Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 808 - martedì 24 ottobre 2006

Sommario3
- Speranza di vita a "quota" 77,2 anni per gli uomini e 82,8 anni per le donne
- Al via Salone internazionale del gusto
- XXIII assemblea Anci : 25-28 ottobre a Bastia Umbra
- Codice ambiente: in arrivo le correzioni
- Lotta contro il dolore: semplificazione per farmaci oppiacei
- Conferenza delle Regioni: i prossimi appuntamenti

+T -T
Speranza di vita a "quota" 77,2 anni per gli uomini e 82,8 anni per le donne

(regioni.it) Sul sito demo.istat.it, nella sezione “Elaborazioni”, l’Istat rende disponibili le tavole di mortalità della popolazione residente per l’anno 2003. Le tavole contengono dati a livello nazionale e disaggregati per regione e provincia. Interrogazioni personalizzate permettono all’utente di costruire le tabelle di interesse e scaricare i dati in formato rielaborabile.

Nel 2003 la speranza di vita alla nascita è pari a 77,2 anni per gli uomini e a 82,8 anni per le donne. Rispetto al 2002, gli uomini guadagnano soltanto 0,1 anni in termini di vita media mentre per le donne si registra una perdita di 0,2 anni. La relativa frenata della speranza di vita nel corso del 2003 non è da interpretare come un’inversione di tendenza rispetto alla crescita regolare osservata negli anni passati, ma è legata a eventi di natura congiunturale. Il 2003 è stato infatti contraddistinto da difficili condizioni climatiche – un inverno assai rigido e una successiva estate torrida - che hanno condotto a una mortalità molto accentuata, soprattutto tra gli anziani e, in particolare, tra le donne che ne rappresentano la maggioranza.

A fronte di 557 mila decessi registrati nel 2002, nel 2003 se ne sono verificati ben 586 mila, pari al 5,2% in più (Tabella 1). Tra le donne l’incremento annuale è stato del 6,6%, con picchi particolarmente significativi nei mesi di marzo (+19,2%), luglio (+13,0%), agosto (+32,4%) e settembre (+13,1%). Tra gli uomini l’incremento di decessi tra il 2002 e il 2003 è stato più basso, pari al 3,8%, con picchi mensili d’incremento superiori al 10% soltanto nei mesi di marzo (+14,6%) e agosto (+15,1%).

On line un’analisi dei principali risultati. All’indirizzo www.istat.it/dati/catalogo/20020731_00 di questo sito è contenuta la nota metodologica.

Tabella – Speranza di vita alla nascita per sesso e regione – Anni 1974 e 2003

 

Maschi                                                                Femmine

Regioni                                              1974       2003                                   1974                  2003

Piemonte-Valle d’Aosta                    68,8     76,7                                   75,3                  82,6

Lombardia                                         68,1    76,9                                    75,5                  83,1

Trentino-Alto Adige                           68,4    77,4                                     75,7                  83,8

Veneto                                               68,6     77,5                                   76,4                   83,8

Friuli-Venezia Giulia                          67,8     76,6                                    76,1                  83,0

Liguria                                               69,1      77,1                                   75,9                  82,4

Emilia-Romagna                               69,9      77,7                                   76,7                   83,3

Toscana                                            71,1       78,1                                  77,5                   83,6

Umbria                                              71,4       78,1                                  77,4                   83,9

Marche                                              71,6       78,2                                  77,2                   83,9

Lazio                                                  70,6       77,0                                 76,6                    82,4

Abruzzo-Molise                                  71,4       77,8                                 76,2                    83,2

Campania                                           68,9       75,7                                 73,9                    81,4

Puglia                                                 70,8        77,7                                75,7                     82,9

Basilicata                                            71,3        77,4                               75,6                      83,0

Calabria                                             71,7         77,6                               76,1                       82,5

Sicilia                                                 71,1         76,8                               75,4                       81,6

Sardegna                                           71,1         76,8                               76,6                       82,9

NORD                                                68,7         77,1                               75,9                       83,1

CENTRO                                           70,9          77,6                              77,1                        83,1

MEZZOGIORNO                              70,5           76,9                              75,3                        82,2

ITALIA                                              69,6           77,2                             75,9                         82,8

