Header
Header
Header
         

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

n. 829 - venerdì 24 novembre 2006

Sommario
- Colozzi: conti settore pubblico impiego non tornano
- Infrastrutture: le prioritarie per la Campania
- Lavoro e formazione: il sito di Tecnostruttura per il fondo sociale europeo
- 30 Novembre: Conferenza delle Regioni
- Il nuovo Consiglio Superiore di Sanità
- Università: Relazione sulla situazione in Italia

+T -T
Infrastrutture: le prioritarie per la Campania

(regioni.it)

Ministero delle Infrastrutture

PRIORITÀ INFRASTRUTTURALI NELLA REGIONE CAMPANIA

(       Campania)

Infrastrutture: opere prioritarie Campania...              

SISTEMA AUTOSTRADALE

A3 Salerno-Reggio Calabria – dal km 44+100 al km 47+800

Lavori per l’ammodernamento e l’adeguamento alle norme del CNR/80 tipo 1/b del tronco 1, tratto 5, lotto 3 dal Km. 44+100 al Km. 47+800, nei comuni di Campagna, Contursi Terme e Postiglione. I lavori -sono in corso di esecuzione per un importo di M€ 142,74 a fronte di risorse assegnate dalla Legge Obiettivo per un ammontare di M€ 138,04. Residua un fabbisogno da finanziarie pari a M€ 4,70.

 

A3 Salerno-Reggio Calabria – tratta campana

Lavori sui restanti tratti autostradali ricadenti nel territorio della Regione Campania per un costo stimato di M€ 151,60. Gli interventi, dotati di progettazione definitiva, sono ricompresi nella programmazione dell’ANAS.

Potenziamento del raccordo Salerno-Avellino, SS7 e SS7 bis

L’intervento prevede la realizzazione delle opere necessarie a conferire caratteristiche autostradali all’esistente raccordo Salerno-Avellino, compreso l’adeguamento della SS 7 e della SS7bis fino allo svincolo di Avellino est dell’A16, per un’estesa complessiva

di 36 km, con ipotesi di pedaggiamento.

Il costo dell’intervento, dotato di progetto preliminare, risulta pari a M€ 605,00, interamente da reperire. Relativamente al 1° stralcio funzionale tra Mercato S.Severino e Fratte, il cui costo è di M€ 190,00, interamente da reperire, è stato redatto il progetto preliminare. Il soggetto attuatore è l’ANAS spa.

La Regione Campania ha segnalato, inoltre, la necessità di realizzare la messa in sicurezza del tratto Fratte-Avellino.

Collegamento autostradale tra la A1, l'aeroporto di Grazzanise e la direttrice domiziana

Il collegamento autostradale tra la A1, l’aeroporto di Grazzianise e la direttrice domiziana. L’intervento prevede il completamento della variante di Caserta e l’esecuzione delle bretelle di collegamento con l’Aeroporto di Grazzanise. La lunghezza complessiva ammonta a circa 19.00 km. Il costo dell’intervento, per il quale è stato redatto uno studio di fattibilità, è pari M€ 315,00, interamente da reperire. È stata valutata anche l’ipotesi di pedaggiamento, che prevede un contributo pubblico pari al 40%, ovvero a circa M€ 120,50.

Collegamento autostradale regionale Caserta-Benevento e bretelle di collegamento con la tangenziale di Benevento e la variante di Caserta

La realizzazione di un nuovo asse autostradale di collegamento fra Caserta, in prossimità dello svincolo dell’autostrada A1 di Caserta Sud, e Benevento in prossimità della tangenziale di Benevento. La lunghezza complessiva dell’opera ammonta a circa 56,00 km. Il costo dell’investimento risulta pari a M€ 1.118,00, interamente da reperire ed il livello di progettazione attualmente disponibile è preliminare. Il soggetto attuatore è l’ANAS spa.

È stata studiata anche la possibilità di introdurre il pagamento di un pedaggio, sia con sistema chiuso, con tariffa chilometrica posta pari a 0,06 €/km; sia con sistema aperto, con tariffa fissa posta pari a 0,78 €. Gli introiti sono risultati variabili tra 14 e 25 M€/anno.

