Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 689 - martedì 14 marzo 2006

Sommario
- Errani convoca per il 16 marzo la Conferenza delle Regioni
- 16 marzo: Stato-Regioni
- La Loggia convoca Conferenza Unificata
- Accordo su riparto Fondo Sanitario Nazionale
- Colozzi: grande senso di responsabilità su riparto
- Raccolta differenziata dei rifiuti: serve programma

+T -T
Accordo su riparto Fondo Sanitario Nazionale

(regioni.it) Anche per il 2006 le Regioni hanno trovato l’accordo sul riparto del Fondo Sanitario Nazionale. Nonostante il blocco delle risorse si è quindi conclusa positivamente la due giorni “straordinaria” di Roma. E’ un altro esempio di forte senso istituzionale, dopo l’altra importante Conferenza delle Regioni sul federalismo fiscale di luglio a Reggio Calabria.

Le Regioni ''dimostrano di saper giocare la carta della responsabilita', essenziale per governare seriamente la sanita' dando forza al servizio sanitario nazionale'', ha detto il presidente della Regione Emilia Romagna e presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, dopo la chiusura della 'due giorni'.

Errani ha espresso la ''piena soddisfazione per una conclusione positiva di un lavoro comunque non facile e reso complicato dalla crescita zero del Fondo sanitario nazionale'' ed ha osservato come vi sia stata una sottolineatura unanime, da parte delle Regioni, della sottostima del Fondo: lo stesso DPEF parlava di un 'tendenziale' di 95,6 miliardi di euro (complessivamente la somma che le Regioni si sono ripartite, compresi i 2 miliardi per il ripiano dei debiti pregressi e il miliardo per il recupero del disavanzo strutturale, e' di 93 miliardi di euro).

''Ora - ha concluso Errani - ci sono molte cose da fare, a cominciare dalle Conferenze del 16 marzo prossimo, per assicurare qualita', innovazione e servizi pronti ed efficaci per tutti i cittadini''.

Due giorni di incontri, lavori, discussioni. E alla fine, come ogni anno, le regioni sono arrivate ad un accordo su come ripartire tra loro i 93 miliardi complessivi del Fondo sanitario nazionale 2006.

La Conferenza Stato-Regioni del prossimo 16 marzo servirà a ratificare l’accordo. In quella sede dovra' essere espressa anche l'intesa sul Piano di contenimento delle liste di attesa, mentre la Conferenza unificata dovra' ratificare il Piano sanitario 2006.

La giornata conclusiva dei lavori, il 10 marzo, e' coincisa con le dimissioni del ministro della Salute, Francesco Storace.

Il Fondo e' sottostimato, ha sottolineato il presidente della Conferenza, Vasco Errani, mentre il coordinatore degli assessori al bilancio, Romano Colozzi, auspica per il futuro la creazione di una commissione di esperti, anche a livello internazionale, che elabori nuovi parametri sui quali 'ponderare' i bisogni del Paese.

Errani, comunque, ha voluto lodare il clima di grande solidarieta' e la visione d'insieme che ha prevalso, ''che ha consentito a ciascuno di fare passi avanti e di trovare una sintesi positiva''. Il lavoro e' stato impegnativo, ha sottolineato Errani, ma alla fine nessuna regione avra' meno fondi del 2005, ''non poteva che essere cosi''', ha osservato Errani, per il quale hanno prevalso ''un clima di solidarieta' e reciprocita'''.

Non e' ancora nota la tabella finale con le quote che verranno assegnate a ciascuna regione dal momento che le limature e le rifiniture si sono susseguite, come ha spiegato lo stesso Errani, fino all'ultimo momento.

Errani ha infine posto l'accento sul fatto che le regioni siano riuscite a trovare l'intesa su un Fondo ''a crescita zero'' e sul decreto legislativo 56, sul federalismo fiscale, a Reggio Calabria, lo scorso anno.

''Questo e' il segno - ha proseguito Errani - di una grande capacita' delle Regioni di lavorare con una visione di sistema che ha consentito a ciascuno di trovare una sintesi positiva. Questo e' ancora piu' vero quest'anno visto che, per la prima volta, e' stata registrata una crescita zero del Fondo sanitario nazionale. Siamo di fronte ad una pesante sottostima del Fondo e rimane la questione del mancato finanziamento dei 4,5 miliardi euro per il 2004 relativi al pieno finanziamento dei livelli essenziali di assistenza e alla questione che riguarda i contratti della sanita'''.

Errani ha ringraziato in particolare il coordinatore degli assessori regionali alla sanita', l'assessore della Toscana Enrico Rossi e ha spiegato che il riparto mira a salvaguardare l'equilibrio all'interno del sistema regionale rispetto alle diverse condizioni territoriali e tenta di dare una risposta ai problemi strutturali di alcune regioni.

''Sta crescendo una cultura di governo - ha ribadito - che sara' sempre piu' preziosa per affrontare le questioni che riguardano la sanita'''. Infine Errani ha chiarito che nessuna regione avra' meno fondi di quelli previsti lo scorso anno, ''non poteva che essere cosi'''.

(red/14.03.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top