Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 815 - venerdì 3 novembre 2006

Sommario3
- Colozzi: proposta su bollo auto
- Finanziaria: discussione ancora aperta con Enti locali
- Toscana: agenzia per l'informazione
- Immigrazione: al via semplificazione permessi di soggiorno
- Sardegna: Mostra Storia Sociale e Industriale miniere Sulcis
- Campania: emergenza rifiuti fino a maggio

+T -T
Colozzi: proposta su bollo auto

(regioni.it) Sul bollo auto il Governo ''si sta muovendo come un elefante in una cristalleria, questa almeno e' la mia impressione''. Così Romano Colozzi, assessore al Bilancio nella Regione Lombardia e coordinatore degli assessori regionali al Bilancio per la Conferenza delle Regioni.

''Le Regioni - spiega Colozzi - avevano chiesto a Prodi, nell' incontro del 12 ottobre, di aprire un tavolo di lavoro proprio sul bollo auto. Quello che vogliamo e' semplificare questa tassa che genera un grande contenzioso. Infatti il compito di riscuotere il bollo e di fare i controlli e' delle Regioni, ma le banche dati sono gestite dallo Stato. Spesso questi dati si incrociano con ritardo e si creano, appunto, grandi contenziosi.  Serve una semplificazione della materia, a vantaggio di tutti: anche i controlli, in una situazione di poca chiarezza, sono molto onerosi''. 

Le Regioni hanno gia' pronta una proposta unitaria che prevede, in sintesi, che lo Stato approvi una nuova normativa, semplice e snella, e che poi si lasci spazio di autonomia per le leggi regionali.

Per quanto riguarda infine gli aumenti al bollo prospettati nelle ultime ore, l'assessore spiega che questi saranno ovviamente incamerati dallo Stato. Diversa e' la situazione per gli aumenti eventualmente previsti dalle Regioni, che saranno incamerati da queste ultime: sono otto le Regioni che hanno aumentato (o prevedono di farlo a breve) la tassa di circolazione con proprie leggi regionali, a prescindere dai rincari previsti nella prossima Finanziaria. Gli aumenti previsti dalle Regioni vengono incamerati da queste ultime, tranne che per quella parte che deriva dall'aumento della base imponibile decisa dallo Stato, parte che viene incamerata dallo Stato stesso.

Le modifiche al bollo auto sono un capitolo ''chiuso'', ha detto il viceministro per l' Economia, Vincenzo Visco al termine della riunione tra governo e i capigruppo della maggioranza che si e' tenuta oggi alla Camera. ''Le norme sono quelle che ha voluto il parlamento'', ha affermato Visco che, facendo riferimento alla norma originale sui Suv ha aggiunto: ''noi avevamo fatto un' altra proposta''.

 (gs/03.11.06)

+T -T
Finanziaria: discussione ancora aperta con Enti locali

(regioni.it) Non soddisfa gli Enti locali (Finanziaria: critiche le Province) l’emendamento del Governo alla Finanziaria. ''Disattende, per quanto ci riguarda, l'accordo sancito lo scorso 10 ottobre a palazzo Chigi”, afferma il presidente dell’Uncem (comunità montane) Enrico Borghi. L’emendamento ''nelle intenzioni di tutti, avrebbe dovuto tradurre in cifre gli impegni assunti dal Governo lo scorso 10 ottobre”. La discussione quindi è ancora aperta.

L'emendamento, spiega Borghi, ''mantiene infatti per i piccoli Comuni e le Comunita' montane il vincolo di indebitamento al 2,6% contro la promessa del ritorno al 12,5%, mentre non c'e' alcuna traccia dello stanziamento promesso dal ministro Amato di 260 milioni di euro a favore dei piccoli Comuni all'interno del quale il Governo si era formalmente impegnato a stanziare una quota a favore delle Comunita' montane''.

Il presidente dell'Uncem sostiene che ''il tutto e' avvenuto senza alcuna consultazione ne' preventiva informazione della nostra associazione'' e che ''si pone a questo punto un problema serio di relazioni istituzionali, anche a fronte dello slittamento della Conferenza Unificata dello scorso 31 ottobre nella quale avremmo dovuto esprimerci sulla Finanziaria alla  luce degli emendamenti correttivi che, a quanto pare, non correggono ma confermano''.