(red/24.10.06)

+T -T
Al via Salone internazionale del gusto

(regioni.it) Il Salone Internazionale del Gusto, che si svolge a Torino dal 26 al 30 ottobre, è una manifestazione fieristica a cadenza biennale, conosciuta a livello internazionale, organizzata da Slow Food, Regione Piemonte, sponsor storico e principale, e, per la prima volta quest'anno, dalla Città di Torino. Dal 1996 è un appuntamento costante per chi vuole scoprire, conoscere e apprezzare il meraviglioso mondo dell'enogastronomia. Un'esposizione commerciale che ha, però, la peculiarità di essere rivolta principalmente alle produzioni artigianali su piccola scala; svolge, perciò, nei confronti del pubblico una funzione educativa per comprendere le caratteristiche e la storia di prodotti eccellenti, ma poco conosciuti e per contrastare l'omologazione determinata da un mercato globalizzato, penalizzante per la piccola produzione.

Filo conduttore di questa edizione del Salone del gusto è il concetto di cibo Buono, cioè bontà organolettica che va dalla scelta delle materie prime ai metodi produttivi che non ne alterino la qualità; Pulito, nel senso che l'ambiente deve essere rispettato; Giusto, perché la giustizia sociale va perseguita attraverso la creazione di condizioni di lavoro rispettose dell'uomo e dei suoi diritti. Il Salone del Gusto si caratterizza sempre più come un momento di incontro diretto tra la produzione di qualità e i consumatori: una vasta esposizione di biodiversità agroalimentare che il pubblico può acquistare, conoscere, degustarne i prodotti attraverso varie occasioni come i Laboratori del Gusto, momenti di educazione alimentare e del gusto per adulti e scolaresche, esibizioni di grandi chef, spazi dedicati alle cucine tradizionali di vari Paesi del mondo, convegni. Evento parallelo e collegato è Terra Madre, meeting internazionale tra le comunità del cibo, dove sono protagoniste realtà generalmente isolate o poco conosciute, linfa vitale per la biodiversità agroalimentare nel mondo.

(red/24.10.06)

+T -T
XXIII assemblea Anci : 25-28 ottobre a Bastia Umbra

(regioni.it) L’Italia riparte dalle Città: questo lo slogan della XXIII Assemblea annuale ANCI in programma da mercoledì 25 a sabato 28 ottobre nel Quartiere Fieristico Umbrafiere a Bastia Umbra (Perugia). Come sempre, anche l’appuntamento di quest’anno vedrà la partecipazione delle massime cariche istituzionali e locali. Il programma è particolarmente ricco e impegnativo, articolato in quattro giornate: si inizia domani, mercoledì 25 ottobre, con l’insediamento della Consulta ANCI Giovani Amministratori che avrà luogo a Perugia presso il Teatro Morlacchi, seguirà l’apertura ufficiale dell’Assemblea. Da giovedì fino a sabato, invece, i lavori proseguiranno nel Quartiere Fieristico. Sempre attuali e interessanti le tematiche delle sessioni: si inizia giovedì con la sessione antimeridiana incentrata su la Carta costituzionale – Carta dei cittadini, mentre nel pomeriggio si parlerà di Sviluppo sostenibile e qualità della vita. Venerdì mattina, invece, sono previste due sessioni: al centro della prima L’impatto della Finanziaria 2007 sugli Enti locali in materia di risorse umane e risorse finanziarie (Sala Plenaria), l’altra sessione su Le nuove politiche per la sicurezza urbana si terrà invece presso la Sala Caravaggio nel Centro Congressi. Nel pomeriggio si parlerà di Coesione e competitività: un modello di sviluppo per i sistemi urbani. La sessione antimeridiana di sabato, giornata conclusiva dei lavori, verterà sul tema Autonomie e responsabilità.

