Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 788 - giovedì 21 settembre 2006

Sommario3
- Finanziaria: seguono incontri con il Governo
- Illy: Euroregione e patto con Governo
- Marrazzo: mediterraneo, Europa e cinema
- UE: incontro su obiettivo competitivita' e occupazione 2007- 2013
- Relazioni con il pubblico: Piemonte, Toscana e Puglia
- Ottobre, è tempo di libri

+T -T
Finanziaria: seguono incontri con il Governo

regioni.it) Venerdì si farà il punto con il Governo sulla manovra Finanziaria. Mentre oggi sarà presentata ai ministri competenti la proposta delle Regioni. Si lavora in particolare sui temi della sanita' e degli investimenti. Sarà Errani, in qualità di presidente della Conferenza delle Regioni, a consegnarla: ''Abbiamo preparato una nostra proposta che oggi presentero' al ministro dell'Economia. Per correttezza, la illustrero' solo quando avremo una risposta dal governo''.

Lo ha annunciato il presidente della Conferenza delle Regioni e presidente dell'Emilia Romagna, Vasco Errani. al termine della seduta straordinaria della Conferenza delle Regioni dedicata alla Finanziaria. (file audio) ERRANI (REGIONI) SU FINANZIARIA...                               

E quindi si attende per venerdì mattina la risposta da parte del Governo alla proposta fatta dalle Regioni. Errani ha spiegato che oggi consegnera' a Padoa Schioppa ''una controproposta messa a punto dalle Regioni sia sulla sanita', sia sul patto di stabilita' interno''. Domani ''in mattinata'' il Governo e le Regioni si confronteranno su questo documento.

Ma il presidente della regione Abruzzo, Ottaviano Del Turco, avverte: ''Sono stati avviati incontri con i ministri che speriamo diano risultati. Se questo non dovesse accadere si aprirebbe un problema politico che il presidente del Consiglio, Romano Prodi e' chiamato a risolvere''.

Mentre Vito De Filippo ha ribadito che le Regioni hanno elaborato un documento che vede posizioni unitarie su due temi: la sanita' e i tetti agli investimenti. ''Quella delle Regioni e' una posizione unitaria - ha detto il presidente della Regione Basilicata - sulla quale ci confronteremo con il governo nelle prossime ore. Certo - ha ammesso De Filippo - siamo preoccupati, ma se verranno accolte le nostre proposte saremo in armonia con un Paese che vuole accompagnare il rigore e le azioni di risanamento alla ripresa di un sentiero di crescita''.

Per Marrazzo ''Si sta facendo di tutto per arrivare ad un accordo, ma i margini non sono ampi''. Il presidente della Regione Lazio ha sostenuto che ''Abbiamo elaborato una proposta che tiene conto delle difficolta' in cui si dibatte la finanza pubblica, ma le regioni, in sanita', devono ottenere risorse sufficienti. C'e' la disponibilita' a trovare un accordo, ma all'interno di margini che consentano di mantenere alti i servizi per i cittadini. La nostra - ha concluso - e' una proposta articolata. Certo, se ognuno rimane fermo sulle proprie posizioni in merito alle cifre, non si trova mai un accordo. Diciamo che c'e' una disponibilita' a discutere''.

''E' una proposta - ha chiarito Errani - che riguarda il patto per la sanita'; un punto riguarda invece gli investimenti relativamente al patto di stabilita' interno''.

Errani infine ha confermato: ''Stiamo facendo un lavoro che ieri ci ha portato ad un'ipotesi presentata dal ministero dell'Economia alla quale ci siamo riservati di avanzare una nostra proposta''.

 (gs/21.09.06)

+T -T
Illy: Euroregione e patto con Governo

(regioni.it) Euroregione. ''In questo momento, i soggetti che piu' possono contribuire all' integrazione europea sono le Regioni, perche' a livello di Stati nazionali non stiamo facendo alcun passo avanti'': lo ha affermato oggi a Trieste il presidente del Friuli-Venezia Giulia.

Riferendosi al progetto di Gruppo territoriale in  preparazione tra Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Carinzia,  Slovenia e Croazia, Illy ha quindi sottolineato che ''il nuovo Titolo V della Costituzione attribuisce alle Regioni alcuni poteri in tema di politica estera, anche se la 'legge La Loggia' li comprime in maniera notevole. Ma questa - ha puntualizzato - non dovrebbe essere nemmeno considerata 'politica estera', ma semplicemente una politica intracomunitaria, certamente da coordinare e integrare - ha concluso - con quella nazionale''.