Sono in corso chiarimenti all’interno della maggioranza: ''I capigruppo stanno lavorando bene. Stiamo andando avanti con un metodo condiviso''. Lo ha affermato il capogruppo dell'Udeur, Mauro Fabris, uscendo dalla riunione tra governo e capigruppo della maggioranza. Nel corso dell'incontro si e' deciso di approfondire le cause di malcontento dei comuni, nonostante l'accordo raggiunto dall'Anci con l'esecutivo che ha portato alla nuova formulazione dell'emendamento dell'esecutivo sul patto di stabilita' interno.

Critico Cofferati: ''gli emendamenti che riguardanole ricadute della Finanziaria sugli Enti locali, e in particolare sui Comuni, non corrispondono ancora ai contenuti dell'intesa del 10 ottobre, siglata dopo l'incontro dal presidente del Consiglio Romano Prodi e i sindaci a Palazzo Chigi. Sono molto preoccupato''. Per il sindaco di Bologna e presidente dell'Anci dell'Emilia Romagna, Sergio Cofferati, le modifiche al testo di legge presentate ''non recepiscono per intero quell'intesa che avrebbe solo parzialmente attenuato le difficolta' degli Enti locali, ma non risolte del tutto''.

Negli emendamenti avanzati, dunque, secondo Cofferati ''si riduce questa attenuazione ed e' indispensabile correggerli, in corso d'opera, per renderli coerenti con quanto concordato il 10 ottobre''.

''Un'esigenza che ha un aspetto concreto ma anche un aspetto politico

importante -sostiene Cofferati- perche' la coerenza che serve tra l'intesa e la traduzione in norme operative di questi emendamenti non c'e'''. Nello specifico se per il sindaco di Bologna, sono stati mantenuti gli impegni relativi all'aspetto ordinamentale e rispetto alla cancellazione del tetto di indebitamento che riduce la capacita' di investimento da parte delle autonomie locali, al contrario, ''quello che non c'e' per intero e' il contenimento della riduzione del trasferimento delle risorse'' dal governo agli enti territoriali.

Intanto la Commissione Bilancio della Camera ha approvato un emendamento della Lega Nord alla Finanziaria che salva le nuove Province di Monza, Fermo e Barletta. Il provvedimento che sopprime l'articolo 77 della Finanziaria e' passato nella tarda serata di ieri.

Infine a parte i capitoli gia' noti, dovrebbero essere in arrivo ''fondi per il terremoto in Molise, Puglia e Basilicata''. Lo ha annunciato il sottosegretario all'Economia, Nicola Sartor illustrando aspetti della Finanziaria come l'emendamento per intervenire sull'apprendistato degli artigiani che ''non verra' presentato questa settimana'', perche' ''e' in corso un confronto importante con le categorie interessate''.

(gs/03.11.06)

+T -T
Toscana: agenzia per l'informazione

(regioni.it) Nascera' il primo gennaio 2007 l'agenzia giornalistica per le attivita' di informazione degli organi di governo della Regione. Lo stabilisce una delibera portata lunedi' in giunta dal vicepresidente della Regione Federico Gelli.

La legge approvata ad agosto scorso prevedeva la nascita di due strutture speciali al posto degli attuali uffici stampa della giunta e del consiglio regionale, in una data, non specificata, successiva al 31 dicembre 2006.

''Con questo atto abbiamo adesso fissato quella data - spiega Gelli -. Abbiamo fatto un ulteriore passo in avanti e il lavoro  sta proseguendo. Da luglio non ci siamo fermati e con un successivo provvedimento assegneremo alla neonata agenzia il personale''.

(red/03.11.06)

+T -T
Immigrazione: al via semplificazione permessi di soggiorno

(regioni.it) Si lavora per semplificare le procedure di rilascio e rinnovo dei permessi di soggiorno. Bisogna ridurre i tempi e recuperare personale da parte degli Uffici Immigrazione delle Questure. Sono questi alcuni degli obiettivi del nuovo sistema sperimentale per dare ai cittadini extracomunitari il documento che attesta la regolarita' della loro permanenza in Italia. La sperimentazione parte lunedi' prossimo, 6 novembre, in cinque province italiane: Prato, Ancona, Frosinone, Brindisi e Verbano-Cusio-Ossola.

L'iniziativa, voluta dal Ministero dell'Interno, si avvale dellacollaborazione di Poste Italiane e della partecipazione dell'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) e degli Istituti di Patronato.