(red/24.10.06)

+T -T
Codice ambiente: in arrivo le correzioni

(regioni.it) Il Governo ha approvato, su proposta del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, uno schema di decreto legislativo che apporta un secondo stock di modifiche al Codice ambientale (decreto legislativo n.152 del 2006), specificatamente in materia di disciplina dei rifiuti. Si tratta di interventi tesi a recepire alcuni indirizzi in materia emersi nelle sedi delle Commissioni parlamentari, della Conferenza unificata ovvero provenienti dalla Comunità europea, con l’immediato obiettivo di chiudere numerose procedure di infrazione pendenti contro l’Italia. Gli interventi correttivi messi a punto affrontano pertanto, tra gli altri, i problemi riguardanti le terre e rocce da scavo, escluse, nel codice, dall’applicazione della disciplina dei rifiuti; quelli relativi alla nozione di “scarico diretto”, con il fine di evitare la compromissione delle risorse idriche sotterranee; riscrivono le definizioni in materia di rifiuti (la nozione prevista dal codice è stata censurata in sede comunitaria) con l’introduzione delle nozioni di “sottoprodotto” e “materia prima secondaria” maggiormente aderenti al dettato europeo e più coerenti con un livello elevato di tutela ambientale. Sul provvedimento, che è stato approvato in via preliminare, il Governo acquisirà il parere della Conferenza unificata e delle Commissioni parlamentari in

duplice lettura. Link:

http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/correttivo_ambiente/index.html .

Sul sito del Ministero dell’ambiente una presentazione in Power Point racchiude gli aspetti più rilevanti del secondo correttivo al codice ambientale.

(red/24.10.06)

+T -T
Lotta contro il dolore: semplificazione per farmaci oppiacei

(regioni.it) Il Consiglio dei Ministri del 19 ottobre scorso ha approvato in via preliminare uno schema di disegno di legge che semplifica numerose procedure connesse con la tutela della salute (ne da notizia la newsletter di Palazzo Chigi) , a partire dalla semplificazione della prescrizione di farmaci oppiacei per il dolore severo e dall’eliminazione di certificati sanitari ormai inutili od obsoleti. Per quanto riguarda la prescrizione di farmaci per la terapia del dolore, essa sarà consentita anche al di fuori delle patologie oncologiche, quindi anche per quelle malattie croniche o invalidanti nelle quali un’adeguata riduzione del dolore è essenziale per garantire una migliore qualità della vita ai pazienti. Quanto all’abolizione dei certificati inutili, sono risultate pratiche obsolete le visite periodiche per gli alimentaristi, il certificato di sana e robusta costituzione, e i certificati medici comprovanti la sana costituzione fisica e l’esenzione da difetti e imperfezioni sia per i farmacisti che partecipano a concorsi per il conferimento di sedi farmaceutiche e sia per i farmacisti dipendenti.

(red/24.10.06)

+T -T
Conferenza delle Regioni: i prossimi appuntamenti

(regioni.it) E’ un calendario fitto di impegni quello che vedrà impegnati i Presidenti delle Regioni e delle Province autonome  da oggi al 31 dicembre 2006.

Questi gli impegni previsti (salvo variazioni dell’ultim’ora).

Giovedì 26 ottobre ore 10.00: Conferenza straordinaria per un dibattito politico sui criteri di riparto delle risorse disponibili per il Servizio Sanitario Nazionale per il triennio 2007-2009 di cui al punto 1.2 dell’Intesa Stato-Regioni del 5 ottobre (Patto per la Salute) e sulle Linee di indirizzo per l’elaborazione del “Codice delle Autonomie”.

Martedì 31 ottobre nella mattinata: Conferenza straordinaria le cui principali tematiche saranno: piano strategico nazionale dello sviluppo rurale (2007-2013) e parere sulla finanziaria 2007 a conclusione dei tavoli di confronto con il Governo (seguirà nel pomeriggio Conferenza Unificata e Stato-Regioni).

Mercoledì 8 novembre (dal pomeriggio) – Giovedì 9 novembre (tutto il giorno): Conferenza straordinaria per l’esame dei criteri di riparto delle risorse disponibili per il Servizio Sanitario Nazionale per il triennio 2007-2009.

Giovedì 16 novembre : Conferenza ordinaria delle Regioni e Conferenza Stato-Regioni e Unificata.

Giovedì 30 novembre : Conferenza ordinaria delle Regioni e Conferenza Stato-Regioni e Unificata.

Giovedì 14 dicembre : Conferenza ordinaria delle Regioni e Conferenza Stato-Regioni e Unificata.

(red/24.10.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top