Lo Statuto dell' Euroregione tra Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Carinzia, Slovenia e Croazia potra' essere approvato entro il mese di settembre 2007, ha annunciato il presidente del Friuli-Venezia Giulia, Riccardo Illy, che ha anche precisato che ''da un punto di vista dei tempi, arriveremo nel momento giusto con l' elaborazione dei regolamenti e dello Statuto''.

Per quanto riguarda gli obiettivi dell' Euroregione, Illy ha indicato in generale ''il coordinamento e la collaborazione istituzionale, l' erogazione di servizi di pubblico interesse, a partire dalla salute, realizzando una rete infrastrutture adatta alle esigenze delle popolazioni, a prescindere dall' esistenza di confini. Puntiamo - ha proseguito il presidente regionale - a valorizzare questa zona come un proprio mercato locale. Anche per le attivita' produttive, in caso di delocalizzazione di fasi produzione, ci piacerebbe che le nostre imprese guardassero all' Euroregione, per esempio le vicine regioni croate, ricche di infrastrutture e di manodopera, di cui per esempio - ha sottolineato - il Veneto o la Carinzia non sono dotate''.

Illy ha infine annunciato che l' Euroregione ''e' un punto che e' inserito nel protocollo d' intesa che sottoscriveremo con il Governo nazionale''.

Rispondendo infine a una domanda sull' eventualita' di un invito nel gruppo anche al Trentino Alto Adige, Illy ha replicato sottolineando che ''le Province di Trento e Bolzano hanno gia' avviato procedure per costituire un' Euroregione con il Tirolo austriaco, per cui non e' sembrato opportuno - ha concluso - aderire a un' altra Euroregione''.

Infine l’annuncio che verra' firmato ''tra qualche settimana'' il Protocollo d' intesa tra Friuli Venezia Giulia e il Governo nazionale: lo ha annunciato stamani il presidente della Giunta regionale, Riccardo Illy, nel corso di un' audizione alla quinta Commissione del Consiglio regionale.

Illy ha anche aggiunto che, come per altri temi di carattere istituzionale, il ''patto'' tra Regione e Governo verra' sottoposto all' attenzione dell' Assemblea legislativa regionale.

 (gs/21.09.06)

+T -T
Marrazzo: mediterraneo, Europa e cinema

(regioni.it) ''Oggi piu' che mai, e' maturo il tempo per impegnarsi davvero nella creazione di una stabilita' duratura nell'area del Mediterraneo''. Lo ha affermato il presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo.''Le spinte disgregatrici in quest'area sono forti'', ma secondo Marrazzo ''ci sono ragioni antiche perche' il Mediterraneo sia anche uno spazio di unione e di scambio''. Quello che serve, ha aggiunto, e' ''il metodo del dialogo, l'unico possibile''.

Marrazzo ha anche ricordato l'importante risultato dell' incontro a Roma tra i rappresentanti delle tre religioni in Campidoglio, che ''ha avuto l'effetto immediato e preziosissimo di sgomberare il campo da incomprensioni. La civilta' del dialogo - ha aggiunto - e' sempre piu' forte della barbarie dell'odio''.

''Il Mediterraneo a cui penso - ha concluso Marrazzo, indicando il Lazio come ponte per avvicinare l'Europa al Mediterraneo - non e' un luogo della mente, ma uno spazio concreto per l'incontro, dove trovare soluzioni vere a squilibri economici e conflitti antichi''.

Anche la festa di Roma per il cinema potrà servire come porta d’Europa. Bisogna costituire una rete europea con Parigi e Berlino e le loro regioni, per creare progetti cinematografici in coproduzione pensati per il mercato europeo. E' uno dei progetti della Regione Lazio per promuovere lo sviluppo dell'industria dell'audiovisivo, che verranno a maturazione con la Festa del Cinema di Roma. Lo hanno annunciato sempre il presidente della Regione Piero Marrazzo

''Grazie al Comune di Roma e alla Fondazione Musica per Roma, la Festa del Cinema sara' un momento di reale condivisione dello spettacolo piu' bello del mondo'', ha detto Marrazzo sottolineando che la festa non sara' vissuta ''con la logica delle paillette e dei tappeti rossi, ma nella consapevolezza che questa citta' e' la citta' del cinema''. Marrazzo ha aggiunto che in questa occasione sul piano istituzionale si e' dimostrato quale rapporto puo' esserci tra la Regione e la citta' capitale: ''La Crc e' la dimostrazione, come lo sono anche la Film commission e l'Agenzia per il turismo''.

