Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 695 - mercoledì 22 marzo 2006

Sommario3
- Il 28 Conferenza Regioni
- Decreto proroga OGM
- Contratti: nominato presidente ARAN
- Emilia-Romagna: innovazione targata UE
- Centenario Acquedotto Pugliese
- Ripa Di Meana Presidente Federazione aziende sanitarie e ospedaliere

+T -T
Il 28 Conferenza Regioni

(regioni.it) E' convocata la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per martedì 28 marzo 2006 alle ore 10.00  (Via Parigi, 11 – Roma).

 

Ordine del giorno:

 

1) Approvazione bozza resoconto della seduta del 16 marzo 2006;

 

2) Comunicazioni del Presidente;

 

3) Esame questioni all'o.d.g. della Conferenza Unificata;

 

4) Esame questioni all'o.d.g. della Conferenza Stato-Regioni;

 

5) COMMISSIONE AFFARI FINANZIARI – Regione Lombardia

Esame dello schema tipo di Regolamento per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari di competenza delle Regioni e degli Enti regionali, a seguito delle osservazioni espresse dal garante per la protezione dei dati personali - Punto all’esame della Commissione Salute nella riunione del 28 marzo 2006;

 

6) COMMISSIONE AFFARI COMUNITARI E INTERNAZIONALI – Regione Piemonte

Obiettivo 3 2007-2013: Cooperazione territoriale – Candidature delle Regioni per le Autorità Uniche di Gestione dei Programmi di cooperazione transnazionale – Punto esaminato dalla Commissione nella riunione del 16 marzo 2006;

 

7) COMMISSIONE BENI E ATTIVITA’ CULTURALI – TURISMO –

Regione Abruzzo

Schema di Accordo di programma con il Dipartimento per l’Innovazione e le Tecnologie, per la definizione delle caratteristiche e modalità di presentazione dei progetti per il caricamento dei contenuti digitali di interesse turistico nel portale ITALIA.IT – Punto all’esame della Commissione nella riunione del 28 marzo 2006;

 

8) Varie ed eventuali.

 

 

SEDUTA RISERVATA

 

 

9)  DESIGNAZIONI

9a)   Comitato Direttivo dell’ARAN (Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle     Pubbliche Amministrazioni), di cui all’articolo 46, comma 6, del Decreto         Legislativo 30 marzo 2001, n. 165: rinnovo – un rappresentante regionale;

9b)   Congresso dei Poteri Locali e Regionali d’Europa (CPLRE): rinnovo – diciotto      rappresentanti regionali (nove membri titolari e nove membri supplenti).

 

(red/22.03.06)

+T -T
Decreto proroga OGM

(regioni.it) Decreto proroga OGM.  Il ministro delle Politiche agricole, Gianni Alemanno, proporra' a Consiglio dei ministri dopo il 28 marzo, dunque dopo la riunione della Conferenza Stato-Regioni, un decreto legge di proroga di tre mesi per la moratoria relativa agli Ogm. Lo ha annunciato lo stesso ministro : ''Dal punto di vista tecnico -ha spiegato- si tratta di prolungare la moratoria anche per corrispondere all'esigenza comunitaria di non creare vuoti di carattere giuridico''.

Per il settore agricolo serve unita' di fondo per affrontare le diverse sfide che abbiamo davanti, per questo avevamo immaginato una Conferenza dell'Agricoltura: "Serve un rapporto definito tra Stato e Regioni, perche' altrimenti ci troviamo, com'e' capitato che la legge che avevamo faticosamente costruito sugli Ogm che una sola Regione ha bloccato impugnandola in funzione Ogm-free".

(red/22.03.06)

+T -T
Contratti: nominato presidente ARAN

(regioni.it) Il Ministro della Funzione Pubblica, Mario Baccini, ha comunicato che il Presidente del Consiglio dei Ministri ha firmato il decreto di nomina del nuovo Comitato direttivo  dell'ARAN. Presidente dell'Agenzia e' stato nominato Raffaele Perna, gli altri due componenti sono Antonio Guida ed Edoardo Calzoletti.

''Finalmente l'ARAN ha un Comitato direttivo nel pieno delle sue funzioni-dice il ministro - questo permettera' all'Agenzia di portare a compimento le ultime trattative dei contratti collettivi e di concludere le procedure di alcuni importanti contratti gia' firmati precedentemente''.

Ora manca che “le Regioni, l'Anci e l'Upi designino i loro rappresentanti per completare la composizione del Comitato''.

