Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 718 - giovedì 4 maggio 2006

Sommario3
- Grandi elettori Regioni
- Costituzione: Presidente Repubblica
- Conferenza Stato-Regioni 20.04.06 DOC: politica agricola comune
- Conferenza Stato-Regioni 20.04.06 DOC: agricoltura; interventi nelle aree colpite da eventi calamitosi eccezionali
- Conferenza Unificata 20.04.06 DOC: sicurezza ferrovie comunitarie
- Conferenza Unificata 20.04.06 DOC: trasporti; maggiore fabbisogno 2001 alcune regioni

+T -T
Grandi elettori Regioni

(regioni.it) Eletti i grandi elettori Quirinale anche in Calabria. Giuseppe Bova (Ds), presidente del Consiglio regionale, eletto con trenta voti, Agazio Loiero, presidente della Giunta, eletto con ventinove voti, per la maggioranza di centrosinistra, e Giovanni Dima (An), per la minoranza di centrodestra, eletto con sette voti, rappresenteranno la Calabria come grandi elettori per l'elezione del prossimo Presidente della Repubblica.

Mancano ancora all'appello solo i delegati dell' Abruzzo per avere il quadro completo dei 58 grandi elettori che dalle Regioni saranno l'8 maggio a Roma per eleggere il nuovo Capo dello Stato, insieme a 615 deputati e 322 senatori in seduta congiunta.

Sono quattro le regioni che parteciperanno al voto del nuovo Presidente con un loro quarto rappresentante, cioe' il proprio presidente nel ruolo di neo-senatore eletto: Roberto Formigoni (Lombardia), Giancarlo Galan (Veneto), Michele Iorio (Molise) e Salvatore Cuffaro (Sicilia).

Voteranno come delegati delle loro Regioni i seguenti presidenti: Nichi Vendola per la Puglia, Vasco Errani (Emilia Romagna), Claudio Burlando (Liguria), Riccardo Illy (Friuli Venezia Giulia), Renato Soru (Sardegna), Vito De Filippo (Basilicata), Claudio Martini (Toscana), Piero Marrazzo (Lazio), Mercedes Bresso (Piemonte), Maria Rita Lorenzetti (Umbria), Gian Mario Spacca (Dl), Agazio Loiero (Calabria) e Luciano Caveri (Valle d'Aosta).

 

Elezione del Presidente della Repubblica

Delegati regionali

 

Regione

Seduta consiglio

Delegati

Veneto

19 aprile 2006

Marino Finozzi (Lega Nord), Presidente Consiglio regionale

Achille Variati (DL), Vice Presidente Consiglio regionale

Fabio Gava (FI), Assessore Politiche economiche

Molise

19 aprile 2006

Aldo Patriciello (Democrazia Europea), Consigliere di maggioranza

Antonio Incollingo (FI), Consigliere segretario UdP

Tommaso Di Domenico (DL), Consigliere di opposizione

Lombardia

20 aprile 2006

Giancarlo Abelli (FI), Assessore alla Famiglia e Solidarietà Sociale

Stefano Galli (Lega Nord), Consigliere di maggioranza

Luciano Pizzetti (DS), Consigliere di opposizione

Marche

21 aprile 2006

Gian Mario Spacca (DL), Presidente della Regione

Luigi Minardi (DS), Presidente Consiglio regionale

Roberto Giannotti (FI), Vice Presidente Consiglio regionale

Basilicata

21 aprile 2006

Vito de Filippo (DL), Presidente della Regione

Giacomo Nardiello (PDCI), Consigliere segretario UdP

Antonio Favilla (UDC), Consigliere segretario UdP

Piemonte

26 aprile 2006

Mercedes Bresso (DS), Presidente della Regione

Davide Gariglio (DL), Presidente Consiglio regionale

William Casoni (AN), Consigliere di opposizione

Umbria

26 aprile 2006

Maria Rita Lorenzetti (DS), Presidente della Regione

Mauro Tippolotti (PRC), Presidente Consiglio regionale

Ada Spadoni Urbani (FI), Consigliere di opposizione

Sardegna

26 aprile 2006

Renato Soru (Progetto Sardegna), Presidente della Regione

Giacomo Spissu (DS), Presidente Consiglio regionale

Giorgio La Spisa (FI), Consigliere di opposizione

Toscana

27 aprile 2006

Claudio Martini (DS), Presidente della Regione

Riccardo Nencini (RNP), Presidente Consiglio regionale

Paolo Bartolozzi (FI), Vice Presidente Consiglio regionale

Liguria

2 maggio 2006

Claudio Burlando (DS), Presidente della Regione
Massimiliano Costa (DL), Vice Presidente della Regione
Luigi Morgillo (FI), Consigliere di opposizione

