario di previsione per il 2007''

Le regole del sistema unico di contabilita' economica per centri di costo delle pubbliche amministrazioni sono ricordate appunto nella circolare della Ragioneria inviata nei giorni scorsi a tutti gli uffici del Bilancio. Il ministro Tremonti rileva che ''il sistema di contabilita' interna consente di evidenziare, in termini economici, le esigenze funzionali e gli obiettivi concretamente perseguibili dalle amministrazioni''.

La Ragioneria chiede cosi' agli Uffici del Bilancio delle diverse amministrazioni di consegnare le schede compilate entro il 3 febbraio ed inserirle nel sistema informatico del Servizio Analisi dei Costi e dei Rendimenti ''inderogabilmente entro il 10 febbraio 2006''. E al ''rispetto obbligatorio ed

indifferibile dei termini previsti nel calendario'' richiama lo stesso ministro dell'Economia che rileva come ''la tempestivita' delle rilevazioni, correlata all'arco temporale dell'operazione, rappresenti una componente fondamentale di successo e di efficacia del processo per la strumentalita' delle informazioni che produce''.

 

(gs/24.01.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top