Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 760 - mercoledì 12 luglio 2006

Sommario
- 12 luglio: Conferenza delle Regioni
- Conferenza Stato-Regioni il 12 luglio
- Economia: il rapporto dell'Agenzia delle entrate
- Lombardia: la nuova Giunta
- DPEF: parere delle Regioni il 19 luglio
- Sud: priorità sviluppo

+T -T
Sud: priorità sviluppo

(regioni.it) Un piano d'azione da 8 miliardi di euro l'anno e quattro proposte (fiscalita' di vantaggio, infrastrutture, sistemi urbani e conoscenza) da proporre al Governo e realizzare.

I presidenti delle otto Regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia),  guidati dal presidente della Regione Campania, Antonio  Bassolino, sono andati al Cnel per condividere con il  presidente di Confindustria Montezemolo e i leader di Cgil, Cisl  e Uil il piano 'Insieme per lo sviluppo - Le priorita' per il  Mezzogiorno' che contiene appunto le linee d'intervento per lo sviluppo del Sud.

“Oggi a Roma c'e' una grande giornata per e sul  Mezzogiorno'', ha esordito Bassolino. ''Presentiamo - ha proseguito - quattro proposte concrete per il Mezzogiorno. Siamo pronti a sederci intorno ad un tavolo con il governo per portare avanti un programma, ognuno nella sua autonomia, ma anche tutti quanti insieme, perché‚ solo uniti si può riuscire a riprendere il cammino. Dentro un Paese fermo e bloccato - ha continuato il governatore - anche il sud flette. In questi anni il Mezzogiorno ha visto una drastica riduzione della spesa ordinaria e questo e' stato un danno serio. Bisogna mettere insieme tutte le risorse, quelle europee, che le Regioni hanno imparato a gestire meglio, e gli investimenti pubblici nelle infrastrutture. Anche lo Svimez dice che negli ultimi anni la spesa pubblica ordinaria, nel Mezzogiorno, e' scesa tra il 4% e il 5%''. Bassolino ha assicurato che contatterà al più presto il premier Romano Prodi per fissare un incontro e discutere della proposta.

“Servono due gambe per camminare: quella dell'innovazione e quella delle infrastrutture. E' importante che la Confindustria, i sindacati e le regioni del sud stringano un patto che costituisce una sorta di promemoria per il governo e per  l'Italia", ha commentato il presidente della Regione Puglia,  Nichi Vendola. ''Penso che questa sia una grande opportunita',  un bel colpo dal punto di vista della politica. Se fallisce un'esperienza di questa natura vuol dire che c'e' qualcosa da cambiare profondamente'', ha affermato il presidente della Regione Abruzzo, Ottaviano Del Turco.

Secondo il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero,  ''il Governo nazionale, con la prossima manovra economica e la  legge finanziaria, dovra' prevedere chiare azioni per il rilancio del Mezzogiorno e della Calabria, in particolare, per bloccare la recessione che da noi ha colpito più duramente, nel corso del 2005''. Soddisfatto per il documento sulle priorita'  del Mezzogiorno, si e' detto il presidente della Regione Molise, Michele Iorio. ''Certo - ha aggiunto - occorre non abbassare la guardia e tenere forte l'attenzione in quanto il primo avvio di questo Governo proprio sulle tematiche dello sviluppo e della fiscalita', non e' stato dei migliori. Ad ogni modo - ha concluso - la forza che ci viene dall'unita' di intenti ci fa sperare in un buon confronto e in risultati concreti per il futuro''. ''Chiediamo piu'  fondi ordinari per il Mezzogiorno, per costruire un percorso utile da subito'', ha detto il presidente della Regione Sicilia, Salvatore Cuffaro. ''La Sicilia - ha spiegato il Presidente - e' in controtendenza da cinque anni rispetto al resto del Paese: il nostro tasso di crescita e' del 2,2-2,3% e cresciamo di piu' delle altre regioni italiane. Il segreto sta sopratutto nella capacita' del territorio di organizzarsi''. 

11/7/06: documento regioni sud sulle PRIORITA’ PER IL MEZZOGIORNO

 (red/12.07.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top