Infine il Il Consiglio dei ministri e' stato convocato per domani alle 9 a palazzo Chigi.

Questo l'ordine del giorno:5 decreti legislativi sull'attuazione dello statuto della Regione Trentino Alto Adige in materia di tutela della popolazione ladina in provincia di Bolzano; tutela della popolazione ladina in provincia di Trento; accademia di belle arti, istituti superiori per le industrie artistiche, conservatori di musica e istituti musicali pareggiati in provincia di Trento; controlli igienico-sanitari sulle merci all'importazione e assistenza sanitaria negli

stituti penitenziari; trasferimento di beni del demanio statale.

L'odg prosegue con 5 decreti legislativi in materia di attuazione delle direttive comunitarie sul codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi forniture; sulla disciplina sanzionatoria per violazioni al regolamento Ce 178/2002 in materia di legislazione alimentare; sull'attuazione delle direttive in materia di scambio di quote di emissioni di gas a effetto serra; sulla protezione dei lavoratori dai rischi derivanti dall'esposizione al rumore e all'amianto durante il lavoro; sulle modifiche al decreto legislativo n.132/2005 di attuazione della direttiva 2003/43 in materia di scambi intracomunitari e importazioni di sperma bovino.

Il consiglio esaminera' anche un decreto presidenziale sul regolamento per l'organizzazione e la disciplina dell'agenzia nazionale per il turismo; un decreto legislativo riguardante il riordino della disciplina concernente il reclutamento dei professori universitari; leggi regionali.

(red/22.03.06)

+T -T
Emilia-Romagna: innovazione targata UE

(regioni.it) L’innovazione e lo sviluppo passa anche per l’Italia e in particolare per le reti internet locali di servizio. In tal senso l'Europa consacra l'Emilia Romagna. E’ la Rete Paxis, di cui la Regione fa parte, ad essere promossa. Sviluppo, innovazione e buone pratiche sono le parole chiavi del successo on line.

Inoltre è in linea anche 'Enti locali in rete', la nuova banca dati realizzata sempre dall'Emilia-Romagna e Anci per le informazioni sugli Enti locali regionali.

Il riconoscimento alla Regione, gia' tre volte campione europea dell'innovazione, e' arrivato nel corso di un dibattito sul ruolo delle realta' locali e regionali nelle politiche per lo sviluppo promosso dalla Commissione Ue in concomitanza con la pubblicazione del primo manuale di Paxis indirizzato ai responsabili delle politiche per l'innovazione.

Sono 22 le Regioni della Rete che sono riuscite in solo cinque anni di lavoro di squadra a promuovere con successo lo scambio di esperienze innovative e a costruire le basi per sviluppare nuove azioni che contribuiranno efficacemente alla crescita e al lavoro. All'Emilia - Romagna, una dei quattro partner italiani della Rete, con il Veneto e le province di Milano e Torino, il riconoscimento speciale per l'eccellenza raggiunta nel trasferimento delle tecnologie.

In questo quadro di ricerca di innovazione dei servizi offerti dalla pubblica amministrazione locale in rete, Bruxelles promuove le iniziative di alcune regioni europee nel campo dell'innovazione applicata allo sviluppo di nuove imprese, evidenziando ventidue punte di diamante tra cui, per l'Italia, l'Emilia-Romagna. Tra le realta' territoriali piu' attive, l'esecutivo Ue cita con l'Emilia-Romagna anche Stoccolma, Helsinki, Stoccarda, Dublino, Barcellona, il Sud-Est della Gran Bretagna, Lione-Grenoble, la regione di Vienna e Copenaghen.

Soddisfatto il presidente dell'Emilia-Romagna, Vasco Errani, che ha tuttavia sottolineato come quanto realizzato finora debba essere considerato solo ''un punto di inizio: dobbiamo e possiamo fare ancora di piu'''. Per quanto riguarda le iniziative della sua regione, Errani ha puntato su una politica tesa a mettere a sistema la ricerca collegando in rete universita', centri pubblici e privati, imprese e a creare le basi per il trasferimento delle conoscenze.  ''Ma questo - ha osservato il presidente della Regione, Vasco Errani - non e' un punto d'arrivo, perche' siamo ben consapevoli che il processo di innovazione che dobbiamo assolutamente seguire e' molto piu' ambizioso''.

