Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 759 - giovedì 6 luglio 2006

Sommario3
- Prodi: apprezzo documento Regioni su Dpef
- Errani: serve impianto innovativo per finanziamento della sanità
- Colozzi: slitta patto salute
- Un protocollo per l'orso marsicano
- Spesa sanitaria: provvedimento Regione Marche
- Consigli regionali; Presidenti Albertoni (Lombardia) e Miccichè (Sicilia)

+T -T
Prodi: apprezzo documento Regioni su Dpef

(regioni.it) Si e' tenuta a Palazzo Chigi la Conferenza unificata in preparazione del Documento di Programmazione economica e finanziaria. All'incontro hanno partecipato il Presidente del Consiglio Romano Prodi, la ministro degli Affari Regionali Linda Lanzillotta, la ministro della Salute Livia Turco, il ministro dell'Economia e delle Finanze Tommaso Padoa Schioppa, il sottosegretario alla Presidenza Enrico Letta, il Presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani, e i Presidenti delle Regioni Mercedes Bresso (Piemonte) Maria Rita Lorenzetti (Umbria) Antonio Bassolino (Campania), l'assessore al bilancio della Regione Lombardia Romano Colozzi, il Presidente dell'Anci Leonardo Domenici, dell'Upi Fabio Melilli e dell'Uncem Enrico Borghi. Il ministro Padoa Schioppa ha illustrato le linee guida del Dpef e la ministro Lanzillotta ha assicurato che il governo saprà conciliare la riservatezza del processo decisionale con un attivo e incisivo processo di concertazione.

"Ho letto e apprezzato il documento consegnato ieri al Governo dalle Regioni - ha affermato il Presidente del Consiglio Romano Prodi concludendo i lavori - e' ben fatto ed e' molto impegnativo per tutti. Ora e' importante che partano subito i tavoli tecnici comuni. Sicuramente erano anni che non c'era un approccio di questo tipo".

(red/06.07.06)

+T -T
Errani: serve impianto innovativo per finanziamento della sanità

(regioni.it) Le Regioni apprezzano il metodo del confronto e del dialogo scelto dal governo, circostanza  destinata a migliorare la qualità dei rapporti e, in questo spirito, valuteranno il Dpef: e' così che Vasco Errani,  presidente della conferenza delle Regioni, ha sintetizzato il vertice convocato dal governo a palazzo Chigi per illustrare il Dpef a Regioni ed enti locali.

“Il ministro Padoa-Schioppa ha illustrato per grandi linee il Dpef, non ha fatto - giustamente - alcuna cifra perche' siamo ancora in una fase preliminare. Noi valuteremo il Dpef e faremo le nostre osservazioni, se avremo da farne. Fino a questo punto, però, abbiamo senz'altro apprezzato il metodo seguito dal governo”. Errani ha spiegato che le Regioni hanno proposto un impianto innovativo per quanto riguarda il finanziamento della Sanita'. Non ha saputo precisare se il nuovo Patto per la Sanita' sarà siglato entro l'estate o piu' in la', magari con la Finanziaria. Riguardo a questo Patto, Errani ha detto che verranno seguiti i tempi della Finanziaria perche' per la sua definizione e' necessaria innanzitutto la definizione delle risorse.

“Abbiamo proposto un grande patto strategico - ha aggiunto Errani - messo a punto dalle Regioni, imperniato su due capisaldi: il finanziamento dei LEA e l'assunzione piena di responsabilità da parte delle Regioni”.

(red/06.07.06)

+T -T
Colozzi: slitta patto salute

(regioni.it) “L'unica novità mi pare che sia  questa: non avremo il nuovo Patto triennale per la sanita' entro  l'estate, come era accaduto nel 2000 e nel 2001, ma soltanto in autunno e probabilmente in Finanziaria'': così Romano Colozzi, assessore al Bilancio della Regione Lombardia e coordinatore della Commissione affari finanziari della Conferenza delle Regioni, ha commentato l’incontro con il governo durante l’ultima Conferenza Unificata. “Il ministro Padoa-Schioppa non ha fatto cifre di nessun genere per quanto riguarda il Dpef. Questo e' francamente un po' spiazzante: perché nel passato la finanziaria recepiva sempre accordi raggiunti in precedenza. In quest'ottica nuova la Sanità diventa uno dei grandi aggregati di spesa accanto a previdenza, pubblico impiego e altre voci”.

