Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 714 - giovedì 27 aprile 2006

Sommario
- Cordoglio e dolore per caduti Nassiriya
- Riforma Costituzione: si vota il 25 giugno
- UE: Conferenze Commissione europea sulle Regioni
- Governo farmaci
- Cisl: Bonanni eletto Segretario
- Forum PA: XVII edizione

+T -T
Cordoglio e dolore per caduti Nassiriya

(regioni.it) ''Esprimiamo cordoglio e dolore ai familiari delle vittime e dei feriti, colpiti da un atto terroristico che offende l'Italia intera''. Vasco Errani, presidente della Regione Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni, ha testimoniato così lo sgomento e la solidarieta' dell'istituzione regionale e dei cittadini, durante un incontro promosso dalle rappresentanze unitarie sindacali della Weber-Marelli di Bologna, in occasione della ricorrenza della Liberazione e a ricordo delle lotte operaie nella stagione della Resistenza bolognese.

''Questo nuovo attentato, che colpisce cosi' duramente l'Italia - ha aggiunto - deve essere l'occasione per dare prova di concordia e unita' nel Paese''.

La Giunta regionale dell'Emilia - Romagna si e' riunita in una seduta straordinaria per testimoniare il proprio cordoglio per le vittime dell'attentato di Nassiriya. ''In queste ore drammatiche desidero esprimere a nome mio e di tutta la Giunta regionale - ha ribadito il presidente Vasco Errani - solidarieta' e umana partecipazione alle famiglie delle vittime, colpite nell'esercizio del proprio dovere, e alle Forze armate''.

Al passaggio di un convoglio della Msu, l'Unita' multinazionale guidata dai carabinieri, formato da 4 mezzi si e' prodotta una violenta esplosione che ha investito uno dei veicoli, in trasferimento per rilevare il personale in servizio presso un comando locale della polizia irachena. Le vittime sono il capitano dell'esercito Nicola Ciardiello, 34 anni, che lascia la moglie Giovanna e un bambino di pochi mesi, il maresciallo Capo dei Carabinieri Franco Lattanzio, 38 anni, celibe, il maresciallo Capo dei Cc Carlo De Trizio e il caporale della polizia militare romena Hancu Bogdan, di 28 anni. Il maresciallo Aiutante dei Cc Enrico Frassinito, gravemente ferito, e' ricoverato nell'ospedale da campo italiano di Nassiriya, ma la sua vita non sarebbe in pericolo.

La Giunta della Regione Lombardia ha ricordato questa mattina i soldati italiani colpiti dall'attentato terroristico in Iraq. Il presidente Roberto Formigoni ha espresso il suo cordoglio a nome di tutta la Giunta regionale: ''All'inizio della riunione di oggi, ho voluto un minuto di silenzio per le vittime di Nassiriya. E' una vicenda molto dolorosa e in questo momento tutto il Paese deve stringersi intorno ai nostri soldati che erano in Iraq in missione di pace e che hanno sacrificato la loro vita per portare sicurezza e pace in quel paese lontano in cui l'Italia e' presente da tempo su esplicito mandato dell'Onu''.

''Oggi - prosegue Formigoni - devono prevalere i sentimenti di cordoglio per le vittime, di solidarieta' e vicinanza per le loro famiglie: ci sia spazio solo per la gratitudine per questi nostri fratelli che in Iraq hanno tenuto alti i valori della pace e della solidarieta' contro il terrorismo che continua a colpire proprio per portare la violenza e impedire la convivenza pacifica''.

Sul futuro della missione in Iraq Formigoni aggiunge: ''Nulla deve mutare sotto l'incalzare del terrorismo. Il nuovo governo italiano dovra' decidere con il nuovo governo iracheno la data in cui questo sara' in grado di garantire il rispetto dell'ordine pubblico nel proprio paese. Venire via un minuto prima sarebbe un segno di debolezza, un segno di paura, un segno di incapacita' di mantener fede agli impegni assunti e quindi sarebbe del tutto sbagliato''.

Ottaviano Del Turco: "Profondo cordoglio a nome dell'Abruzzo" e' stato espresso dal presidente della Regione, Ottaviano Del Turco, al comandante generale dell'arma dei carabinieri e al capo di stato maggiore dell'esercito per l'attentato che a Nassiriya ha colpito uomini del contingente di pace italiano. In un telegramma il presidente della Regione Abruzzo esprime "le piu' sentite condoglianze per la morte dell'ufficiale dell'esercito, del sottufficiale e del milite dei carabinieri".

Claudio Martini: ''Ho appreso con grande sgomento la notizia della tragica morte dei tre militari italiani a Nassiriya. In questo momento voglio innanzitutto esprimere il profondo dolore mio e dell'intera giunta regionale e la commossa e solidale partecipazione al lutto gravissimo dei familiari''. Questi i sentimenti di cordoglio espressi nei confronti delle vittime del gravissimo attentato in Iraq contro il convoglio militare italiano dal presidente della Regione Toscana, Claudio Martini, che si trova a Bruxelles per l'assemblea plenaria del Comitato delle Regioni. Un pensiero particolare il presidente Martini ha rivolto ai familiari del capitano Nicola Ciardelli, una delle tre vittime, originario di Avellino ma residente a Pisa, in servizio al 185° Reggimento artiglieria paracadutista di Livorno.