Nel corso degli ultimi cinque anni, le ventidue regioni europee, considerate di punta nell'innovazione, hanno cooperato nel network PAXIS. I risultati sono contenuti ora in un nuovo manuale che descrive 65 buone pratiche soprattutto nel campo della definizione delle politiche, dell'innovazione finanziaria, della tecnologia e del suo trasferimento per l'avvio di nuove imprese.

L’Emilia-Romagna con la Rete Paxis, e' stata in grado di realizzare, tutta una serie di servizi innovativi. Partendo da una politica per l'innovazione basata sulla messa a sistema della ricerca e di tutti i suoi attori e sul rafforzamento dell'intersettorialita' e delle convergenze e' stato infatti possibile costruire 55 nuovi centri e laboratori di ricerca che danno stabilmente impiego a oltre 300 ricercatori. Una delle chiavi del successo e' stata proprio la capacita' della Regione di inserirsi nella logica europea e internazionale delle Reti, perche', ha insistito Errani ''nessun territorio puo' pensare di aver al suo interno tutto un sistema di ricerca''.''La Rete, ha concluso, e' un luogo principe per fare politiche industriali innovative, di sviluppo e di coesione''.

Mentre 'Enti locali in rete' è la nuova banca dati realizzata dalla Regione e da Anci Emilia-Romagna che contiene tutte le informazioni per entrare in contatto con gli Enti locali dell'Emilia-Romagna: Province, Comuni, Comunita' montane, Unioni di Comuni. Accessibile all'indirizzo http://wwwservizi.regione.emilia- romagna.it/AnagraficaEELLconsultazione/ o dal Portale delle autonomie locali (www.regione.emilia-romagna.it/autonomie), 'Enti locali in rete' e' la prima banca dati nella quale sono disponibili tutti i dati generali degli Enti locali (recapito dell'ente, numero di telefono, indirizzo del sito web, posta elettronica certificata, urp, popolazione censita, partita iva, codice istat), ma soprattutto i nomi e gli indirizzi e-mail dei sindaci e dei presidenti, dei segretari e dei direttori generali, dei dirigenti, degli assessori con le relative deleghe e dei componenti dei consigli.

'Enti locali in rete' nasce dal bisogno di poter reperire in modo veloce e completo tutte le informazioni necessarie per entrare in contatto con gli uffici e le strutture degli enti locali della regione. Il nuovo servizio, che si inserisce nel piu' ampio obiettivo della creazione del Portale regionale della Pubblica Amministrazione, si propone di rendere piu' efficaci i rapporti tra le amministrazioni; consentire ai cittadini un accesso facilitato agli uffici, alle strutture e agli operatori delle amministrazioni locali; offrire la possibilita' di creare liste di distribuzione utili a dialogare con piu' soggetti contemporaneamente e quindi rendere possibile la creazione di comunita' professionali per lo scambio di innovazione e di esperienze.

 (gs/22.03.06)

+T -T
Centenario Acquedotto Pugliese

(regioni.it) Coordinamento acqua Regioni. Con la Giornata mondiale dell'acqua si sono svolte anche le celebrazioni per il centenario di Aqp, dell’ Acquedotto Pugliese.

''Presupposto essenziale per una vera affermazione dei diritti e delle liberta' democratiche, la gestione sostenibile delle risorse idriche rappresenta una delle maggiori sfide che la collettivita' e' chiamata ad affrontare'', ha scritto il presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, per l’occasione. ''Le celebrazioni per il centenario indette in occasione della Giornata mondiale dell'acqua esaltano - scrive Ciampi - il ruolo dell'Acquedotto nella storia della Puglia. Fra i piu' belli d'Italia e d'Europa, questa straordinaria opera nata agli albori del secolo appena trascorso, frutto dell'ingegno e della tenacia dei cittadini pugliesi, ha accompagnato il cammino di sviluppo e di progresso della regione, assicurando a tutti, in modo sempre piu' efficiente e capillare, l'accesso ad un'acqua pura''.

''Le vostre iniziative, che attraverso mostre ed eventi culturali, coinvolgono anche gli studenti delle scuole - aggiunge il presidente della Repubblica - offrono uno straordinario contributo alla diffusione di una cultura della pianificazione e dell'uso razionale dell'acqua, di un impegno sempre maggiore a garanzia dell'ambiente e dell'integrita' del territorio''.

Per il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, per garantire il principio di accesso egualitario alle risorse idriche e' necessaria ''una politica generale di governo pubblico dell'acqua che sia  in grado di promuovere l'acqua come bene pubblico e patrimonio  dell'umanita'''. Bassolino ne ha parlato a Bari in occasione dei festeggiamenti del primo centenario dell'Acquedotto Pugliese.