“Il punto di vista tecnico del ministro e' in qualche misura ineccepibile: considerare la sanità come uno dei grandi aggregati di spesa. Il fatto e' che fino a oggi la spesa per la sanità veniva considerata la voce principale, fissata la quale tutte le altre ne discendevano”. Questa, secondo Colozzi, rappresenta una novità su cui bisognera' riflettere. “Noi siamo arrivati al vertice – ha aggiunto Colozzi - con un documento sul nuovo Patto per la sanità per cercare di stabilire il costo vero della sanità in Italia” E sull’argomento l’assessore Colozzi torna con un editoriale della propria newsletter del 6 luglio, in cui, fra l’altro afferma, “dopo aver capito che il “metodo” è e sarà quello del confronto, penso sia giunto il momento di concentrarci su cifre, prospettive, problemi e soluzioni.” (red/06.07.06)

+T -T
Un protocollo per l'orso marsicano

(regioni.it) la Regione Abruzzo avrà il compito di soggetto capofila nell'ambito della firma del protocollo d'Intesa stipulato a L'Aquila tra le regioni Abruzzo,Lazio, Molise e finalizzato al monitoraggio,alla conservazione alla gestione della specie dell'orso bruno morsicano (cfr. il testo dell’intesa) . Il contesto in cui nasce l'atto e' caratterizzato da una strategia comune tra istituzioni, associazioni, enti che consiste nel fare sistema. ''L'esigenza dell'assessorato e' quella di non disperdere le competenze, ha affermato l'assessore all'Ambiente Franco Caramanico, e di fare squadra grazie alle risorse disponibili''. Sono diversi infatti i soggetti che aderiscono alla firma: l'Universita' Sapienza di Roma, (dipartimento di biologia animale) che sta conducendo un programma quinquennale di ricerca; l'Istituto per la fauna selvatica (Infs) referente scientifico nazionale delle attivita' di conservazione e gestione della specie di fauna selvatica; il Ministero dell'Ambiente, che ha individuato nella Regione Abruzzo il soggetto coordinatore delle attività previste nel Piano d'azione per la tutela dell'orso Morsicano.

(red/06.07.06)

+T -T
Spesa sanitaria: provvedimento Regione Marche

(regioni.it) La Giunta regionale delle Marche ha approvato le misure di contenimento e controllo della spesa delle Aziende del Servizio sanitario regionale per l'anno 2006. Il provvedimento rientra nelle finalita' delle Finanziarie 2005 e 2006 (leggi 311/2004 e 266/2005) che hanno imposto alle amministrazioni pubbliche, comprese le Regioni, agli enti locali e agli enti del Servizio sanitario, una serie di vincoli finalizzati a garantire il raggiungimento dell'obiettivo di contenimento della spesa pubblica. Si tratta di una riaffermazione dell'orientamento complessivo di risparmio e controllo di gestione delle risorse perseguito dall'esecutivo presieduto da Gian Mario Spacca. Nel dettaglio, il provvedimento adotta specifiche misure di contenimento e controllo della spesa per l'anno 2006 con particolare riferimento a nuovo personale, agli incarichi esterni di studio, consulenza e ricerca, all'acquisizione di beni, servizi e prestazioni sanitarie, alle spese per relazioni pubbliche, convegni, pubblicita' e di rappresentanza. In particolare, la delibera adottata conferma il divieto (legge regionale 11/2001 art.69 comma 2) di conferire nuovi incarichi di studio, consulenza tecnica, sanitaria e amministrativa e di rinnovare quelli esistenti in assenza di esplicita previsione normativa o direttiva della Giunta regionale.

(red/06.07.06)

+T -T
Consigli regionali; Presidenti Albertoni (Lombardia) e Miccichè (Sicilia)

(regioni.it) Ettore Albertoni (Lega Nord) e' stato eletto con 44 voti presidente del Consiglio regionale della Lombardia alla prima votazione. Massimo Zanello (Lega) ha ricevuto un voto, cosi' pure Stefano Maullu (Fi).L'opposizione non ha presentato un suo candidato, ma Prc e Verdi non hanno partecipato alla votazione. Venti in tutto sono state le schede bianche.

In una dichiarazione il neo presidente del consiglio ha promesso che la Lombardia avrà un nuovo statuto entro un anno.

Il 29 giugno l'Assemblea regionale siciliana ha eletto il proprio presidente: Gianfranco Miccichè. E’ stato eletto al secondo scrutinio con 54 voti sui 55 disponibili, subentra a Guido Lo Porto. “Starò al di sopra delle parti”. Queste le prime dichiarazioni del neo presidente dell'Ars Miccichè, subito dopo il voto, che aggiunge: “non sarà facile per chi e' politicamente schierato essere super partes, ma non mi sottrarrò alla responsabilità, come presidente di tutta l'assemblea, di garantire l'assoluta imparzialità”. Riguardo al suo operato, durante una conferenza stampa affollatissima, Miccichè promette: ''Anticipo sin d'ora che considero mio preciso compito quello di individuare tutte le modifiche necessarie per un migliore funzionamento dell'Assemblea e proporle alla vostra attenzione”.

(red/06.07.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top