SISTEMA STRADALE

SS 268 del Vesuvio

Lavori di costruzione del 3° tronco e del nuovo svincolo di Angri di innesto sulla A3 Napoli – Salerno. L’intervento, (che assicura la continuità dell’unica via di fuga dal Vesuvio), dotato di progettazione esecutiva-cantierabile, è ricompreso nella programmazione dell’ANAS. Il costo dell’investimento ammonta a M€ 60,00 (di cui 12,4 circa a valere sulla Convenzione tra ANAS SpA e Regione Campania in fase di perfezionamento, sulla programmazione delle rivenienze POR).

Asse attrezzato Valle Caudina - Pianodardine

Il completamento dell’Asse attrezzato Valle Caudina – Pianodardine, con la

realizzazione del 3° e 4° lotto, per una lunghezza complessiva di circa 28,00 km (che si aggiungono ai 6,45 km già in esercizio ed ai 6,55 in corso di ultimazione). Il soggetto attuatore è il Consorzio ASI di Avellino. Il costo dell’intervento, previsto in Legge Obiettivo e dotato di progettazione definitiva, risulta pari a M€ 153,50, interamente da reperire con copertura finanziaria da individuare.

Completamento Contursi – Grottaminarda

La realizzazione dell’itinerario Contursi – Grottaminarda risponde all’esigenza di rafforzare l’asse Nord-Sud Tirrenico Adriatico quale alternativa alla Salerno-Reggio Calabria. La tipologia degli interventi programmati è extraurbana secondaria (tipo C).

L’itinerario si articola nei seguenti interventi:

- completamento della variante di Grottaminarda della SS 90, dotata di

progettazione definitiva, con un costo di M€ 55,00, interamente da reperire. Il soggetto attuatore è l’ANAS Spa.

- tratta Lioni-Grottaminarda, per la quale è stato redatto il progetto preliminare, con un costo di M€ 277,50, interamente da reperire. Il soggetto attuatore è il Ministero delle Attività Produttive (Commissario ad Acta ex art. 86 L. 289/02).

SS 517 Bussentina

Lavori di collegamento della SS 517 Bussentina con la autostrada A3 Salerno- Reggio Calabria dal ponte sul fiume Calore allo svincolo di Buonabitacolo. L’intervento, dotato di progettazione preliminare, è ricompreso nella programmazione dell’ANAS. Il costo dell’investimento ammonta a M€ 22,96.

SS 7 quater Domiziana

L’intervento riguarda l’adeguamento a caratteristiche autostradali della SS7 Quater

Domiziana, già realizzato nei tratti compresi tra Formia e il fiume Garigliano e tra

Castel Volturno e Napoli, nella tratta Garigliano-Castel Volturno per un’estensione

complessiva di 33,3 km. Il 30 maggio 2003 l’ANAS ha trasmesso al Ministero delle

Infrastrutture ed agli Enti competenti il progetto preliminare e lo studio di impatto

ambientale. A seguito dell’istruttoria condotta dalla Commissione VIA, sono state

richieste integrazioni progettuali relative allo studio di una soluzione alternativa di

tracciato per bypassare ad est l’abitato di Cellole. Tali integrazioni hanno determinato la

lievitazione dei costi stimati per la realizzazione dell’intervento, passati da M€ 570,00 a

M€ 1.101,52. Nell’ambito dello Studio di prefattibilità tecnica ed economico-finanziaria

inerente il completamento del Corridoio Tirrenico Meridionale (CTM), per la tratta da

Formia a Pozzuoli, è stata valutata anche l’ipotesi di pedaggiamento, che conduce alla

completa copertura dei costi di gestione e alla copertura dei costi d’investimento per una

quota pari a circa il 20%.

SS 372 "Telesina"

In Legge Obiettivo è previsto l’adeguamento a 4 corsie dell’intera tratta compresa tra

Benevento e Caianello (dal Km 0+000 al Km 60+900), per un costo complessivo pari

M€ 708,37. Per la copertura dei costi dell’intera tratta il fabbisogno ammonta a M€

598,37. È allo studio anche l’ipotesi di pedaggiamento.