La prima novita' riguarda gli Uffici Postali abilitati, il cui elenco e' disponibile on line su www.portaleimmigrazione.it. Questi costituiranno l' unico punto di raccolta delle richieste di rilascio e di rinnovo del permesso di soggiorno. Sara' presso l' Ufficio postale, all' atto della presentazione della richiesta, che avverra' l'identificazione del cittadino straniero tramite l'esibizione del passaporto in corso di validita' e verra' rilasciata una ricevuta, che sostituisce a tutti gli effetti il cedolino attualmente rilasciato dagli uffici immigrazione. Il costo per il cittadino straniero sara' di 30 Euro, da corrispondere al momento della presentazione della richiesta, e comprendera' le spese di spedizione e l' attivita' di 'front-office' e di informatizzazione dell' intera procedura. Per i permessi che abbiano una durata superiore a 90 giorni, nelle cinque province pilota, e' previsto il rilascio del documento in formato elettronico (PSE). Il costo aggiuntivo sara' di euro 27.50''.

Alla fine della fase pilota, previa comunicazione della data di inizio, le nuove procedure saranno estese a tutte le province italiane nelle quali saranno abilitati all'accettazione delle richieste 5.332 uffici postali (anche l'elenco dei 5.332 uffici postali abilitati e' disponibile sul sito www.portaleimmigrazione.it).

Per tale occasione sara' anche attivato un Servizio informativo di primo livello sulla nuova procedura: i cittadini stranieri potranno infatti contattare gratuitamente un Call Center automatico e multilingue, curato da Anci in collaborazione con il Ministero dell'Interno. In relazione all'ulteriore obiettivo, voluto dal Governo, di realizzare il trasferimento delle funzioni e delle competenze amministrative in materia ai Comuni e in considerazione delruolo essenziale che le Amministrazioni locali svolgono per la governance dell'immigrazione, il Ministero dell'Interno, Anci e Poste Italiane hanno stabilito di dare avvio, parallelamente alla nuova procedura, ad un diverso programma triennale di sperimentazione, per definire modelli organizzativi e processi operativi sviluppati sulle buone prassi locali e alternativi a quelli che saranno a breve implementati.

 (red/03.11.06)

+T -T
Sardegna: Mostra Storia Sociale e Industriale miniere Sulcis

(regioni.it) Il modo migliore per onorare una ''memoria storica'' come quella delle miniere del Sulcis e' di rilanciarne la produzione (''nel fondamentale campo energetico'') per dare anche una risposta alla pressante domanda di lavoro di tale area. L'ha sottolineato il presidente della Regione Sardegna, Renato Soru, nel corso della manifestazione che si e' svolta oggi a Carbonia per l'apertura della Mostra permanente sulla Storia Sociale e Industriale del Bacino minerario del Sulcis, inaugurata dal presidente della Camera, Fausto Bertinotti.

Il presidente della Regione ha anche accennato brevemente all'attivita' della Giunta, ricorrendo a una metafora del mondo rurale per ribattere alle accuse di inerzia soprattutto sul fronte dell'occupazione e dello sviluppo. ''Prima della raccolta - ha spiegato - occorre arare il campo e procedere alla semina. Il contadino questo lo sa e sa che occorre pazienza, una dote che oggi scarseggia''.

Soru ha poi accompagnato il Presidente della Camera a una visita nella

miniera di Serbariu, dove nella Lampisteria si trova la Mostra permanente e all'ingresso e' stata scoperta, da un minatore, una targa ricordo della cerimonia.

Infine il colosso dell'alluminio russo Rusal, terzo gruppo mondiale del settore, ha portato a termine l'acquisizione del 56,2% di Eurallumina, impianto che produce ossido di alluminio, situato in Sardegna a Portoscuso (Cagliari). La partecipazione faceva capo a un altro colosso del settore minerario, Rio Tinto. Eurallumina e' l'unico impianto posseduto dai russi in Italia.

(red/03.11.06)

+T -T
Campania: emergenza rifiuti fino a maggio

(regioni.it) ''Stiamo facendo pressione sulle Regioni italiane perche' aiutino la Campania ad uscire dall'emergenza rifiuti, almeno per un tempo limitato''. Lo ha detto il presidente del Consiglio Romano Prodi che ha affrontato anche il tema delicato dell'emergenza spazzatura durante la sua visita a Napoli.

Il premier ha ribadito che la solidarieta' da parte delle Regioni italiane, alle quali e' stato chiesto di accettare una parte dei rifiuti campani, potrebbe estendersi ''fino a maggio, quando entrera' in funzione il primo termovalorizzatore''.

 (red/03.11.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top