Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 691 - giovedì 16 marzo 2006

Sommario
- Sanità: Liste d'attesa e risorse 2006 in Stato-Regioni il 28 marzo
- Federalismo fiscale: il 28 tabella ripartizione 56/2000
- Sanità informatizzata
- Più UE per le Regioni
- Finanziaria: Emilia ricorso Consulta
- Loiero fonda il PDM

+T -T
Sanità informatizzata

(regioni.it) Governo annuncia l’informatizzazione della sanità. Prenotazioni sanitarie on-line, puredal pc del medico di famiglia, per ridurre le liste e i tempid'attesa, e firma digitale a 200 mila operatori sanitari perinformatizzare la cartella clinica degli italiani anche per ilmonitoraggio e la prevenzione: sono le iniziative di "sanita'elettronica" contenute in un decreto firmato da Lucio Stanca,Ministro per l'Innovazione e le Tecnologie, che dispone unstanziamento dello Stato di 15 milioni di euro, a cui siaggiungera' un co-finanziamento di analogo importo da partedelle Regioni interessate, per cui l'investimento complessivosara' di 30 milioni.

Stanca haricordato che ormai l'80% degli studi medici italiani ha un pcon line. Per quanto riguarda il decreto appena firmato, ilministro ha spiegato che "l'investimento globale di 30 milionidi euro punta a sviluppare la diffusione della firma digitale el'interconnessione dei sistemi di prenotazione di undiciRegioni per ridurre le liste e i tempi d'attesa".

Per quel che riguarda in primis le prenotazioni on-line, ildecreto stanzia 5 milioni, cui si aggiungera' unco-finanziamento di analogo importo da parte delle Regioni chehanno aderito al progetto: Lombardia, Umbria, Emilia Romagna,Marche, Veneto e Provincia Autonoma di Trento, ma a cui sonocandidate a partecipare anche Liguria, Friuli-Venezia Giulia,Puglia, Sicilia e Sardegna. L'obiettivo e' di attivare unsistema che integri a livello territoriale (provinciale,regionale e interregionale) i vari CUP-Centri Unici diPrenotazione. "In tal modo i cittadini ed i loro medici potranno individuare e, poi, prenotare direttamente on-line visite ed accertamenti diagnostici presso quelle strutture sanitarie, anche di altre regioni, dove ci sono minori tempi e liste di attesa".

Firma digitale: il decreto eroga 10milioni ed altrettanti li stanzieranno 16 Regioni italiane (adeccezione solo di Sardegna, Calabria, Campania e ProvinciaAutonoma di Bolzano) anzitutto per la digitalizzazione dellastoria medica della popolazione, onde realizzare la "cartellaclinica digitale" (nel piu' totale rispetto della privacy) edisporre di significativi dati sanitari dei cittadini al finedi fornire loro un servizio migliore. Il patrimonio di dati edi anamnesi, tra l'altro, permettera' l'avvio graduale delmonitoraggio (screening) delle maggiori patologie consentendo di agire pure sul fronte della prevenzione. In secondo luogo per la dematerializzazione delle documentazioni sanitarie, che portera' non solo all'eliminazione di enormi quantita' di carta, ma rendera' pure disponibili on-line i dati, consultabili dovunque sia necessario, soprattutto nell'emergenza (ambulanze, pronto soccorso, strutture sanitarie dentro e al di fuori della zona di residenza del cittadino, etc.), evitando errori, duplicazioni di prestazioni e di accertamenti e contrastando le frodi.

Tra le iniziative già promosse, quella che coinvolge 25 milamedici di medicina generale nel Sud per effettuare prescrizioni e refertazioni elettroniche, prenotazioni on-line e gestione della cartella clinica digitale; l'avvio di servizi di telepatologia oncologica per la rete dei centri di eccellenza nazionale; la banca dati sui tumori rari; i percorsi formativia distanza per l'educazione continua in medicina; la codifica dei farmaci su base nazionale, e non piu' locale, per il monitoraggio puntuale della spesa, l'ottimizzazione degli acquisti, con i conseguenti risparmi e, non ultimo, l'emersione delle truffe.

(red/16.03.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top