Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 827 - mercoledì 22 novembre 2006

Sommario
- Sport: concertazione su legge
- Infrastrutture. Formigoni:potere concessorio a Regioni; Bianchi: quadro grandi opere "non ancora definito"
- Acque minerali: Regioni voltano pagina
- Lanzillotta su riforme
- Valle d'Aosta critica Finanziaria
- Ministero infrastrutture: opere prioritarie Abruzzo

+T -T
Lanzillotta su riforme

(regioni) ''L'orientamento e' quello di votare nella prima meta' di dicembre i provvedimenti sulla riforma delle Conferenze e sul Codice per le Autonomie e a varare entro gennaio il federalismo fiscale''. Lo ha detto il ministro per gli Affari Regionali, Linda Lanzillotta, nel corso dell'audizione che si e' svolta davanti alla commissione parlamentare per le questioni regionali.
''L'attuazione del Titolo V deve essere largamente condivisa'', ha detto il ministro, secondo il quale, sul fronte del federalismo, ''non si puo' rimanere a meta' del guado, si rischia di avere il peggio dei due sistemi. Poiche' la scelta irreversibile sul piano costituzionale e' stata fatta, bisogna andare in quella direzione''.
Lanzillotta ha poi sottolineato la presenza di due difficolta': ''Il dualismo economico dell'Italia e il debito pubblico che comporta un assorbimento molto consistente di risorse al centro. E' fondamentale anche per il federalismo rimettere prima i conti in ordine. E' questa la premessa fondamentale - ha spiegato - per attuare il federalismo fiscale che richiama i territori ad una sfida sull'efficienza. Su questo punto faccio riferimento anche al Patto sulla Salute'', che e' stato siglato con le Regioni. Infine, il ministro ha detto che ritiene sia necessario ''fare un ragionamento su imposte che finanziano la sanita': un aumento ulteriore dell'Irap rischia di creare una fiscalita' di 'svantaggio' invece che quella di vantaggio, e questo mi sembra un modo un po' strabico di operare''.
La Lanzillotta si è dichiarata favorevole al federalismo differenziato “ma con dei meccanismi che garantiscano la facoltà di gestire altre funzioni e la coerenza al sistema fiscale. Va spiegato al Paese che se la Lombardia e il Veneto trattenessero, insieme a un altro paio di Regioni, l'intero gettito, il bilancio dello Stato non avrebbe piu' una sua stabilita'''.
Infine sulla questione delle Province e dei piccoli comuni, Lanzillotta ha detto di concordare sulla ''differenziazione delle funzioni in relazione al principio di adeguatezza: introdurremo il principio - ha detto - che la titolarita' non coincide necessariamente con l'esercizio delle funzioni. Il comune e' titolare delle funzioni ma proprio perche' i diritti siano effettivi vanno esercitati ad un livello coerente di adeguatezza in assenza del quale vanno riassunti da un livello superiore, altrimenti quei diritti non possono essere garantiti''.

(red/22.11.06).

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top