''Per fare cio' - ha detto il presidente della Campania - nessun ente locale e' autosufficiente, occorre invece una grande questione di infrastrutturazione dell'intero Mezzogiorno. Cosi' come abbiamo fatto in questi mesi per trasporti, infrastrutture e logistica, dobbiamo fare con l'acqua con il coordinamento dei presidenti delle Regioni''.

''E' indispensabile - ha aggiunto - una gestione integrata del ciclo delle acque su scala meridionale; in questo senso qui a Bari c'e' oggi la prima riunione pubblica dei presidenti delle Regioni meridionali. Ora l'obiettivo e' arrivare agli Stati generali dell'acqua, che terremo a settembre in Basilicata, sulla base di un intenso lavoro da fare nei prossimi mesi. In vista di quest'incontro dobbiamo studiare e presentare una proposta definita dal punto di vista politico, organizzativo e gestionale''.

''La Puglia, assieme alle altre Regioni del Sud, deve discutere per creare un'Authority meridionale macro-regionale dell'acqua'': e' l'invito fatto dal presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, che ha proposto agli altri presidenti di Regione di ''fare rete'', di ''essere una grande regione meridionale che immagina una grande regione mediterranea'' e di coinvolgere in questo progetto anche i Comuni. ''I 100 anni dell'Acquedotto - ha detto - sono stati 100 anni di lotta accanita per l'incivilimento di una terra che veniva descritta dai narratori viaggianti come una terra assetata, sitibonda''. Quindi, ha auspicato la riapertura del dibattito sul futuro dell'Aqp ma per farlo - ha aggiunto - ''bisogna dire alcune verita'''.

''La prima verita' - ha sottolineato - e' che l'Aqp e' un'azienda con migliaia di dipendenti che vivono prevalentemente una condizione di prostrazione, di sofferenza. Eppure tra questi dipendenti ci sono professionalita' straordinarie. Quando abbiamo cominciato ad occuparci di Acquedotto non avevamo neppure gli strumenti per poter censire e conoscere queste professionalita': questo e' un problema che da pochissimo tempo abbiamo cominciato ad affrontare''. ''Seconda questione - ha continuato - l'Aqp e' un'azienda spolpata viva, priva di capacita' di progettazione''. ''Siccome - ha concluso - un'azienda e' grande nella misura in cui e' capace di progettare, di innovare, di costruire una rete permanente con tutti gli attori del ciclo dell'acqua (compresi i Comuni) su questo noi dobbiamo fare un investimento strategico''

per restituire all'Aqp ''una grande storia e una grande ambizione''.

Alla celebrazione hanno partecipano i presidenti delle Regioni Puglia, Nichi Vendola, Campania, Antonio Bassolino, Basilicata, Vito De Filippo, dell' Abruzzo, Ottaviano Del Turco e rappresentanti delle Regioni Calabria e Molise.

 (red/22.03.06)  

+T -T
Ripa Di Meana Presidente Federazione aziende sanitarie e ospedaliere

(regioni.it) E’ Francesco Ripa di Meana, Direttore Generale della Asl di Piacenza, il nuovo Presidente della Federazione Italiana delle Aziende Sanitarie e Ospedaliere. Le elezioni si sono svolte il 20 marzo a Roma nel corso dell'Assemblea delle oltre 130 Aziende associate alla Fiaso. Ripa di Meana succede all'Avv. Marco Bonamico, attualmente Direttore Generale del Formez, che aveva rassegnato le proprie dimissioni qualche settimana fa. Con il rinnovo della Presidenza sono anche stati nominati i sette Vicepresidenti che compongono il Direttivo Fiaso che risulta, quindi, per i prossimi tre anni, così composto: Presidente: Francesco Ripa di Meana, DG Asl di Piacenza; Vicepresidente Vicario: Luigi D'Elia, DG Az. Osp. S.Giovanni-Addolorata di Roma; Vicepresidenti: Valerio Alberti, DG Az.Osp. Verona; Andrea Belloli, DG Asl di Cremona; Luciano Fabbri, DG ESTAV della Toscana; Edmondo Iannicelli, DG Asl Venosa; Giovanni Monchiero, DG Az.Osp. San Giovanni Battista (Molinette) di Torino; Francesco Tancredi, DG Ospedali Riuniti San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno.

(red/22.03.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top