Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 817 - martedì 7 novembre 2006

Sommario
- Molise: Iorio rieletto Presidente
- Attività produttive: regionalismo dimezzato
- Ambiente: l'informazione sui siti delle Regioni
- Sanità: 8/9 Conferenza Regioni su riparto
- Padoa-Schioppa a Bruxelles esalta accordo su spesa sanitaria
- Martini: piani ambiente

+T -T
Padoa-Schioppa a Bruxelles esalta accordo su spesa sanitaria

(regioni.it) Finanziaria e spesa sanitaria viaggiano sullo stesso binario in Europa. Padoa-Schioppa a Bruxelles sostiene la manovra, gli specifici contenimenti concordati e quindi la concertazione con le Regioni. Il ministro ha infatti posto l'accento sul fatto che, con la finanziaria, "si e' riusciti a fermare la spesa sanitaria, con il pieno accordo delle regioni".

E piena fiducia nel nostro sistema sanitario, riconosciuto come "uno dei sistemi che funziona meglio". Così Padoa-Schioppa a Bruxelles per la riunione mensile dei ministri dell'Economia e delle Finanze dell'Ue.

Il ministro è poi convinto che "con o senza fiducia la Finanziaria andra' in porto con le fondamenta e i muri maestri intatti e con pochi spostamenti di tramezzi''. Tommaso Padoa-Schioppa inoltre sottolinea come con questa Finanziaria sia iniziata la fase riformatrice: ''Intanto - ha rivendicato Padoa-Schioppa – vorrei spendere qualche parola su quelle riforme gia' inserite nella finanziaria: la previdenza, il federalismo fiscale, la sanita', gli apparati dello Stato centrale e periferico, il pubblico impiego, il precariato. Per ognuno di questi capitoli in finanziaria ci sono disposizioni coerenti con un programma di riforme''. Quindi, ha ribadito, ''non c'e' nessuna 'fase due''' a meno che non si intenda in senso temporale. In questo caso ''la fase uno e' il decreto Visco-Bersani di luglio, la fase due e' la finanziaria, la fase tre i provvedimenti successivi alla finanziaria''. Ma in senso ''qualitativo' non si puo' parlare di fasi differenti perche' ''l'impostazione di politica economica del governo e' stata quella di evitare la politica dei due tempi, prima il risanamento e poi lo sviluppo''.

Molto e' stato fatto anche in campo sanitario. ''Siamo riusciti a frenare la spesa, che nel 2007 sara' in termini nominali leggermente inferiore al 2006, senza sacrificare le prestazioni e con l'accordo delle regioni. Negli altri anni la spesa cresceva del 6% e le regioni erano in disaccordo''.

E' vero che il Commissario Ue Joaquin Almunia ha espresso dubbi sulla possibilita' che si possa controllare la spesa sanitaria, ma ''noi siamo impegnati a farlo e sono convinto che ci riusciremo. Non posso dire che non sia difficile, ma il fatto che avviene in accordo con le Regioni mi fa ben sperare''.

In particolare è stato possibile "far diminuire leggermente la spesa corrente e far aumentare la spesa in capitale". Quanto ai dubbi sul contenimento della spesa sanitaria, Padoa Schioppa ha spiegato che Bruxelles "ha dei dubbi sul fatto che un freno cosi' forte possa essere attuato". "Anch'io - ha aggiunto - ho dei dubbi e non sarei serio se non ne riconoscessi le difficolta'".

Nel messaggio che il premier Romano Prodi ha inviato al rieletto presidente della regione Molise, Michele Iorio, si parla anche di Finanziaria:''Caro presidente, nell'augurarle buon lavoro per quanto sapra' fare alla guida della Regione Molise, le confermo l'impegno economico e politico che il Governo, attraverso la Legge Finanziaria, intende adottare per la ricostruzione delle zone terremotate del territorio, insieme ai provvedimenti riguardanti lo sviluppo e il rilancio del Sud''.

Infine il Presidente della Regione Siciliana, Salvatore Cuffaro, è ancora molto critico: ''e' assolutamente fondamentale che il governo cassi l'articolo 101 della Finanziaria, che toglie alla Sicilia 1 miliardo 112 milioni per la Sanita'. E ribadisce: chiederò domani alla conferenza dei presidenti delle Regioni che sostengano la nostra richiesta. Se non lo faranno portero' fuori la Sicilia dalla stessa Conferenza''. Secondo Cuffaro ''e' impensabile che tutti i comuni italiani stiano battagliando per ottenere 600 milioni di euro, e alla sola Sicilia invece se ne tolgono oltre un miliardo''.

(gs/06.11.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top