Gaincarlo Galan: ''Esprimo il piu' angosciato cordoglio di tutto il Veneto alle famiglie dei nostri militari uccisi a Nassiriya dall'odio assassino di quei terroristi che odiano la pace e la democrazia in ogni parte del mondo''. Lo ha detto il Governatore del Veneto Giancarlo Galan. ''Assieme a tutti gli italiani - ha continuato Galan -, attendo con speranza notizie che possano confortare innanzitutto la famiglia e quindi ciascuno di noi, in ansia per la sorte del maresciallo Enrico Frassanito''.

Antonio Bassolino: ''Ho espresso alla famiglia del capitano Nicola Ciardelli il cordoglio di tutti i cittadini della Campania per questo dolore enorme che colpisce il paese intero e in particolare la nostra regione''. Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, che ad Avellino ha incontrato Giovanna Netta, la giovane moglie dell'ufficiale dell'Esercito vittima insieme ad altri tre militari di un attentato a Nassiriya contro un convoglio delle forze multinazionali.

La moglie dell'ufficiale e' originaria di Avellino e da alcuni giorni, insieme al figlio di pochi mesi, stava trascorrendo un periodo di vacanza in casa dei suoi genitori.

''Mi ha colpito - ha poi aggiunto Bassolino -  la forza con cui la famiglia sta reagendo a questa tragedia. In particolare, la compostezza e la dignita' della signora Giovanna: sono doti italiane molto belle che noi dovremmo far nostre e valorizzare non soltanto in momenti tragici''.

Bassolino ha anche detto di ''comprendere cosa si prova di fronte ad una notizia che fa calare all'improvviso la tragedia su una famiglia''. ''Faremo tutto quanto e' possibile - ha concluso Bassolino - per restare vicini alla giovane moglie e al bambino del capitano Ciardelli''.

Claudio Burlando, presidente della Regione Liguria, in un telegramma indirizzato al Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale Cecchi, e al Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Generale Gottardo, ha espresso ''il piu' profondo cordoglio della giunta regionale ligure ai familiari dei caduti, all'Esercito e all'Arma dei Carabinieri per il nuovo ed efferato atto terroristico di cui sono stati vittime i militari italiani''.

Vito De Filippo: ''La tragica morte dei militariitaliani avvenuta a Nassirya ci segna di dolore e di sdegno per l'ennesimo e brutale atto terroristico che mira ad allontanare ogni percorso di pace e di democrazia''. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo.

''La Basilicata - ha detto - partecipa con sincera commozione alcordoglio di tutta l'Italia ed esprime alle famiglie delle vittime e alle Forze Armate i suoi sentimenti di solidarieta' e di vicinanza, condannando l'efferatezza e la vilta' del gesto che non riuscira' a fermare il cammino della collaborazione pacifica fra i popoli che vedeimpegnate responsabilmente tutte le istituzioni''.

Salvatore Cuffaro: ''La terribile notizia che giunge questa mattina da Nassirya fa rivolgere il nostro pensiero e le nostre preghiere alle vittime italiane. Con profondo senso di cordoglio, a nome di tutti i siciliani, mi unisco al dolore delle famiglie colpite negli affetti piu' cari''. Lo afferma il presidente della Regione Siciliana Salvatore Cuffaro. ''I nostri militari, i nostri carabinieri – aggiunge Cuffaro - stanno pagando un altissimo tributo di sangue per continuare la fondamentale azione di peacekeeping a favore della popolazione irachena. Non dobbiamo cedere alla tentazione di rinunciare ai nostri compiti umanitari perche' cosi' facendo non faremmo altro che dare via libera a chi vuole seminare morte e terrore''. ''Anche gli iracheni, popolo nobile e pacifico che ha vissuto nel terrore sotto il ferreo pugno di Saddam Hussein, non possono essere abbandonati - conclude il governatore - ai mestatori di oggi, ai nuclei del terrore e della rivolta armata''.

Il Presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo ha dato disposizioni perche' negli uffici regionali si provveda a mettere le bandiere a mezz'asta in segno di lutto per l'attentato odierno ai militari italiani a Nassiriya. ''E' con grande dolore – ha affermato Marrazzo -  che apprendo la notizia del nuovo vile attentato di Nassiriya. Esprimo il mio piu' sentito cordoglio ai parenti delle vittime e alle Forze Armate e seguo con attenzione gli sviluppi della situazione''.

Stamane una violenta esplosione ha investito un veicolo della Msu, l'Unita' multinazionale guidata dai carabinieri. Le vittime sono il capitano dell'esercito Nicola Ciardiello, 34 anni, i  marescialli dei Cc Franco Lattanzio di 38 anni e Carlo De Trizio di 37 e il caporale della polizia militare romena Hancu Bogdan, di 28. Gravemente ferito il maresciallo dei Cc Enrico Frassinito

 (gs /27.04.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top