Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 757 - martedì 4 luglio 2006

Sommario
- Errani: piattaforma innovativa per rapporto Governo-Regioni
- Condizionatori d'aria: il decalogo della Turco
- Un premio per la "cultura di gestione"
- Una proposta per cambiare il rapporto Stato-Regioni (1)
- Una proposta per cambiare il rapporto Stato-Regioni (2)
- Welfare: definire livelli essenziali

+T -T
Una proposta per cambiare il rapporto Stato-Regioni (1)

(regioni.it) "Con questo incontro il governo avvia il confronto con le Regioni per cominciare a costruire insieme la Finanziaria. Adottiamo un metodo che coniughi la responsabilita' comune e il principio dell'autonomia reciproca". Cosi' il Presidente del Consiglio, Romano Prodi, ha aperto i lavori della Conferenza Stato-Regioni che proseguiranno domani. All'incontro, che si e' svolto nella Sala Verde di Palazzo Chigi, oltre al Presidente del Consiglio hanno preso parte i ministri Linda Lanzillotta, Tommaso Padoa Schioppa, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Enrico Letta, il Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Vasco Errani e i presidenti delle Regioni Antonio Bassolino (Campania), Mercedes Presso (Piemonte), Claudio Burlando (Liguria), Salvatore Cuffaro (Sicilia), Vito De Filippo (Basilicata) Roberto Formigoni (Lombardia), Ottaviano Del Turco (Abruzzo), Riccardo Illy (Friuli Venezia Giulia), Maria Rita Lorenzetti (Umbria), Agazio Loiero (Calabria), Gian Mario Spacca (Marche). Nel corso dell'incontro i Presidenti delle Regioni hanno sottolineato "la necessita' di improntare i rapporti Stato-Regioni sulla concertazione, il confronto e il dialogo" per pervenire a "scelte condivise nella prospettiva di un rilancio dell'economia del Paese" e alla messa a punto di un "Patto per lo sviluppo" che si avvalga del contributo dei singoli livelli istituzionali per la realizzazione degli obiettivi. Il Presidente della Conferenza delle Regioni, Errani ha anche consegnato ai vertici del governo un documento che contiene le "Linee guida per il confronto sul DPEF 2007-2010": tra le proposte avanzate all'esecutivo l'istituzione di una Commissione mista Regioni-Governo-Sistema delle autonomie per il monitoraggio della spesa pubblica e la riforma delleConferenze Stato-Regioni e Unificata. Il documento affronta inoltre il tema del federalismo fiscale, la revisione del Patto di stabilita' interno, il welfare, l'accordo triennale in

materia sanitaria, le infrastrutture, i trasporti, lo sviluppo.

 “La Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome – si legge nel documento -sottolinea la necessità di improntare i rapporti tra Stato e Regioni sulla concertazione, il confronto e il dialogo al fine di pervenire a scelte condivise nella prospettiva di un rilancio dell’economia del Paese. Le Regioni, anche a seguito del referendum costituzionale, rappresentano gli interlocutori istituzionali in grado di esprimere la sintesi delle sensibilità e delle priorità territoriali e sono disponibili a definire con il Governo progetti per lo sviluppo economico, territoriale e del welfare condividendo il  monitoraggio della spesa pubblica per meglio individuare i settori di intervento da finanziare con i risparmi possibili che il medesimo sistema potrà far emergere per aumentare il grado di trasparenza della spesa nella Pubblica Amministrazione.

Questa disponibilità – prosegue il documento delle regioni - dovrebbe sfociare in un Patto per lo sviluppo, tra Stato, Regioni ed Enti locali nel quale sia identificato il contributo dei singoli livelli istituzionali alla realizzazione degli obiettivi, imperniato sulle seguenti priorità: welfare, sviluppo e infrastrutture, federalismo fiscale. Inoltre, la Conferenza ribadisce la propria disponibilità a contribuire responsabilmente al controllo della spesa pubblica complessiva e a disciplinare coerentemente l’applicazione concertata del nuovo “Patto di stabilità interno”.

A tali scopi, le Regioni ritengono decisiva una loro attiva partecipazione alla definizione dei contenuti del DPEF 2007-2010 e della successiva proposta di legge finanziaria.

Un passo concreto  verso una modalità di lavoro condivisa e proficua può derivare dalla istituzione di una Commissione mista Regioni-Governo-Sistema delle Autonomie per il monitoraggio della spesa pubblica in sede tecnica e in sede politica; la Commissione, riprendendo e rinnovando l’attività della preesistente Commissione per la Spesa Pubblica, sostituita dall’Alta Commissione, potrà svolgere sia le funzioni di monitoraggio dell’andamento della finanza pubblica e di formulazione di proposte razionali in tema di programmazione e controllo della spesa sia  necessariamente, riprendere il tema del federalismo fiscale. In un’ottica integrata la Commissione mista esplicherà le proprie competenze anche formulando proposte in tema di armonizzazione dei bilanci regionali a supporto della lettura coordinata, trasparente e condivisa delle informazioni contabili.

Si dovrà altresì verificare congiuntamente il rapporto tra competenze (non solo “trasferite”) e relativo finanziamento per misurarne l’adeguatezza sia rispetto alla allocazione delle responsabilità nei diversi livelli istituzionali sia dal punto di vista della congruità complessiva delle risorse. Il fabbisogno deve essere valutato correttamente non solo in termini di competenza ma anche secondo il profilo della cassa in particolare con l’obiettivo di chiudere le partite pregresse (le Regioni vantano crediti per circa 12 miliardi) e regolare adeguatamente i rapporti correnti (si richiama la situazione di sottofinanziamento delle funzioni conferite ad esempio le risorse per la politica sulla casa)”. segue

(red/04.07.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top