Per la Festa del Cinema di Roma nell'Auditorium ci sara' lo stand della Film commission, lo sportello unico di Comune di Roma, Provincia di Roma e Regione Lazio che ha il compito di promuovere le location cinematografiche del Lazio. Lo sportello ospitera' anche le film commission piu' importanti delle altre regioni italiane.

Goffredo Bettini, presidente di Musica per Roma, ha osservato che la Festa del Cinema ''e' una prova in cui crediamo molto, non in concorrenza con nessuno. Vogliamo rendere Roma e il Lazio piu' competitive con le grandi regioni europee, puntando sulle tecnologie avanzate''.

 (gs/21.09.06)

+T -T
UE: incontro su obiettivo competitivita' e occupazione 2007- 2013

(regioni.it) Oggi pomeriggio vertice tra i Presidenti delle Regioni e delle Province autonome appartenenti al ''futuro'' obiettivo competitivita' e occupazione 2007- 2013 delle politiche regionali di coesione della Ue. La riunione coinvolgera' i Presidenti delle Regioni Abruzzo, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Toscana, Umbria, Valle d'Aosta, Veneto e delle Province autonome di Trento e di Bolzano.

I lavori prevedono un unico punto all'ordine del giorno: ''modalita' e criteri di riparto delle risorse destinate all' obiettivo competitivita' e occupazione 2007-2013''.

A coordinare i lavori saranno chiamati il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani e la coordinatrice della Commissione affari comunitari e internazionali per la Conferenza, Mercedes Bresso.

UE: incontro interregionale su obiettivo competitività e occupazione 2007-13

 (red/21.09.06)

+T -T
Relazioni con il pubblico: Piemonte, Toscana e Puglia

(regioni.it) Continua il “tour” fra gli uffici relazioni con il pubblico on line delle Regioni e delle Province autonome. Un percorso che - dopo Friuli, Lazio, Campania, Sardegna, Abruzzo, Valle d’Aosta, Liguria, Umbria, Calabria, Sicilia,Marche e Lombardia – tocca altre tre regioni partendo dal Nord e giungendo al Sud.

PIEMONTE

Un sito istituzionale che offre la possibilità di scaricare diverse pubblicazioni e numerosi servizi on line fra cui la possibilità di ricevere sms informativi: per richiedere informazioni ; proposte e suggerimenti ; per ricevere informazioni tramite sms ; domande e risposte (F.A.Q.) ; modulistica; compila la tua autocertificazione ; prenota la postazione multimediale . L'URP è presente su tutto il territorio piemontese attraverso le sedi di Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbania, Vercelli. Il coordinamento è affidato alla sede centrale di Torino, che ha sede nel Palazzo della Giunta Regionale, in Piazza Castello 165.

Scendendo lungo la penisola arriviamo in

TOSCANA

Dove il sito è collocato nella rete civica della Regione:

Indirizzo: Via di Novoli, 26 50127 Firenze, numero verde 800-860070, Non udenti: 800-881515, Telefono 055/4385140,  Fax 055/4385150. E-mail: urp@regione.toscana.it. Responsabile: Castagnini Andrea.

Arriviamo nel Mezzogiorno ed esattamente in

PUGLIA

Dove il link al Centro contatti - Urp  è di prossima attivazione, ma dove è già on line una sezione del sito URP Comunica:

http://www.regione.puglia.it/index.php?page=curp dove è possibile reperire in ordine cronologico informazioni di pubblica utilità.

L’Ufficio relazioni con il pubblico e incardinato nel “Settore Comunicazione Istituzionale” (diretto da Vincenzo Ligori) ed è coordinato da Antonia Agata Lerario, Tel:0805406015, Fax :0805406394, Email:a.lerario@regione.puglia.it

(red/21/09/06)

+T -T
Ottobre, è tempo di libri

(regioni.it) Il 14 settembre è stata presentata l’iniziativa “Ottobre, piovono libri” promossa dal Ministero beni culturali, dalla Conferenza delle Regioni, dall’Anci e dall’Upi.

regioni.it propone la cartella stampa distribuita in occasione della conferenza stampa di giovedì 14 settembre 2006, che contiene:

Ø      cover

Ø      editoriale

Ø      comunicato di presentazione

Ø      elenco sintetico dei 250 eventi con la sola indicazione di luogo, titolo e data

Ø      21 approfondimenti MBAC

Ø      opuscolo istituzionale (stampato, a parte)

Ø      comunicato sito il pianeta libro

Ø      comunicato istituzionale Conferenza delle Regioni

Ø      comunicato istituzionale UPI

Ø      comunicato istituzionale ANCI

Ø      comunicato istituzionale 220

(red/21.09.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top