Puglia

2 maggio 2006

Nichi Vendola (PRC), Presidente della Regione

Pietro Pepe (DL), Presidente Consiglio regionale

Rocco Palese (FI), Consigliere di opposizione

Emilia-Romagna

2 maggio 2006

Vasco Errani (DS), Presidente della Regione

Monica Donini (PRC), Presidente Consiglio regionale

Luigi Giuseppe Villani (FI), Vice Presidente Consiglio regionale

Trentino Alto Adige

2 maggio 2006

Mario Magnani, Presidente Consiglio regionale,Herbert Denicolò, Mario Malossini

Sicilia

2 maggio 2006

Guido Lo Porto (AN), Calogero Speziale (DS), Giuseppe Catania (FI)

Valle d’Aosta

2 maggio 2006

Luciano Caveri (UV) Presidente della Regione

Friuli Venezia Giulia

2 maggio 2006

Riccardo Illy, Presidente della Regione, Alessandro Tesini , Presidente dela Consiglio regionale, Isidoro Gottardo

Lazio

3 maggio 2006

Piero Marrazzo (DL), Anna Maria Massimi (DS), Raffaele D'Ambrosio (FI)

Calabria

3 maggio 2006

Giuseppe Bova (Ds), Agazio Loiero (DL), Giovanni Dima (An),  

Campania

3 maggio 2006

Mario Sena (DL), Antonio Amato (DS), Cosimo Sibilia (FI)

Abruzzo

4 maggio 2006

 

(red/04.05.06)

 

 

+T -T
Costituzione: Presidente Repubblica

(regioni.it) Costituzione della Repubblica italiana

TITOLO II

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Art. 83.

Il Presidente della Repubblica è eletto dal Parlamento in seduta comune

dei suoi membri.

All’elezione partecipano tre delegati per ogni Regione eletti dal Consiglio

regionale in modo che sia assicurata la rappresentanza delle minoranze. La

Valle d’Aosta ha un solo delegato.

L’elezione del Presidente della Repubblica ha luogo per scrutinio segreto

a maggioranza di due terzi dell’assemblea. Dopo il terzo scrutinio è sufficiente

la maggioranza assoluta.

Art. 84.

Può essere eletto Presidente della Repubblica ogni cittadino che abbia

compiuto cinquanta anni d’età e goda dei diritti civili e politici.

L’ufficio di Presidente della Repubblica è incompatibile con qualsiasi altra

carica.

L’assegno e la dotazione del Presidente sono determinati per legge.

Art. 85.

Il Presidente della Repubblica è eletto per sette anni.

Trenta giorni prima che scada il termine, il Presidente della Camera dei

deputati convoca in seduta comune il Parlamento e i delegati regionali, per

eleggere il nuovo Presidente della Repubblica.

Se le Camere sono sciolte, o manca meno di tre mesi alla loro cessazione,

la elezione ha luogo entro quindici giorni dalla riunione delle

Camere nuove. Nel frattempo sono prorogati i poteri del Presidente in

carica.

Art. 86.

Le funzioni del Presidente della Repubblica, in ogni caso che egli non

possa adempierle, sono esercitate dal Presidente del Senato.

In caso di impedimento permanente o di morte o di dimissioni del Presidente

della Repubblica, il Presidente della Camera dei deputati indice la elezione

del nuovo Presidente della Repubblica entro quindici giorni, salvo il

maggior termine previsto se le Camere sono sciolte o manca meno di tre mesi

alla loro cessazione.

Art. 87.

Il Presidente della Repubblica è il capo dello Stato e rappresenta l’unità

nazionale.

Può inviare messaggi alle Camere.

Indice le elezioni delle nuove Camere e ne fissa la prima riunione.