Nell’ambito dell’itinerario complessivo, si prevede di realizzare prioritariamente un 1°

stralcio funzionale tra gli abitati di Benevento (al Km 60+900) e Telese (al Km

42+975), il cui costo ammonta a M€ 340,00. Relativamente a questa tratta, le risorse

assegnate dal CIPE sono pari M€ 110,00 e, pertanto, restano da reperire risorse per M€

230,00.

SISTEMI FERROVIARI

Nuova linea a monte del Vesuvio

La nuova linea a monte del Vesuvio rientra nel programma per la realizzazione di “bretelle” dedicate al traffico merci, con funzione di tangenziale per dirottarne i flussi al di fuori delle aree urbane. Costituisce anche un segmento dell’AV/AC verso Sud e permette ai treni passeggeri a lunga percorrenza, contrariamente a quanto avviene oggi, di collegarsi a Napoli Centrale senza interessare la linea costiera Salerno - Napoli, che verrà prevalentemente dedicata ai treni a carattere regionale. I lavori, attuati da RFI, sono in corso per un costo pari a M€ 347,01 a fronte di risorse disponibili pari a M€ 320,21. Residua da finanziare l’importo di M€ 26,80.

Nuova linea ad alta capacità Napoli – Bari

Con il Protocollo d’Intesa sottoscritto il 27 luglio 2006 tra i Ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti, le regioni Campania e Puglia, Ferrovie dello Stato ed RFI, sono state individuate le soluzioni di tracciato per la realizzazione di una nuova linea ad alta capacità di estesa pari a 147 Km, capace di ridurre i tempi di percorrenza tra le città di Napoli e Bari a 110 minuti contro le attuali quattro ore.

Lo studio di fattibilità elaborato da RFI prevede interventi per complessivi 5,3 miliardi di Euro. Le tratte che costituiscono parte integrante del progetto sono:

- variante linea Cancello-Napoli nel comune di Acerra per la sua integrazione con

la linea AV/AC;

- linea Cancello-Benevento;

- tratta Apice-Orsara di Puglia;

- bretella di Foggia.

Nella programmazione ordinaria di RFI è inserito il potenziamento della tratta Apice- Orsara il cui costo ammonta a M€ 2.500,00, di cui circa M€ 213,00 finanziati.

Allo stato attuale la realizzazione è prevista per il 2020.

Adeguamento Battipaglia - Reggio Calabria

La linea ferroviaria Battipaglia Reggio Calabria costituisce il collegamento fondamentale delle regioni Sicilia e Calabria con il Centro e il Nord Italia e, per la parte meridionale (tratta Rosario San Lucido), coincide con l’itinerario merci per il porto di Gioia Tauro e la dorsale adriatica.

Il progetto, elaborato da RFI, mira ad elevare gli standard prestazionali e di affidabilità, eliminando qualsiasi vincolo di sagoma, di modulo e di potenza elettrica che possa limitare il trasporto delle merci; è previsto l’attrezzaggio tecnologico uniforme sull’intera linea, l’adeguamento della sagoma delle gallerie, la velocizzazione degli itinerari in varie stazioni e il potenziamento degli impianti di trazione elettrica mediante la costruzione di una nuova SSE a Vibo – Pizzo e il rinnovamento della SSE di Sambiase. La realizzazione di tutti gli interventi consentirà di migliorare l’affidabilità della linea e quindi la sicurezza, qualità e regolarità dell’esercizio ferroviario oltre ad una riduzione delle percorrenze, per i treni circolanti in rango P, valutabile in circa 13

minuti.

Si tratta di un intervento interregionale, inserito in Legge Obiettivo e non ancora finanziato, il cui costo – riferito all’intera tratta - è di M€ 230,00. Nelle more dell’approvazione del progetto preliminare è stata avviata la progettazione definitiva.

