Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 825 - lunedì 20 novembre 2006

Sommario
- Finanziaria: 311 si, 251 no alla Camera. Link al testo
- Sanità: presto intesa su liste d'attesa e attivazione sistema verifica assistenza
- CONFERENZA REGIONI 16.11.06 DOC - Efficienza pubblica amministrazione
- Infrastrutture: le prioritarie
- CONFERENZA REGIONI 16.11.06 DOC - Servizio civile: risorse inadeguate
- CONFERENZA REGIONI 16.11.06 DOC - Vini doc e igt

+T -T
Sanità: presto intesa su liste d'attesa e attivazione sistema verifica assistenza

(regioni.it) Una nuova intesa fra ministero della salute e assessori regioni sulla lotta alle liste di attesa: si stabiliranno i tempi massimi di attesa per i cittadini non piu' in base ad una lista di 100 prestazioni singole ma in base a pacchetti di diagnosi e cura per malattie gravi e urgenti come quelle tumorali e cardiocircolatorie. L'intesa sul nuovo meccanismo e' stato decisa il 20 novembre dal ministro Livia Turco e dagli assessori alla Salute. I piani regionali dovranno essere presentati entro il 31 gennaio e quelli aziendali entro il 31 marzo 2007.

Sta per nascere anche una nuova struttura con una nuova sigla, Siveas. Il futuro “Sistema nazionale di verifica e controllo sull'assistenza sanitaria” sarà chiamato a monitorare la qualità delle prestazioni, l'applicazione dei Livelli essenziali di assistenza, il controllo sui tempi di attesa e il monitoraggio della spesa sanitaria. Il nuovo organismo potrà contare su un primo stanziamento di 10 milioni di euro, Il decreto che lo istituisce è della scorsa estate, firmato dal ministro della Salute Livia Turco e da quello dell'economia Padoa Schioppa, ed è stata la Finanziaria dello scorso anno a sancirne la nascita. A giorni arriveranno le nomine dei responsabili. Il sistema prevede una cabina di coordinamento presso il Ministero della Salute che utilizzerà nelle sue analisi tutti i dati del sistema sanitario, con la possibilità di avviare indagini e verifiche ad hoc su particolari fenomeni o servizi. Si potrà così verificare lo stato dell'arte e le necessità dei cittadini, in termini di quantità di ciò che viene offerto ma anche per accertare la qualità e la sicurezza. Confluiranno dati e analisi che arriveranno dal sistema informativo sanitario ma anche da altri enti (Ministeri Economia e Finanze, Istat, Agenzia per i servizi sanitari regionali, Regioni, Asl, Nas, ecc.). Il Siveas però potrà realizzare anche proprie analisi, affidandole ad esperti o a centri di ricerca pubblici o privati, su aspetti specifici dell'assistenza. La nuova struttura monitorerà l'intero sistema: dai conti agli obiettivi di salute. Sarà ad esempio utile ad accertare il rispetto dei parametri di qualità e di spesa delle Regioni con particolare attenzione ai piani di rientro predisposti dalle Regioni in disavanzo (attualmente: Lazio, Campania, Abruzzo, Molise, Sicilia, Liguria). Potranno anche essere attivate verifiche ad hoc in base a particolari emergenze, come ad esempio quella degli errori in medicina, così come sull'efficacia degli interventi chirurgici, correttezza delle prescrizioni farmaceutiche, appropriatezza dei percorsi diagnostici, qualità nelle prestazioni di riabilitazione. E poi ancora il controllo del rispetto dei tempi di attesa per le prestazioni sanitarie urgenti.

Le attività di ispezione continueranno ad essere esercitate, dai Nas, dalla Guardia di Finanza e da personale del Ministero della Salute. Il Ministero della Salute potrà anche ordinare ispezioni direttamente nelle diverse strutture del Ssn, compresi gli Irccs e i policlinici universitari, per verificare i criteri di appropriatezza ed efficienza, ma potranno anche sulla sicurezza nell'assistenza (ad esempio in caso di gravi inconvenienti igienico-sanitari e di assenza requisiti minimi strutturali, tecnologici e organizzativi), violazioni amministrative, contabili, finanziarie e gestionali.

(red/20.11.06)

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top