Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 756 - lunedì 3 luglio 2006

Sommario3
- 4 Luglio: Conferenza Regioni
- Bolzano: on line cartografia provinciale
- Corte Costituzionale: monitoraggio sulle sentenze
- Errani e Domenici su manovrina
- Marini: ragionare seriamente su struttura federale dello Stato
- Camera approva Ddl su Irap e canoni demaniali marittimi

+T -T
4 Luglio: Conferenza Regioni

(regioni.it) Il Presidente Vasco Errani, in vista dell’incontro con il Presidente del Consiglio dei Ministri, Romano Prodi previsto per le ore 15.00 del 4 luglio, ha convocato una seduta della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per martedì 4 luglio 2006 alle ore 9.30 con il seguente ordine del giorno:Definizione posizione in ordine al DPEF 2007 – 2010 e al nuovo Patto sulla sanità.

(red/03.07.06)

+T -T
Bolzano: on line cartografia provinciale

(regioni.it) La Provincia autonoma di Bolzano ha pubblicato on line la Cartografia provinciale, con la possibilità di un download gratuito. Alla consultazione on line dei principali dati cartografici provinciali si aggiunge ora la possibilità di scaricare gratuitamente carte tecniche e ortofoto.

L'utilizzo dei dati – si legge sul sito della Provincia autonoma - è ammesso e auspicato. In ogni riproduzione, anche parziale, deve essere però indicata la fonte: "'Denominazione della carta o dei dati' Provincia Autonoma di Bolzano - Alto Adige, Ufficio coordinamento territorale".

(red/03.07.06)

+T -T
Corte Costituzionale: monitoraggio sulle sentenze

(regioni.it) La Segreteria della Conferenza delle Regioni (Ufficio rapporti con il Parlamento) ha pubblicato su www.regioni.it due monitoraggi periodici che forniscono le coordinate delle ultime sentenze della Corte Costituzionale di interesse per le Regioni.

- MONITORAGGIO (n.6) SENTENZE DELLA CORTE COSTITUZIONALE

- MONITORAGGIO (n.7) SENTENZE DELLA CORTE COSTITUZIONALE

(red/03.07.06)

+T -T
Errani e Domenici su manovrina

(regioni.it) “Le misure adottate dal Consiglio dei ministri di ieri hanno, a mio parere, un segno positivo. In particolare e' importante che si metta finalmente al centro la lotta all'evasione e all'elusione fiscale, sollevando un problema di equità e giustizia”. Così il presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, ha commentato le notizie sulla cosiddetta manovra d'estate varata dal Governo. “Poi - ha sottolineato Errani - si sceglie di aprire alcuni mercati, liberalizzando a vantaggio dei cittadini e dei consumatori. In controtendenza rispetto agli ultimi esercizi non si riproducono tagli sull'anno in corso ai danni di autonomie e Regioni. Infine si dà un segnale positivo, che apprezzo, sul fondo sociale già tagliato pesantemente nel 2005 con l'opposizione motivata (e unitaria) dei poteri locali”. “Si tratta chiaramente di un primo passo - ha concluso il Presidente della Regione - mentre prosegue un confronto serrato tra Governo e Regioni sui contenuti e sugli indirizzi del Dpef e della finanziaria prossimi”.

Piace anche ai Comuni la “strategia” della manovrina. “Le scelte adottate a proposito delle liberalizzazioni– ha detto il Presidente dell’Anci, Leonardo Domenici in un’intervista rilasciata da La Stampa -  ci trovano senz’altro d’accordo, però vogliamo essere coinvolti e resi veramente corresponsabili delle scelte se si vuole che queste vadano davvero a buon fine. E ovviamente – prosegue Domenici – dobbiamo essere dotati degli strumenti e delle risorse necessarie per far fronte ai nuovi compiti . Bene l’abolizione delle esenzioni Ici agli enti religiosi, ma chiariamoci subito sul gettito perché non vorremmo trovarci con spiacevoli sorprese quando poi si discuterà della Finanziaria”.

(sm/03.07.06)

+T -T
Marini: ragionare seriamente su struttura federale dello Stato

(regioni.it) “Siamo un Paese in cui il cittadino ha un grande interesse per la politica”, a sostenerlo è il Presidente del Senato, Franco Marini, in un’intervista a La Stampa. “Al referendum ha votato il 55% circa degli italiani, alle politiche più dell’80%. Ecco, allora c’è una crisi di risposta, un ritardo delle forze politiche rispetto a un Paese che ha dato un forte segnale di vitalità e che chiede di essere governato. Non penso né a bicamerali né a costituenti. Il confronto va portato dentro il Parlamento con gli strumenti che ci dà il Parlamento. Ho paura che la ricerca dello strumento nuovo sia spesso legata all’incapacità di proposta politica”. Quanto al confronto fra maggioranza e opposizione, per Marini, “intanto si può cominciare a indicare i punti. Dopo tante polemiche e la vittoria del no che è stata netta, dobbiamo ragionare seriamente sulla struttura federale dello Stato. Affrontare il discorso del federalismo significa anche non cancellare il problema del federalismo fiscale che la Lega ha sempre chiesto con forza. Ma con alle spalle il risultato del referendum, resta fermo che il principio di coesione dello Stato non può essere messo in discussione. Un altro punto è quello del Senato delle Autonomie: siamo rimasti a metà strada con formule ambigue. Terzo punto, la legge elettorale. I risultati negativi erano stati tutti previsti: lo squilibrio delle maggioranze tra una Camera e l’altra, e l’allontanamento del cittadino dal candidato. Lo strapotere dei partiti – ha concluso Marini - è stata la contraddizione più grande: le liste bloccate senza le preferenze hanno rotto il rapporto tra cittadino e parlamentare”.

(red/03.07.06)

+T -T
Camera approva Ddl su Irap e canoni demaniali marittimi

(regioni.it)  Giovedì 29 Giugno la Camera ha approvato il disegno di legge di conversione del decreto-legge 7 giugno 2006, n. 206, recante Disposizioni urgenti in materia di IRAP e di canoni demaniali marittimi (C1005), la cui discussione generale si è svolta martedì 27 ed è stato esaminato mercoledì 28. Il provvedimento è passato al vaglio dell'altro ramo del Parlamento. La notizia è stata pubblicata sulla newsletter Montecitorio7 della Camera dei deputati.

(red/03.07.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top