RETI METROPOLITANE

Linea 1 Dante – Garibaldi – Centro Direzionale

Completamento dei lavori in corso – Il costo dell’intervento è pari a M€ 1.196,96 a fronte di risorse assegnate per M€ 758,00. Le risorse da reperire ammontano a M€ 438,96, da ripartire tra Stato, Regione e Comune.

Linea Piscinola – Aversa – S.M. Capua Vetere

L’intervento riguarda il completamento dei lavori in corso della tratta Piscinola – Aversa e l’affidamento dei lavori di completamento della tratta Aversa – Teverola. Il costo dell’intervento è pari a M€ 705,93, a fronte di risorse assegnate per M€ 322,22. Le risorse da reperire ammontano a M€ 383,71.

Linea 6 Mostra S.Pasquale – Municipio

L’intervento riguarda l’affidamento dei lavori di completamento del lotto 2:Deposito Officina di Via Campegna, galleria di collegamento a Mostra, rifiniture stazioni Arco Mirelli e Chiaia, completamento flotta. Il costo dell’intervento è pari a M€ 750,00 a fronte di risorse assegnate per M€ 572,84. Le risorse da reperire ammontano a M€ 177,16.

Linea Soccavo – Monte S. Angelo – Mostra

L’intervento riguarda l’affidamento dei lavori di completamento del lotto Parco S. Paolo – Mostra. Il costo dell’intervento è pari a M€ 354,60 a fronte di risorse assegnate per M€ 184,30. Le risorse da reperire ammontano a M€ 170,30.

Metropolitana della conurbazione salernitana

L’intervento riguarda l’affidamento dei lavori di completamento del lotto Pontecagnano stazione FS – Pontecagnano Aeroporto. Il costo dell’intervento è pari a M€ 131,72 a fronte di risorse assegnate per M€ 92,32. Le risorse da reperire ammontano a M€ 39,40.

HUB AEROPORTUALI

Aeroporto di Grazzanise

La Regione Campania ritiene prioritaria la realizzazione di un nuovo aeroporto nel sito attualmente occupato dall’aeroporto militare di Grazzanise, efficacemente riconnesso al sistema delle ferrovie metropolitane regionali. Uno studio condotto dalla BAA quantifica in M€ 970,00 l’investimento necessario alla realizzazione dell’infrastruttura, di cui M€ 333,00 per espropri ed opere di urbanizzazione. Il gestore aeroportuale ha messo a disposizione per l’intervento M€ 320,00. Le risorse da reperire ammontano a M€ 650,00.

HUB PORTUALI

Hub portuale di Napoli – Adeguamento e potenziamento degli accessi ferroviari e stradali

La soluzione per il raccordo ferroviario del Porto di Napoli prevede un tronco, della lunghezza di circa 2 km, dal varco Sant’Erasmo al parco ferroviario di Napoli Traccia

(Basso). L’ipotesi di un nuovo raccordo stradale – necessario successivamente alla dismissione dei viadotti attuali – prevede, invece, la realizzazione di un tunnel a doppio

fornice, a due corsie per senso di marcia, allacciato all’autostrada all’altezza di via Galileo Ferraris. Il costo dell’intervento, dotato attualmente di studio di fattibilità, è di M€ 94,51, interamente da reperire.

Hub portuale di Salerno – Adeguamento e potenziamento degli accessi ferroviari e stradali

L’intervento prevede la realizzazione delle seguenti opere:

- raccordo ferroviario tra porto e stazione FF.SS. di Salerno;

- infrastrutture al servizio del traffico crocieristico;

- adeguamento della viabilità portuale;

- realizzazione di nuove vie di accesso da e per l’area del Porto e creazione di un’area retroportuale (collegamento con l’asse autostradale, mediante

realizzazione di apposito svincolo sull’A3.

Il costo complessivo dell’intervento è di M€ 123,93 interamente da reperire ed il livello progettuale attualmente disponibile corrisponde allo studio di fattibilità.

La Regione chiede, inoltre, che, oltre al porto di Castellammare di Stabia, anche il porto di Torre Annunziata entri a far parte dell’Autorità Portuale di Napoli.

 

Regioni.it
periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Marco Tumiati
In redazione: Stefano Mirabelli; Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top