Autorizza la presentazione alle Camere dei disegni di legge di iniziativa

del Governo.

Promulga le leggi ed emana i decreti aventi valore di legge e i regolamenti.

Indice il referendum popolare nei casi previsti dalla Costituzione.

Nomina, nei casi indicati dalla legge, i funzionari dello Stato.

Accredita e riceve i rappresentanti diplomatici, ratifica i trattati internazionali,

previa, quando occorra, l’autorizzazione delle Camere.

Ha il comando delle Forze armate, presiede il Consiglio supremo di difesa

costituito secondo la legge, dichiara lo stato di guerra deliberato dalle Camere.

Presiede il Consiglio superiore della magistratura.

Può concedere grazia e commutare le pene.

Conferisce le onorificenze della Repubblica.

Art. 88.

Il Presidente della Repubblica può, sentiti i loro Presidenti, sciogliere le

Camere o anche una sola di esse.

Non può esercitare tale facoltà negli ultimi sei mesi del suo mandato, salvo

che essi coincidano in tutto o in parte con gli ultimi sei mesi della legislatura.

Art. 89.

Nessun atto del Presidente della Repubblica è valido se non è controfirmato

dai ministri proponenti, che ne assumono la responsabilità.

Gli atti che hanno valore legislativo e gli altri indicati dalla legge sono

controfirmati anche dal Presidente del Consiglio dei Ministri.

Art. 90.

Il Presidente della Repubblica non è responsabile degli atti compiuti nell’esercizio

delle sue funzioni, tranne che per alto tradimento o per attentato

alla Costituzione.

In tali casi è messo in stato di accusa dal Parlamento in seduta comune, a

maggioranza assoluta dei suoi membri.

31

Art. 91.

Il Presidente della Repubblica, prima di assumere le sue funzioni, presta

giuramento di fedeltà alla Repubblica e di osservanza della Costituzione

dinanzi al Parlamento in seduta comune.

 

 

 (red/04.05.06)

+T -T
Conferenza Stato-Regioni 20.04.06 DOC: politica agricola comune

(regioni.it) Parere sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole e forestali relativo alla modifica del decreto 5 agosto 2004, recante disposizioni per l’attuazione della riforma della Politica Agricola Comune. Punto 11quinquies dell'o.d.g. - Repertorio Atti n. 2586

statoregioni 20.04.06: pòitica agricola comunitaria...    

Visualizza il documento

(red/04.05.06)

+T -T
Conferenza Stato-Regioni 20.04.06 DOC: agricoltura; interventi nelle aree colpite da eventi calamitosi eccezionali

(regioni.it) Intesa sulla proposta del Ministero delle politiche agricole e forestali del 1° prelevamento del Fondo di solidarietà nazionale per l'anno 2006 di 49,5 milioni di euro e riparto tra le Regioni e Province autonome per gli interventi nelle aree colpite da eventi calamitosi eccezionali. Intesa - Punto non all'o.d.g. - Repertorio Atti n. 2584

Statoregioni 20.04.06: fondi agricoltura 2006...                             

Visualizza il documento

(red/04.05.06)

+T -T
Conferenza Unificata 20.04.06 DOC: sicurezza ferrovie comunitarie

(regioni.it) Parere sullo schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva 2004/49/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 aprile 2004, relativa alla sicurezza delle ferrovie comunitarie. Punto 2 dell'o.d.g. - Rep. atti n.954/CU

visualizza documento

statoregioni 20.04.06: sicurezza ferrovie UE...                              

(red/04.05.06)

 

+T -T
Conferenza Unificata 20.04.06 DOC: trasporti; maggiore fabbisogno 2001 alcune regioni

(regioni.it) Parere sullo schema di decreto recante adeguamento dei trasferimenti alle Regioni a statuto ordinario relativi ai servizi ferroviari. Copertura maggiore fabbisogno delle regioni Calabria, Campania, Lazio, Piemonte, Puglia, Toscana, per l’esercizio 2001 delle funzioni e compiti conferiti ai sensi degli artt. 8 e 12 del d.lgs. n.422/97 in materia di trasporto pubblico locale. Punto 4 dell'o.d.g. - Rep. atti n.956/CU

visualizza documento

(red/04.05.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top